Politica

B.Gate, Letta: no conseguenze da sentenza


Di:

I nuovi ministri (statoquotidiano)

ROMA – Ci sono “tutte le condizioni per fare le cose positive e applicare il programma sul quale il Parlamento ha dato la fiducia”. Così il premier Enrico Letta, durante un incontro con la stampa estera.

“Sono passati solo 50 giorni” dall’inizio del lavoro, “e sento un sentimento molto positivo, sento che le cose stanno andando bene e le cose stanno andando come speravo: vedo tantissime difficoltà, ma ci metto tanta determinazione.

“Vedo il governo stabile e concentrato sui suoi obiettivi e non credo che ci saranno conseguenze di nessun tipo da parte di vicende esterne”, ha aggiunto il premier che ha negato che le vicende processuali di Silvio Berlusconi abbiano ricadute sull’Esecutivo.

L’Unione europea è una “storia di successo” e “non è vero che l’Europa è il problema del mondo”, anche per questo l’Italia “farà di tutto” per fare in modo che la Gran Bretagna resti dentro “questa storia di successo”, ha spiegato Letta. “La mia visita a Londra è legata anche a far passare il seguente messaggio: è interesse dell’Italia e dell’Ue che la Gran Bretagna rimanga a bordo dell’Europa”.

Nelle relazioni con la Svizzera, in particolare in vista di un futuro accordo sul segreto bancario, “siamo nel momentum giusto, c’è la chiara volontà di giungere ad un’intesa positiva”, ha detto Letta alla stampa estera, precisando che se ne riparlerà presto. Letta ha espresso preoccupazione invece per le relazioni Usa-Svizzera, dicendo che “non é un bel segnale” la bocciatura definitiva del parlamento di Berna di una intesa sul problema delle banche svizzere che hanno favorito l’evasione fiscale oltre oceano.

 Redazione Stato

B.Gate, Letta: no conseguenze da sentenza ultima modifica: 2013-06-20T11:37:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This