FoggiaManfredonia

Scalo Amendola per uso civile, Pino Pisicchio interroga


Di:

On. Pino Pisicchio (statoquotidiano2@13-cm)

Foggia – “QUALI iniziative il Ministro intende assumere per consentire attraverso la disponibilità dello scalo di Amendola per uso civile, lo sviluppo turistico del territorio garganico“. E’ parte di una interrogazione a risposta scritta dell’on. Pino Pisicchio del Centro Democratico (gruppo misto) al Ministro della Difesa. Lo comunica la sezione del CD di Manfredonia.

“Il territorio del Gargano, com’e’ noto, rappresenta un’oasi naturalistica di rara bellezza ed uno dei punti di forza di una regione, quella pugliese, che trova nel turismo una voce rilevantissima per la sua economia, felicemente in controtendenza rispetto al quadro di difficoltà in cui versa l’intero paese;
in particolare nell’area della Capitanata provata in modo profondo dalla crisi anche nel tradizionale comparto dell’agricoltura,il turismo insieme con l’enogastronomia, potrebbe rappresentare davvero una voce fondamentale per la prospettiva di ripresa, assecondando una vocazione del territorio forte e antica”. “Fin dagli anni ’60, infatti,il Gargano ha rappresentato con il suo mare, le sue bellezze naturali, le sue suggestioni, una meta del turismo internazionale grazie anche alla allocazione di importanti insediamenti alberghieri, e questo nonostante la difficoltà logistica derivante da collegamenti difficili e da una viabilità impervia”.

“Più recentemente la permanenza nella difficoltà dei collegamenti via terra, legati anche alla particolare conformazione orografica del territorio che peraltro e’ elemento costitutivo della sua bellezza naturalistica, insieme con lo sviluppo delle linee di collegamento via mare e via elicottero con le Isole Tremiti, hanno concorso a deprimere le possibilità dell’area garganica, fino a configurarla quasi come un’appendice delle isole adriatiche da punto di vista turistico”. “Un sensibile miglioramento dell’economia legata ai flussi turistici nell’area sarebbe sicuramente promossa, come sottolineano i sindaci delle città garganiche, da un collegamento aereo che potrebbe rappresentare, soprattutto nei mesi estivi, ma anche in altre stagioni, considerati i considerevoli flussi di turismo religioso legati al culto di S.Pio, nella vicina San Giovanni Rotondo, un tonico straordinario per il territorio”.

“L’indicazione dei sindaci garganici volta all’utilizzo di uno scalo già operativo, fa riferimento all’aeroporto militare di Amendola, a nord del capoluogo Dauno, che potrebbe rappresentare lo scalo di riferimento per tutta l’area; esempi di utilizzo di scali militari per scopi civili, sono diversi nella storia aeroportuale del territorio italiano: Ciampino e’ uno di questi, scalo oggi privilegiato da voli charter e compagnie low cost. Un altro importante esempio e’ rappresentato da Pisa che, peraltro, non ha perso il suo status militare privilegiato di Main Operative Base, pur facendo registrare un imponente traffico civile pari a 4 milioni di passeggeri annui”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Scalo Amendola per uso civile, Pino Pisicchio interroga ultima modifica: 2013-06-20T18:12:17+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • questione di puglia

    Finalmente musica per le orecchie dei cittadini della Capitanata. Ma dove eri caro onorevole ancora adesso prendiamo posizione? Meglio tardi che mai! E’ noto ha tutti che questo territorio sta morendo sotto l’aspetto turistico e commerciale. Ci sono dati che vanno sempre meno come numero di persone che raggiungono il garngano e dintorni, mi verrebbe da chiedere se le persone che lavorano fuori dalle proprie città non verrebbero a fare le vacanze, quali numeri staremmo a contare oggi. La presa di posizione dell’onorevole Pisicchio è longevole per il ruolo istituzionale che copre. I sindaci dovrebbero prendere a volo la proposta di ampliare l’aeroporto Amendola. Da tempo ci sveniamo per l’apertura dell’aeroporto di foggia, e già li ci sarebbe da dire con i fondi FAS ancora fermi. Vede sign Pisicchio lei ha citato Roma, e Pisa due realtà che convivono la finalitò dell’aeroporto perchè noi no? Proviamoci tutti insieme. Si faccia carico di tutta questa proposta e faccia in modo che altri lo seguono, per far si che la voce non sia solo sua ma anche di qualche altro politico che in questo territorio ha preso dei voti e deve tanto a questa gente. IO sarò il primo a sostenerla e farò in modo che questa notizia giri nei forum e che sia motivo di discussione per un avvenire aeroportuale. La ringrazio per il suo interessamento alla causa e non si fermi quì.


  • FINALMENTE!

    FINALMENTE SI PARLA DI AMENDOLA CHE PER LA SUA POSIZIONE E’ UNA STRUTTURA CHE HA MOLTE PIU’ POTENZIALITA’ DEL GINO LISA O DI UN FANTOMATICO AEROPORTO A BORGO MEZZANONE.
    Ha a disposizione il collegamento ferroviario a poco più di 1 Km dalla pista contro i 5 km del Gino Lisa, quindi con il progetto Treno Tram potrebbe essere perfettamente collegato tra il capoluogo e Manfredonia.
    Da Amendola dista poco più di 5 km lo svincolo per la S.p.278 che porta a San Giovanni R. contro i 20 km che dista lo svincolo dalla Stazione di Foggia e non dal Gino Lisa.
    Infine si trova a soli 14 Km dallo svincolo di Manfredonia Sud che è la porta del Gargano “stradale” in quanto il Turista da li raggiunge facilmente la sua meta o sceglie se proseguire dritto per il Gargano, fermarsi a Manfredonia o raggiungere la Riviera Sud.


  • Thor

    All’onorevole Pisicchio ed a tutti gli altri che fossero interessati: Pisa e Roma giungono buon ultimi visto che in Germania, ed in altri Paesi europei, da molti anni strutture aeroportuali militari vengono “sfruttate” anche o solo ad uso civile. L’aeroporto di Hahn (Francoforte)ne è solo un esempio. PS Per la cronaca l’aeroporto di Borgo Mezzanone è tutt’altro che fantomatico ma grande e grosso (visitare per credere).


  • F35 all'Amendola

    All’amendola verranno gli F35 di cu isi parla, i bidoni volanti. Non potrà mai essere civile e questo lo sanno TUTTI i nostri politici che come al solito tirano il calzino


  • Nino La Forgia

    …”i nostri politici si tirano il calzino” questa l’affermazione di un commentatore al quale sicuramente da fastidio la nostra iniziativa…strana la gente….se qualcuno fa qualcosa lo fa per pubblicità…se non fa nulla lo si critica per l’inefficienza….siate più obiettivi….chiaramente l’interrogazione è stata sollecitata da noi del posto e credo che sia anche un modo di dire a tutti gli altri politici “muoviamoci nel fare qualcosa per il nostro territorio”….credo che se ci fosse una mobilitazione popolare su queste tematiche si potrebbe veramente ottenere qualcosa di importante per il nostro territorio….noi siamo persone del fare e lo stiamo dimostrando con tante iniziative serie che creano posti di lavoro e nuova ricchezza per il territorio come l’aiutare i giovani che vogliono intraprendere un’attività a reperire i fondi economici…voi( mi rivolgo chiaramente ai criticoni) volete solo distruggere? Siete liberi di farlo ma rimarrete sempre e solo dei distruttori! Per quanto riguarda Pisicchio vi ricordo che è barese e non avrebbe alcun interesse all’istituzione di un aeroporto che toglierebbe clienti a quello barese….qui tutta la serietà e la considerazione della nostra parte politica….


  • Nino La Forgia

    …comunque vi informo che oggi, attraverso l’amico Vescera di Vieste, l’on Pisicchio e il Ministro Mauro si sono incontrati con un Alto Ufficiale dell’Aeronautica per valutare un ipotetica fase sperimentale da Maggio a Ottobre 2014….e vai!!!!!!!!!!!!! Ora altre forze ci aiutino in questa impresa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This