Foggia

Foggia, Antifa: prostitute picchiate a sangue, fare chiarezza


Di:

Foggia – “PICCHIATE a sangue 2 prostitute sulla SS16. Fare chiarezza sulla violenza“. E’quanto riporta il sito di Antifa (nuova resistenza) che ipotizza la vicinanza di uno degli aggressori a movimenti di estrema destra.

“Mentre erano in auto sulla Statale 16, nei pressi del deposito della TNT, quattro foggiani, di cui due ancora in corso di identificazione, hanno notato due prostitute romene. Dunque si sono fermati, sono scesi e le hanno aggredite con spranghe di ferro, piedi di porco e bastoni. Il pestaggio non si è fermato neanche quando una delle due ragazze – di 21 e 22 anni – ha urlato di essere incinta e al quinto mese di gravidanza. Addirittura la ragazza è stata letteralmente trascinata per la strada e buttata nel falò che le due avevano acceso sul bordo della statale per riscaldarsi e richiamare l’attenzione dei clienti. Per fortuna un automobilista di passaggio ha allertato i carabinieri che sono intervenuti ed hanno bloccato due degli aggressori, entrambi 24enni, mentre fuggivano a piedi lungo la statale. Altri due sono sfuggiti all’arresto e sono ora ricercati”.

“Per la stampa locale si tratta ‘solo’ di un gesto di violenza gratuita segno del degrado in cui sarebbe precipitata la città pugliese. Ma a ben guardare uno dei due – riporta Antifa – è un frequentatore di circoli dell’estrema destra. Sarà interessante capire le simpatie degli altri aggressori non ancora individuati”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Foggia, Antifa: prostitute picchiate a sangue, fare chiarezza ultima modifica: 2014-07-20T22:17:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This