ManfredoniaStato news
Nota stampa

Manfredonia, “Non ci sono risorse per il Sud ma solo briciole”

L’ultima Legge di stabilità lascia l’amaro in bocca ai Comuni ed al Sud


Di:

Manfredonia. Si è svolta lunedì 19 ottobre 2015, presso la Sala consiliare del Comune di Foggia, la prima delle assemblee provinciali che precederanno il Congresso regionale ANCI Puglia. L’argomento principale, manco a dirlo, è stato quello della Legge di stabilità 2016, analizzata dai sindaci dei Comuni pugliesi e dai componenti del Consiglio regionale ANCI Puglia. I primi cittadini si chiedono se, in base ai contenuti della legge, i Comuni potranno uscire finalmente dall’impasse che dura da troppi anni e se potranno tornare a spendere in servizi, opere pubbliche e altre iniziative per la comunità. Teoricamente sì, ma nella pratica i Comuni si ritroveranno con meno entrate e con un solo strumento (la tassa unica) sui cui agire. “Se agli enti locali – commenta il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, presente ieri all’assemblea provinciale ANCI – si chiedono tagli dolorosi, come il pareggio di bilancio entro il 2015, mentre, invece, il Governo ha spostato il suo al 2017, il rischio per i cittadini è l’innalzamento delle tasse locali. E lo ha ammesso lo stesso ministro Padoan!” E’ già accaduto, infatti, fra il 2010 e il 2014, quando una serie di tagli lineari ha portato all’aumento del 30% delle addizionali Irpef. Più ovviamente le aliquote Tasi e Imu. “La nuova, ennesima, sforbiciata ai Comuni – prosegue Riccardi – rischia di comportare aumenti delle tariffe sui servizi. Che siano scuole d’infanzia, mense scolastiche, scuolabus, o che sia il sostegno all’acquisto dei libri di testo, l’assistenza domiciliare agli anziani, non cambia nulla: dovremmo abituarci a pagarli più cari”. Il Governo ha stabilito un taglio alla spesa pubblica di 16,6 miliardi di euro, la cui metà (8,1 miliardi) ha colpito ancora una volta gli enti locali e ciò nonostante questi rappresentino meno del 30% della spesa pubblica totale. “I Comuni si sono visti tagliare altri 3,7 miliardi di euro, un nuovo salasso – dice il sindaco di Manfredonia – che si aggiunge alla lunga serie degli ultimi anni che ha messo in ginocchio tutte le Amministrazioni comunali, senza distinzioni di sorta. Ritengo, perciò, che l’unica via di uscita sia rompere le gabbie dei vincoli di bilancio. Se non fosse così i sindaci e i consigli comunali diventeranno solo i liquidatori degli enti locali e gli esattori dei cittadini”. Forte il dissenso di Riccardi sulle tanto annunciate misure ad hoc per il Mezzogiorno, in particolar modo dopo che anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha detto: “I segnali di ripresa e le migliorate prospettive di crescita per il nostro Paese devono coinvolgere il Sud del Paese. E’ urgente colmare le distanze, vincere le differenze, evitare fratture insanabili”.

“E chi le ha viste queste misure nella Legge di stabilità? Dov’è l’impegno del Governo – conclude Angelo Riccardi – a sostegno del Mezzogiorno? Ho la sensazione che chi di dovere non abbia letto, o non l’abbia fatto con la dovuta attenzione, il Rapporto Svimez 2015. Se qualcuno lo avesse fatto, saprebbe come la nostra terra si trovi, ormai, in una condizione di sottosviluppo duraturo e permanente, con migliaia di famiglie che vivono in situazioni di indigenza e, dato che dovrebbe allarmare maggiormente, altre migliaia che si apprestano a varcare la soglia della povertà”. C’è una ‘questione meridionale’ che persiste e si rinnova nel nostro Paese, anche attraverso il netto calo delle nascite. Sciocco ignorarla, superficiale pensare di risolverla in un battibaleno, ma pare che a Roma si sia persa ancora una buona occasione per prenderla di petto, una volta tanto.

A cura dell’Ufficio Stampa – Città di Manfredonia (FG)

Manfredonia, “Non ci sono risorse per il Sud ma solo briciole” ultima modifica: 2015-10-20T19:22:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Quanti soldi pubblici ha avuto il sud. Come la politica negli ultimi 50 anni e’ riuscita ad investire sui territori denari e regalie statali, europee?
    Giriamoci intorno. Abbiamo avuto miliardi per il contratto d’area, come li abbiamo utilizzati con intelligenza o con quella mediocrita’ che da anni contraddistingue le varie governance locali.
    Si continuano a dare incarichi strategici a politici che rinunciano a rielezioni o che “appogiano” una parte politica che poi risultera’ vincente. Stessa cosa per Enti territoriali di sviluppo.
    Le municipalizzate Italiane del sud ma anche altrove sono diventate uno stipendificio e poltronificio di politichetti mediocri ma sempre al servizio delle lobby politiche.
    Non puo’ andare avanti cosi’ Sindaco. Una citta’ deve avere aiuti ma deve essere in grado di produrre. Noi al Sud produciamo fallimenti. Ha ragione Renzi quando dice che siamo solo capaci a fare i piagniugoloni.
    Nel suo programma elettorale ha “sventolato” il List e L’incubatore di impresa. E’ li la rinascita di Manfredonia. Faccia fruttare queste due brillanti idee.
    Il rapporto Svimez 2015 e’ giusto e corretto. Siamo in una condizione di sottosviluppo. Probabilmente il Sud Italia sta’ molto peggio della Grecia.
    Ma secondo lei le responsabilita’ di chi sono? Del popolo?
    Intanto io di politici poveri non ne conosco. Di Professionisti che erano benestanti ed oggi rasentano la soglia della poverta’ unitamente a artigiani, commercianti, ed imprenditori ne conosco fin troppi.
    Di politici che dopo qualche anno di mandato si sono comprati case, ville, ed hanno totalmente cambiato stile di vita ne conosco molti. Conosco poi tanti professionisti, artigiani e commercianti che hanno dovuto fare il mutuo su casa loro per pagare tasse su tasse e mandare avanti la famiglia.
    Meglio che non ci danno soldi. Abbiamo dimostrato nel tempo che non siamo stati in grado di gestirli con intelligenza. Chissà che una volta per tutte il popolo sofferente non si ribelli ad una politica che tanto ha fatto per sé stessa e per i suoi amici e poco per il popolo del sud Italia.


  • Gino5st

    Ok allora date un segnale forte
    Toglietevi le vostre indennità
    È così vedremo chi fa il politico per passione


  • maestro

    Condivido quello che dice il signor Scarlatella,pero’ e’ inutile negare che negli anni i tagli sono stati e continuano ad essere incredibili.purtroppo nel passato ed ancora adesso si continua a sbagliare,ma i tagli non solo non risolveranno i problemi,anzi ……Per quanto riguarda il contratto d’area si sapeva dalla nascita che era un aborto spontaneo,il dramma e’ che si continua ancora a regalare miliardi a fondo perduto ai privati,e questa e’ una grande VIGLIACCATA AI DANNI DEI COMUNI CITTADINI.E poi mancano i soldi per le forze dell’ordine,per la scuola,pera la salute.Il privato deve camminare con i propri piedi,invece in Italia ,la storia di questi anni lo insegna hanno camminato con i soldi pubblici,e continuano ancora…..


  • ciccillo

    i tagli li hanno avuti tutti. ma che aspettiamo che i soldi ci vengano sempre regalati? affurtcamc i manc.e soprattutto calatevi lo stipendio al palazzo s.domenico che non meritate neanche il minimo stipendio


  • Giorgia

    Scarlatella ti commenti da solo…. come sempre . Ma il tuo scopo di vita dalla mattina che ti svegli e’ quello di stare dietro una tastiera a commentare cazzate . Se nu povr a te


  • Antonello Scarlatella

    Grazie Giorgia. Ne prendo atto.

    Magari invece di tentare di offendere di continuo, sarebbe molto interessante capire le vostre tesi in controtendenza alle mie analisi.

    1) non è vero che il contratto d’area è stato un fallimento?
    2) non è vero che a Manfredonia abbiamo anche il primato nell’aver fatto fallire il mercato ittico’
    3) Non è vero che a Manfredonia (ma anche in Italia)solo i politici non risentono della crisi economica?
    4) Non è vero che a gestire Enti e municipalizzate sono sempre i soliti noti?
    5) Non è vero che incarichi strategici anche in questa amministrazione vengono dati senza oculatezza?
    6) Non è vero che il Sindaco ha sventolato nella sua campagna elettorale il List e L’incubatore di Impresa, ad oggi quale percorso è stato intrapreso?
    7) Non è vero che l’agenzia del turismo invece di fare promozione del territorio ad oggi non è stata altro che il clone dell’assessorato al turismo? Cosa ha prodotto in termini di visibilità del territorio? Oltre all’organizzazione del carnevale e della festa patronale cosa ha prodotto?
    8) Non è vero che i professionisti ad oggi hanno dovuto contrarre mutui per campare e pagare le tasse e i politici vivono di compensi, liquidazioni, vitalizi, avendo fatto appena qualche anno di “seduta” sulla sedia?
    9) non è vero che i soldi delle cassa del mezzogiorno, della 488, dei contratti d’area erano soldi dei contribuenti investiti male sul territorio che hanno portato disperazione al popolo e arricchimento di taluni?
    10) non è vero che il sud Italia ha sprecato, sperperato ha avuto benefici come nessun altra area geografica e siamo stati in grado solo di collezionare fallimenti?

    Bene Giorgia. Io sono un povero a me. Però mi piacerebbe una tua risposta a questi quesiti.
    P.S. gli scopi della mia vita? Giorgia, sicuramente non è il tuo caso, a me piace scrivere ad altri piace fare i servi. Qual’e’ il problema?


  • Antonella

    Voglio complimentarmi con scarlatella, il commento è preciso e conciso, oltre all’esposizione logica dei fatti, sei stato anche educatamente ironico, mi sono divertita a leggere,bravo come sempre, mi auguro che il sindaco non la preda male in fondo lo rispettiamo per gli sforzi che compie ogni giorno nell’amministrare la città, le critiche
    possono aiutare a crescere.


  • svolta

    Non ho capito bene….qualcuno ha cambiato sesso oltre che nome…..


  • ciccillo

    @antonello scarlatella. tutta la mia stima x tè ci fosse al palazzo s.domenico un elemento che avesse la metà del tuo livello di cultura sarebbe un sogno.sinceri saluti.


  • Giorgia

    Carissimo Scarlatella come posso risponderti ….ti commenti da solo . Rimani sempre nu povr a te…. Proprio tu parli di servi … Soffri di Magnopatia cronica .


  • Antonello Scarlatella

    Grazie Giorgia. Hai risposto a tutti i miei quesiti ed hai mostrato quelli che i sono i tuoi argomenti.

    Un saluto
    Nu povr a te!


  • Antonella

    Giorgia monella,in tutti i contesti vedo che metti in mezzo Magno, non è che ultimamente soffri di magnointerite acuta? Dai giorgia fai la brava vai dal dottore e curati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This