Edizione n° 5312
/ Edizione n° 5312

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Recuperare i messaggi eliminati, la nuova funzione di WhatsApp

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
20 Dicembre 2022
Cronaca // Scienza e Tecnologia //

FOGGIA, 20/12/2022 – Disponibile per tutti, dunque non solo per chi ha una qualche versione beta, la nuova funzione Accidental Delete di WhatsApp permette di recuperare i messaggi cancellati per sbaglio da una conversazione. Rispettando però due condizioni.

Come funziona Accidental Delete

In fase di test dallo scorso agosto e ora accessibile sia dall’app per Android sia da quella per iOS, Accidental Delete dà 5 secondi di tempo per annullare l’eliminazione di un messaggio: in fondo allo schermo compare un bottone Annulla, da premere appunto per annullare l’operazione. Un po’ come si può annullare l’invio di una mail su Gmail.

Questa è la prima condizione da rispettare: stare dentro la finestra dei 5 secondi di tempo, altrimenti quel che è fatto è fatto.

Un esempio di un messaggio eliminato e recuperabile
Un esempio di un messaggio eliminato e recuperabile 

L’altra condizione, più importante, è che Accidental Delete funziona solo con i messaggi su cui si è premuto Elimina per me: se si è usato Elimina per tutti, e dunque il messaggio è stato eliminato anche sugli smartphone dell’altra persona (o delle altre persone, nel caso di un gruppo), non c’è nulla da fare e il pulsante Annulla nemmeno compare.

 

A che cosa serve, allora? Sembra inutile, a meno di non voler recuperare l’integrità di una conversazione, ma un uso specifico c’è, a ben vedere: evitare brutte figure. L’esempio è quello di un messaggio mandato a una persona invece che a un’altra, oppure in un gruppo invece che in quello cui era destinato: si clicca (per sbaglio) su Elimina per me e si è convinti di avere rimediato all’errore. Adesso, con la comparsa di quel bottone Annulla, ci si accorge subito che non così. E si può tornare indietro di un passo, fare attenzione a scegliere Elimina per tutti e finalmente risolvere il problema. Una volta per tutte e per davvero. Lo riporta Repubblica.it.

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.