Edizione n° 5372

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SCUOLA Natale, la circolare della preside ai prof: “Non assegnate compiti per le vacanze”

"Gli studenti hanno bisogno del tempo del riposo per affrontare il nuovo anno con maggiore carica ed energia"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
20 Dicembre 2023
Cronaca // Scuola e Giovani //

TORINO – Le vacanze di Natale non rendano prigionieri gli studenti, ma siano occasione di esplorare il mondo.

Ecco perché, secondo la preside di una scuola di Torino, non bisogna assegnare i compiti ai ragazzi indiscriminatamente, piuttosto cercare di stimolarli alla scoperte di luoghi, tradizioni, storie di parenti che vedono di rado: “La mente ha bisogno di riposare”, scrive la dirigente del Convitto Umberto I di Torino, Maria Teresa Furci, in una circolare inviata a tutti i professori.

Un’occasione per ricaricarsi – L’iniziativa è stata presa anche negli scorsi anni: “Gli studenti – si legge nella circolare – hanno bisogno del tempo del riposo e non di trascinarsi il pensiero e l’ansia dei compiti, soprattutto durante le vacanze invernali quando bisogna recuperare per affrontare il nuovo anno con maggiore carica ed energia”.

Per questo, in un documento inviato ai docenti, la dirigente ha chiesto di evitare di assegnare i compiti delle vacanze “indiscriminatamente”.

“Sappiamo bene – scrive Furci – quanto gli alunni più bravi non ne abbiano bisogno e come i più deboli, possibilmente, eviteranno di svolgerli o si faranno aiutare da genitori o amici, in calcio d’angolo, il giorno prima del rientro a scuola”.

Meglio compiti personalizzati – Dunque ai docenti è stato chiesto di personalizzare i compiti, pensando per gli studenti più deboli argomenti di ripasso e a “premiare i più meritevoli” con la “libertà dagli obblighi scolastici”.

Un modo, per la preside, per valorizzare il “tempo famiglia”, considerato “molto utile e indispensabile alla loro crescita emotiva, con compiti ridondanti e, permettetemi, a volte superflui, che rischiano di dividere anziché unire le famiglie stesse”, si legge ancora nella circolare.

Fonti verificate: ANSA //

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.