FoggiaSport
Brevi cariche di alleggerimento sono state necessarie anche al termine della partita

Scontri Foggia – Pescara, fermi e sequestri

Nel corso delle attività, sono stati fermati sei tifosi pescaresi


Di:

Foggia, 21 gennaio 2018. CONTROLLI e interventi delle forze dell’ordine nell’ambito della partita tra Foggia e Pescara, svoltasi ieri allo stadio “Pino Zaccheria”.

All’incontro hanno assistito circa 500 tifosi abruzzesi, giunti a Foggia a bordo di autobus, autovetture private e treno.

Relativamente a quelli giunti in treno (circa 100), si è registrato il tentativo, all’arrivo, di circa 250 tifosi locali di giungere a contatto, in piazza Vittorio Veneto, con quelli pescaresi.

Nonostante un fitto lancio di oggetti da parte dei foggiani, che hanno rovesciato anche alcuni cassonetti in mezzo alla strada, prontamente risistemati dai tecnici comunali, le forze dell’ordine hanno impedito qualsiasi contatto con la tifoseria pescarese, respingendo i facinorosi con brevi cariche di alleggerimento. Nel corso dei lanci di oggetti, sono stati raccolti dalle Forze dell’Ordine anche bulloni di notevole spessore.

I tifosi pescaresi hanno così potuto raggiungere lo stadio in sicurezza, così come gli altri tifosi biancazzurri giunti con altri mezzi.

Brevi cariche di alleggerimento sono state necessarie anche al termine della partita quando, in più occasioni, i tifosi foggiani hanno tentato di venire in contatto con quelli pescaresi, senza riuscirvi per il puntuale dispositivo predisposto dalla Questura.

Nel corso delle attività, sono stati fermati sei tifosi pescaresi, ai quali sono stati sequestrati fumogeni. Per tali fatti saranno segnalati all’A.G. e sottoposti a Daspo dal Questore di Foggia Mario Della Cioppa nei prossimi giorni.

Inoltre, il personale del Reparto Mobile di Bari ha fermato e condotto in Questura, G.V. di anni 39, di Foggia, pregiudicato, già sottoposto a DASPO per cinque anni dal 2016, arrestato in flagranza di reato, per violazione allo stesso DASPO, nonché Violenza e Resistenza a Pubblico Ufficiale, Danneggiamento.

Scontri Foggia – Pescara, fermi e sequestri ultima modifica: 2018-01-21T10:12:53+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • 20 Gennaio 2018 — No no ragazzi, non temete, sono l’ultimo della classe non il primo e, con la più grande umiltà, io vi dico che ho avuto la fortuna (o la sfortuna?), di avere capito come stanno esattamente le cose in Italia e nel mondo. Oggi, il più grande male del paese e del mondo, è il parlamento dei politici; a causa della nostra mentalità che è cambiata assai, in peggio (al loro posto noi faremmo lo stesso!); e per i motivi che sentiamo e vediamo ogni giorno, continuamente. Per cui, se non si sostituisce il parlamento con qualche cosa di veramente democratico (governo della maggioranza del popolo, non dei politici, sempre!), giusto ed efficiente; la nostra brutta fine è sempre più sicura. E meritata. Coraggio, fuori le idee, io ho la mia, e vinca la migliore! Infine, poiché il parlamento esiste in tutto il mondo, tocca a noi italiani, gettare il sasso nello stagno. In memoria e per il rispetto che dobbiamo ai nostri grandi e grandissimi italiani del passato che, vengono da noi oltraggiati, da troppo troppissimo tempo! Lo so, sarò odiato dai politici e dagli aspiranti tali, ma per me la Patria viene subito dopo Dio. Viva la Sinistra, viva la Destra! Però quelle di una volta. Perché adesso fanno pena.


  • Lettore indignato

    Aveva ragione Winston Churchill, il tutto a beneficio dei grandi burattinai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This