Edizione n° 5404

BALLON D'ESSAI

FOGGIANA // A Parma la più giovane laureata di sempre. E’ foggiana
21 Luglio 2024 - ore  13:02

CALEMBOUR

GIALLO // Bergamo: ripescato cadavere dal fiume Serio, sul torace tatuaggio con la scritta “family”
21 Luglio 2024 - ore  13:04

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

“Debito di droga”, tentato omicidio Antonio Cilla, arrestato pregiudicato (II)

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
21 Febbraio 2020
Foggia //

Foggia, 21 febbraio 2020. Proverrebbe da un debito di droga di qualche migliaio di euro il tentato omicidio di Antonio Cilla, classe 1990, avvenuto la sera dello scorso 07 febbraio, davanti a un bar nel comune di San Paolo di Civitate. Gli Investigatori della Compagnia di San Severo, hanno rapidamente individuato movente ed esecutore materiale del grave delitto. Ancora una volta il traffico di droga alla base di tutto. I carabinieri sono giunti all’identificazione del soggetto grazie alle immediate investigazioni che, sin da subito, hanno consentito di acquisire numerosi elementi nei confronti di un pregiudicato di San Severo che, dopo un acceso diverbio con la vittima, avrebbe estratto la pistola e fatto fuoco.

Il colpo esploso ha ferito Cilla alle gambe e, solo per un caso fortuito, non ne ha causato la morte. Il ferito, prontamente soccorso da alcuni giovani del luogo, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di San Severo e, successivamente, trasferito presso l’ospedale di San Giovanni Rotondo. L’indagine, condotta dalla Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri, ha dato i suoi frutti in pochi giorni, gli investigatori hanno scandagliato la cittadina dell’alto tavoliere e hanno acquisito le immagini di tutti i circuiti di videosorveglianza potenzialmente utili; nel contempo hanno escusso numerose persone informate sui fatti e hanno incrociato i dati raccolti. I successivi approfondimenti, effettuati anche con servizi di pedinamento e controllo hanno permesso di appurare che il sospettato, subito dopo aver consumato il delitto, si è reso irreperibile con il preciso scopo di evitare controlli e/o perquisizioni che potessero dare ai Carabinieri ulteriori schiaccianti indizi. Tuttavia, le numerose fonti di prova raccolte sull’uomo, comunicate costantemente al Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Foggia, hanno cementato l’evento e spinto l’Autorità Giudiziaria a emettere un Fermo d’indiziato di delitto nei confronti del sanseverese, ritenuto responsabile dei reati di Tentato Omicidio; Detenzione di Armi e Tentata Estorsione.

L’esecutore materiale è stato catturato dai Carabinieri e tradotto nel carcere di Foggia. L’atto di Fermo, emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia è stato convalidato dal  G.I.P. e il giovane è rimasto ristretto presso l’istituto penitenziario.

Lascia un commento

“Ero dentro e fuori, contemporaneamente incantato e respinto dall’inesauribile varietà della vita.” FRANCIS SCOTT KEY FITZGERALD

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.