Cronaca
"Scritto, sottoscritto e inviato agli interessati e per conoscenza a chiunque abbia potere, funzione, competenza, controllo, vigilanza e dovere d'indagine"

Situazione rifiuti Foggia, esposto cittadino

"Inutile dire che la città di Foggia rischia di vedere aumentare in modo importante la pressione fiscale che grava sui cittadini foggiani"


Di:

Foggia – ”IL regime emergenziale (o di emergenza per evitare l’emergenza, paradosso tutto italiano) che serve solo ad eludere ed evadere obblighi, doveri ed osservanza delle norme e delle disposizioni in tema ambientale e di governo dei rifiuti è un regime divenuto invece prassi quotidiana. Il ministro dell’ambiente ha recentemente dichiarato che le multe comminate ogni anno dalla Unione Europea all’Italia per il vergognoso (e interessato?) ritardo nel dovuto governo dei rifiuti, ivi compresa e non esclusa la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti, saranno pagate esclusivamente dai comuni e dalle regioni che non governano il ciclo dei rifiuti in maniera adeguata, corretta, dovuta.

Inutile dire che la città di Foggia rischia di vedere aumentare in modo importante la pressione fiscale che grava sui cittadini foggiani: le multe sono nell’ordine di decine di milioni di euro ogni anno e saranno ripartite sui comuni malfunzionanti, in disservizio continuo ed in eterno ritardo ed avranno un peso importante, senza contare invece il danno che già ora ricevono i cittadini foggiani dal mancato recupero e riciclo dei rifiuti, cosa che invece comporta delle entrate per i comuni e non delle uscite. Il presente ESPOSTO a DIFFIDA del sindaco di Foggia e di ogni altro attore responsabile del governo dei rifiuti a Foggia all’adempimento dei propri doveri, chiedendo inoltre che ogni ed eventuale addebito e/o danno ricevuto dalla amministrazione comunale foggiana e dagli amministrati cittadini foggiani per il mancato governo del ciclo dei rifiuti gravi su quegli amministratori e quei funzionari pubblici che non adempiranno al loro dovere, benché diffidati a farlo, e che creino conseguentemente a tale inadempimento, danno e nocumento all’ambiente foggiano e alle tasche dei cittadini foggiani”.

“Scritto, sottoscritto e inviato agli interessati e per conoscenza a chiunque abbia potere, funzione, competenza, controllo, vigilanza e dovere d’indagine secondo la normativa e la giurisprudenza italiana e della Legge n. 241/1990 (Procedimento amministrativo e diritto di Accesso ai Documenti amministrativi) e successive modificazioni e dell’articolo 328 C.P. (Rifiuto e/o Omissione d’Atti d’Ufficio). Ringraziando anticipatamente e doverosamente chiunque abbia il dovere e/o la volontà di impedire che
il mancato governo dei rifiuti crei danni ad ambiente, territorio e popolazione foggiana, invio i più sentiti saluti ed auguri per un proficuo lavoro”.

Così Gesualdo Gustavo, nell’esposto/diffida con data 20 maggio 2015 inviato agli organi di competenza, dal Comune di Foggia alla Procura fino all’ASL Foggia.

Situazione rifiuti Foggia, esposto cittadino ultima modifica: 2015-05-21T16:34:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • Ringraziando anticipatamente e doverosamente chiunque abbia il dovere e/o la volontà di impedire che
    il mancato governo dei rifiuti crei danni ad ambiente, territorio e popolazione foggiana, invio i più sentiti saluti ed auguri per un proficuo lavoro.

  • In Puglia è pronta l’ennesima emergenza rifiuti:
    le discariche di Andria, Conversano, Giovinazzo, Trani, Autigno e Foggia sono chiuse.
    Grazie casta politica pugliese:
    sempre in estate date il meglio di voi, proprio quando i turisti visitano la nostra amata terra, macchiata dalla vostra incompetenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This