Manfredonia

Il Parlamento Europeo approva regolamento contro la pesca illegale


Di:

L'europarlamentare Sergio Silvestris (ST)

Roma – GIRO di vite dell’Unione Europea contro la pesca illegale. Il Parlamento Europeo, durante l’ultima seduta plenaria di Strasburgo, ha approvato una proposta di regolamento per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. Soddisfatto dell’esito della votazione l’europarlamentare del Pdl Sergio Silvestris, che ha sottolineato l’importanza della proposta di regolamento approvata.

“Parte del pescato importato in Europa da Sud America e Asia – spiega Silvestris – è frutto di pesca abusiva. Ignorando tutte le norme in materia, il fenomeno della pesca illegale provoca l’impoverimento dei mari che diventano sempre meno pescosi, distorce la concorrenza del mercato svantaggiando i pescatori onesti e indebolisce le comunità costiere, soprattutto nei paesi in via di sviluppo”.

“L’Unione Europea – conclude Silvestris – è quindi pronta a passare dagli avvertimenti alla preparazione di restrizioni commerciali per le importazioni di quei Paesi terzi che non dimostrano di voler cooperare nella lotta contro la pesca illegale. Anche con la chiusura delle frontiere”.

VIDEO


Redazione Stato@riproduzioneriservata

Il Parlamento Europeo approva regolamento contro la pesca illegale ultima modifica: 2013-06-21T11:05:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • anonimo

    nella stagione delle seppie molti svolgono la pesca illegale e parliamo di persone che hanno già un lavoro,alcuni usano reti da posta e sfuggono dai controlli perche hanno mezzi veloci,poi ci sono altri che di notte “quando le autorità fanno sonni profondi”con fari molto lucenti svolgono questa pesca prendendo posizione su tutta la costa del gargano


  • riky

    e nn solo le reti delle seppie al fermo biologico vanno a lavorare coi battelli tutti pescatori e non . e motopescherecci quella e un altra pesca in legale speriamo che questanno lautorita si sveglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This