Attualità
C’è soprattutto la convenienza dei tassi di interesse

Mai così tante richieste di prestito: +8,1% nel primo semestre 2019

Approfondiamo quindi i dati messi a disposizione dal Crif, che danno un quadro chiaro dell’andamento del credito nella nostra Penisola


Di:

I primi sei mesi del 2019 hanno fatto registrare picchi sia positivi sia negativi per quanto riguarda il ricorso al credito in Italia. Secondo il cosiddetto Barometro Crif, infatti, il numero di richieste di prestiti effettuate dagli italiani non è mai stato così alto, mentre in tendenza diametralmente opposta troviamo i mutui e le surroghe, che risultano essere in netto calo.

Approfondiamo quindi i dati messi a disposizione dal Crif, che danno un quadro chiaro dell’andamento del credito nella nostra Penisola.

 

Prestiti in ascesa: tutti i dati del Crif

 

Secondo i dati registrati dal Sistema di Informazioni Creditizie di Crif, i prestiti (personali e finalizzati) hanno osservato un’ottima crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo quota +8,1%. E non è tutto: oltre al numero di richieste in crescita, infatti, il Crif ha riportato anche un incremento dell’importo medio richiesto dagli italiani, che risulta essere il più alto dell’ultimo decennio. Prendendo in considerazione l’aggregato di prestiti personali e finalizzati, infatti, l’importo medio arriva a 9.890 euro (7.186 euro per i prestiti finalizzati e 12.988 euro per quelli personali), facendo segnare un bel +1,3% rispetto al primo semestre del 2018.

 

Alla base della richiesta massiccia di prestiti da parte dei cittadini tricolori c’è soprattutto la convenienza dei tassi di interesse che, essendo ai minimi storici, risultano particolarmente incoraggianti per chi ha necessità di richiedere un finanziamento. Oltre a questo c’è da dire che il settore finanziario sta risentendo positivamente della spinta data dall’innovazione digitale: si pensi ad esempio alla possibilità di richiedere un prestito online offerta da banche digitali come Younited Credit, ad esempio; opportunità di questo tipo incoraggiano non poco i potenziali clienti e hanno il merito di far avvicinare sempre più giovani a questo settore.

 

Un semestre negativo per i mutui

 

A controbilanciare la grande crescita in atto delle richieste di prestiti c’è il netto calo registrato dai mutui e dalle surroghe. Questi ultimi hanno infatti registrato un -9,4%, raggiungendo un picco particolarmente negativo nel mese di giugno di quest’anno, durante il quale si è arrivati al -11,6%. Risulta invece soddisfacente l’andamento dell’importo medio richiesto, che continua ad essere positivo e si attesta a 129.383 euro, una cifra maggiore del 2,6% rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno. In questo senso la crescita del valore medio delle richieste è dovuta al peso minore delle surroghe, che presentano un importo ben più contenuto.

Mai così tante richieste di prestito: +8,1% nel primo semestre 2019 ultima modifica: 2019-08-21T16:51:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This