Edizione n° 5253

BALLON D'ESSAI

TRUFFA // Ferragni, casi Oreo e Dolci Preziosi: acquisiti nuovi documenti
21 Febbraio 2024 - ore  19:29

CALEMBOUR

CLANDESTINI // Salento, ha una relazione clandestina con la zia ma lei lo denuncia dopo essere stata lasciata: “Mi ha costretta”
21 Febbraio 2024 - ore  10:01
/ Edizione n° 5253

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Pesca, L’Abbate “Misure insufficienti, settore perde Cig in deroga”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
21 Settembre 2017
Lavoro // Manfredonia //

Roma. Dopo un lungo iter travagliato, iniziato nel 2013, e le proteste degli operatori del settore sfociate in manifestazioni di piazza la scorsa primavera, la Camera ha finalmente approvato la “ Delega al Governo per il riordino della normativa in materia di concessioni demaniali per la pesca e l’acquacoltura e di licenze di pesca ”. Un provvedimento divenuto oramai necessario e non più procrastinabile per il comparto che vedrà proprio nel 2017 la fine della cassa integrazione in deroga , prevista dal 2008.

Seppur riuscendo quantomeno a rendere più proporzionato il sistema sanzionatorio, abbiamo trascorso quattro lunghi anni a discutere in Parlamento per poi giungere ad un risultato finale depotenziato – dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura a Montecitorio – demandando comunque al Governo il riordino e la semplificazione della normativa del settore, sulle politiche sociali per la pesca professionale, cosa fare sul pescaturismo e l’ittiturismo e in materia di concessioni demaniali e di licenze di pesca. Auspichiamo – continua il deputato 5 Stelle – che l’Esecutivo sia rapido nell’attuazione delle deleghe perché la tutela del reddito per la pesca è divenuta oramai la priorità per garantire il futuro del settore: in passato ci sono stati ritardi anche di 24 mesi per l’ottenimento della cassa integrazione in deroga, contributo per il ‘fermo pesca’ in grado di aumentare gli stock ittici disponibili, e ora si pone pure fine a questo strumento con preoccupanti ripercussioni sul comparto ”.

A fronte di pochi miglioramenti, pertanto, secondo il M5S il provvedimento ancora non risponde alle esigenze del settore della pesca , da troppo tempo non considerato e non valorizzato. Tra le proposte emendative dei 5 Stelle, accolta la revisione del programma di raccolta dei rifiuti in mare , che saranno gestiti dai distretti di pesca. “ Tuteliamo l’ambiente e miglioriamo la vita dei pescatori – prosegue L’Abbate (M5S) – agevolando la gestione a terra di plastica e metalli finiti nelle loro reti. Inoltre, abbiamo previsto l’incentivo al consumo di specie marittime meno commercializzate nell’ambito di campagne di educazione alimentare rivolte al pubblico. Bocciata, invece, la nostra proposta di applicare la ricerca scientifica e la tecnologia alla definizione di metodi e strumenti di pesca sostenibili, che avrebbe potuto segnare un passo in avanti verso la salvaguardia degli ecosistemi marini a cui è legata la sopravvivenza sia degli stock ittici sia del comparto. Nulla di fatto, purtroppo – conclude il deputato 5 Stelle – nemmeno per il nostro emendamento che prevedeva la riduzione dei tempi di attesa a 60 giorni per il rinnovo della cassa integrazione dei pescatori rimandandola così al prossimo Governo ”.

4 commenti su "Pesca, L’Abbate “Misure insufficienti, settore perde Cig in deroga”"

  1. Egr. signor. L’abbate prima di scrivere degli articoli si informi bene del pagamento della Cigd, non ci risultano ritardo X la cassa integrazione. la procedura per la Cigd è sempre quella, i tempi di decorrenza sono quelli tra Ministeri e INPS, quest’anno abbiamo anticipato di qualche mese perché il decreto è stato firmato qualche esserti prima. Forse si confonde per il Premio per gli Armatori che devono ancora pagare il 2015. 2016. Le informazioni datele più precise se Pubblicate gli Articoli.

  2. Egr.signor. L’Abbate prima che scrivete degli articolo sulla categoria informatevi bene, la Cassa integrazione in deroga è stata sempre pagata nei tempi giusti ogni anno. Questo è il primo anno che è stato anticipato di qualche mese perché il decreto interministeriale è stato firmato qualche mesetto prima, a Manfredonia il pagamento della CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA è avvenuta prima di tutti o comparti Marittimo in ITALIA. Forse si confonde per il Premio INBARCAZIONE 2015-2016 che deve ancora essere pagato, è un compito delle FEDERAZIONI DEGLI ARMATORI.

  3. Egr.signor. L’Abbate prima che scrivete degli articolo sulla categoria informatevi bene, la Cassa integrazione in deroga è stata sempre pagata nei tempi giusti ogni anno. Questo è il primo anno che è stato anticipato di qualche mese perché il decreto interministeriale è stato firmato qualche mesetto prima, a Manfredonia il pagamento della CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA è avvenuta prima di tutti o comparti Marittimi in ITALIA. Forse si confonde per il Premio INBARCAZIONE 2015-2016 che deve ancora essere pagato, è un compito delle FEDERAZIONI DEGLI ARMATORI.

Lascia un commento

“Quando hai lasciato il sistema e hai preso il premio, i combattimenti sono finiti e i cacciatori si sono sciolti. Sai com’è. Sono mercenari. Non sono fanatici.” Carl Weathers (Greef Karga)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.