Foggia
Nota stampa

Foggia, assalto a poliziotti durante controlli antidroga: arrestati 2 giovani


Di:

Foggia. PERSONALE della sezione antidroga della Mobile di Foggia ha tratto in arresto, in flagranza di reato: Giuseppe Calabrice, classe 1996, e Dylan Pio Tucci, classe 1997, responsabili il primo di detenzione e spaccio di droga nonche’ di lesioni e resistenza a p.u., in concorso con Tucci Dylan Pio e altri in via di identificazione, e il secondo di lesioni e resistenza a p.u. in concorso con calabrice giuseppe e altri in via di identificazione.

I fatti. Ieri, 20 ottobre 2015, il personale specializzato antidroga ha predisposto un servizio specifico diretto al contrasto del fenomeno in Piazza Italia a Foggia, dove è stato fermato Giuseppe Calabrice mentre cedeva sostanza hashish ad un gruppo di giovani ivi presenti. Immediatamente fermato, e, prima di essere accompagnato presso l’autovettura di servizio, si è dimenato contro i verbalizzanti chiedendo aiuto ai giovani ivi presenti. Sarebbero stati almeno 8/10 i giovani che si sarebbero scagliati contro gli agenti cercando di far fuggire Calabrice, in seguito bloccato, come Tucci Dylan Pio. In corso accertamenti per l’identificazione degli altri giovani intervenuti contro i poliziotti.

Nei corso dei controlli a carico di Calabrice sono stati rinvenuti: un involucro in cellophane con all’interno 4 tocchetti di hashish del peso complessivo lordo di circa 10 grammi, la somma contante di euro 25,00 composta da 5 banconote da euro 5,00 provento dell’illecita attività di spaccio; un telefonino cellulare di colore nero marca samsung. Calabrice Giuseppe e Tucci Dylan Pio dopo le formalità di rito sono stati accompagnati nelle loro rispettive abitazioni per rimanervi in regime di arresti domiciliari come disposto dall’a.g. competente.

Redazione Stato Quotidiano

Foggia, assalto a poliziotti durante controlli antidroga: arrestati 2 giovani ultima modifica: 2015-10-21T11:04:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • a Foggia serve la Gestapo, servono le SS:
    solidarietà a forze dell’ordiine e magistratura ridotte ad operare e garantire sicurezza e giustizia in queste impietose ed incivili condizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This