Manfredonia

Calcio,”trasferta amara per il Manfredonia fc ma che arbitraggio”


Di:

Manfredonia, 22 gennaio 2018. Seconda sconfitta consecutiva per i blues di Elia Gravinese, che continuano a non sbloccarsi lontano dal Miramare mantenendo il trend negativo che non giova ai fini della classifica. Un match che ha visto i sipontini “svegliarsi” solo dopo aver subito, come spesso accade, con un assalto alla diligenza che però non ha prodotto i frutti sperati, anche grazie a delle decisioni arbitrali scellerate.

Gravinese propone una difesa inedita con Marmo centrale e Vitulano esterno basso, viste le assenze degli infortunati Palumbo e De Fabritiis e di Paglione, da tempo fuori dal giro.

Il campo in terra battuta non agevola la circolazione della sfera così come il fortissimo vento che soffia sul Campo degli Ulivi di Foggia ma la prima occasione clamorosa capita proprio a favore dei blues: il vento ostacola il rinvio al portiere, Trotta pressa e mette in difficoltà il terzino del Celle, palla a Vaccarella che a porta praticamente sguarnita e a un metro dalla linea manda clamorosamente a lato. Una situazione che condizionerà l’attaccante sipontino, che da quel momento in poi toccherà pochissimi palloni al pari del compagno di reparto. Il Celle prende però le misure e dopo 12’ passa: Brattoli pennella al centro, la difesa manfredoniana è schierata ma si perde l’inserimento da sinistra di Bruno che di testa beffa Fiotta. Il gol subito non sveglia il Manfredonia, che nonostante il vento a favore non riesce ad imbastire azioni da rete ed a sfruttare le traiettorie al contrario del Celle, che al 35’ raddoppia: Perdonò si invola verso la porta sfruttando il posizionamento errato della difesa, Fiotta in uscita lo affronta atterrandolo in area. Per il direttore di gara (protagonista in negativo del match) è rigore che lo stesso numero 10 di casa realizza, spiazzando il portiere. 2-0 e tutti negli spogliatoi, sotto una pioggia battente.

La ripresa si apre con il Celle che vuol chiudere definitivamente i giochi: al 5’ Perdonò incrocia in corsa, palla sul palo e dopo 1’ ci prova De Paolis dal limite, buona la risposta di Fiotta in angolo.

Il Manfredonia FC ritrova l’orgoglio subito dopo le due azioni dei padroni di casa e nonostante il doppio svantaggio, prendono in mano il pallino del gioco costringendo il Celle ad abbassarsi dietro la linea della palla; reazione tardiva, purtroppo, che non crea grossi pericoli alla porta nonostante i continui tentativi. Al 25’ l’arbitro diventa protagonista: punizione dal limite di Totaro, Perdonò in barriera “stoppa” la palla deviando la traiettoria ma per l’arbitro è tutto regolare. La decisione assurda provoca il caos in campo, oltre che l’espulsione (per doppia ammonizione) dello stesso Totaro, tra l’incredulità dei presenti e dei protagonisti in campo che cercano il confronto pacifico con il direttore di gara, il quale si dimostra tutt’altro che aperto al dialogo, minacciando espulsioni a raffica. La gara perde senso, il nervosismo tra i blues è alle stelle ma il Manfredonia, sotto di due gol e di un uomo, continua a schiacciare il Celle, costretto a ripartire in contropiede come avviene nel finale, quando i bialloverdi chiudono definitivamente il match con il neo-entrato Bruno, autore di una doppietta in pochi minuti. Poi soltanto il triplice fischio di un pessimo ed al quanto presuntuoso sig. Diella di Barletta, assoluto protagonista (in negativo) di giornata.

Il tabellino // Celle San Vito – Manfredonia FC 4-0 CELLE SAN VITO (4-3-3): Bruno; Lo Mele, Larossa, Fiore, Recchia; Brattoli (44’st Sciarra), Acquaviva, Lagrasta (29’st Narciso); Perdonò (41’st Celentano), De Paolis (35’st Bruno), Russo (32’st Autunno). A disp. Fiscarelli, F. Gramazio. All. Attilio Presutto MANFREDONIA F.C. (4-4-2): Fiotta; S. Vitulano, Di Mauro, Marmo (7’st G. Iaccarino), Lupoli; Prencipe, Totaro, Ciullo, Tomiri (7’st Vergura); Trotta, Vaccarella (42’st M. Gramazio). A disp. G. Vitulano, M. Iaccarino. All. Elia Gravinese ARBITRO: Michele Diella di Barletta MARCATORI: 12’pt Russo (C), 35’ rig. Perdonò (C); 38’st e 46’st Bruno (C) AMMONITI: Tomiri, Totaro (M), Russo, Larossa, Brattoli (C) ESPULSO: Al 26’st Totaro (M) per doppia ammonizione NOTE: Giornata piovosa, vento forte, campo in terra battuta. Angoli 2-4. Recupero: 2’pt, 5’st

Calcio,”trasferta amara per il Manfredonia fc ma che arbitraggio” ultima modifica: 2018-01-22T08:29:17+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Pin It on Pinterest

Share This