Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SEQUESTRO Autoparchi sequestrati nella Bat, quattro persone denunciate

Da anni residui di batterie, oli e carburanti venivano assorbiti dal terreno

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
22 Gennaio 2024
BAT // Canosa di Puglia //

CANOSA DI PUGLIA (BAT) – Quattro persone, di età compresa tra i 38 e i 69 anni, due delle quali con precedenti penali, sono state denunciate dai carabinieri a Canosa di Puglia, nel nord Barese, per violazione delle norme contenute nel testo unico per l’ambiente.

Si tratta dei gestori di autoparchi, che si trovano a ridosso della statale 93, nella zona industriale di Canosa e nella frazione di Loconia, estesi per una superficie complessiva pari a 110mila metri quadrati e del valore di 3 milioni e mezzo di euro, in cui sono state riscontrate anomali.

Nello specifico, in base ai controlli svolti dai militari supportati dai colleghi dello squadrone Cacciatori di Puglia e dai forestali, gli autoparchi in cui venivano parcheggiati mezzi di vario tipo e stipate parti meccaniche oltre a carrozzerie di vecchie auto, erano tutti privi di sistemi di impermeabilizzazione del suolo, di griglie per la raccolta delle acque e di appositi impianti per la depurazione e la disoleazione utili a trattenere residui di oli e idrocarburi altamente inquinanti.

Dagli accertamenti è emerso che alcune automobili erano presenti nelle aree sequestrate da anni con residui di batterie, oli e carburanti che venivano assorbiti dal terreno.

I gestori, un 38enne, un uomo di 69 anni, un altro di 54 e un 62enne tutti di Canosa, non avevano contezza né del danno ambientale che stavano commettendo né delle conseguenze per la salute dei cittadini.

L’operazione è inserita nelle attività di controllo del territorio e di contrasto ai reati ambientali.

Fonti verificate: ANSA //

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.