Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

VIVIANA Morì dopo parto, rigettata richiesta archiviazione della procura

Il gip del tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, ha rigettato la richiesta di archiviazione della procura di Brindisi per l'inchiesta sulla morte di Viviana Delego

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
22 Marzo 2024
Brindisi // Cronaca //

Il gip del tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, ha rigettato la richiesta di archiviazione della procura di Brindisi per l’inchiesta sulla morte di Viviana Delego, l’insegnante di 42 anni deceduta il 22 dicembre 2022 nell’ospedale Perrino di Brindisi dopo aver dato alla luce due gemelli.

Ad opporsi alla possibile archiviazione invocata dal pm, la famiglia della donna, rappresentata dall’avvocato Paolo D’Incecco.

Oggi il gip accogliendo l’istanza dei familiari di Viviana Delego ha disposto altri tre mesi d’indagine.
L’inchiesta, per omicidio colposo a carico d’ignoti, fu avviata dalla procura dopo la denuncia presentata dal marito della 42enne. Secondo quanto emerso finora, la donna, già madre di una bimba, fu sottoposta a isterectomia per via di una grave emorragia successiva al parto. Nella relazione del primario del reparto di Chirurgia generale dell’ospedale Perrino di Brindisi che la operò, sarebbe stato il ginecologo di turno a chiedergli di intervenire perché, per sua stessa ammissione, non sarebbe stato in grado di eseguire l’intervento di asportazione dell’utero. Nel novembre del 2023 la procura aveva avanzato richiesta d’archiviazione anche in seguito alla documentazione presentata dal consulente incaricato. Oggi, invece, la pronuncia di del gip.

Lo riporta l’Ansa.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.