Regione-Territorio
A cura dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze

Nuovo arresto per l’ex vice prefetto di Livorno


Di:

Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze – dott. Maurizio Caivano – su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Dott. Giuseppe Creazzo ed emessa nei confronti di Daveti Giovanni (già Vice Prefetto di Livorno), indagato, in concorso con un impiegato della Prefettura di Prato per l’ipotesi di reato di accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico.

Il provvedimento cautelare eseguito stamane dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Firenze che hanno operato sotto il coordinamento del Sost. Proc. Dott.ssa Christine Von Borries, è stato emesso sulla base delle evidenze investigative raccolte nell’ambito di una più ampia attività d’indagine svolta dalle Fiamme Gialle fiorentine, a seguito delle quali è stato possibile rilevare – è riportato nella nota stampa – come Daveti, per il tramite di un dipendente della Prefettura di Prato, almeno in tre occasioni, abbia acquisito, dalla banca dati SDI delle Forze di Polizia, informazioni ivi presenti sul conto di due soggetti, tra cui un pregiudicato nei confronti del quale era in corso di emissione un ordine di esecuzione pena a seguito di passato in giudicato di una sentenza della Corte di Cassazione per reati contro il patrimonio, al fine di favorirne la latitanza. Per tale ultima circostanza, al DAVETI (peraltro attualmente detenuto presso il carcere di Sollicciano in quanto destinatario di altro provvedimento restrittivo della libertà personale recentemente emesso dal Tribunale di Livorno) viene anche contestato il reato di procurata inosservanza di pena.

Nuovo arresto per l’ex vice prefetto di Livorno ultima modifica: 2018-08-22T11:39:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This