Manfredonia

Manfredonia, libri di bordo elettronici, riduzione tolleranze specie marine: accordo regolamentare pesca


Di:

pesca-golfoMfManfredonia – IL Consiglio agricoltura e pesca svoltosi in questi giorni in Lussemburgo (2966th Agriculture and Fisheres Council meeting- provisional version- Luxembourg, 19 and 20 october 2009) ha raggiunto un accordo politico sul regolamento che stabilisce un “aggiornamento del sistema di ispezione, monitoraggio, controllo e sorveglianza delle regole della politica comune della pesca in tutta la filiera, dalla rete al piatto”.

Vengono introdotti: attivita’ di ispezione standardizzate e coordinate in ogni anello della catena: in mare, nei porti, durante la trasformazione, il trasporto e fino alla commercializzazione; standard generali per misure di controllo specifiche applicabili ai piani di ricostituzione delle specie, alle aree marine protette ed agli scarti; un esaustivo sistema di tracciabilita’; norme sulla pesca sportiva per renderla compatibile con gli obiettivi e le regole della pcp (politica comune della pesca (Pcp), strumento di cui si è dotata l’Unione europea per gestire la pesca e l’acquacoltura, strumento che poggia dall’ottobre 1970 su un’organizzazione comune dei mercati (OCM) che mira ad instaurare un corretto equilibrio tra l’offerta e la domanda nell’interesse dei pescatori e dei consumatori europei.

L’OCM istituisce norme di commercializzazione, un regime di stabilizzazione dei prezzi e regole che disciplinano gli scambi con i paesi terzi.

pesca-pcpTra gli obiettivi della PCP figurano la protezione degli stock ittici dallo sfruttamento eccessivo, la garanzia di un reddito per i pescatori, il regolare approvvigionamento dei consumatori e dell’industria di trasformazione a prezzi ragionevoli e lo sfruttamento sostenibile delle risorse acquatiche viventi da un punto di vista biologico, ambientale ed economico.

La riforma della Pcp del 2002 ha favorito l’adozione di un approccio a più lungo termine per la gestione della pesca, comprendente l’elaborazione di piani di ricostituzione pluriennali per gli stock che hanno superato i limiti biologici di sicurezza, e di piani di gestione pluriennali per gli altri stock. L’obiettivo è stato quello di attuare progressivamente una gestione della pesca basata sugli ecosistemi.

Nel 2008 la Commissione ha avviato una revisione della politica comune della pesca, basata sull’analisi dei successi e delle lacune della politica attuale; essa inoltre esaminerà altri sistemi di gestione della pesca al fine di individuare alcune possibili alternative per iniziative future.

Tra le altre misure adottate dal consiglio Europeo Agricoltura e Pesca: l’utilizzo di moderne tecnologie ispettive (vms) per le barche oltre i 12 metri, sistemi di identificazione automatica (ais), libri di bordo elettronici per consentire lo scambio di dati; il monitoraggio della capacita’ di pesca e la certificazione della potenza dei motori; la riduzione dal 20 al 10 per cento del margine di tolleranza per le stime registrate nel libro pesca per tutte le specie. sono poi riviste le sanzioni, prevedendo in particolare un sistema “a punti” per le violazioni dei singoli o la possibilita’ di ridurre o cancellare gli aiuti per gli stati membri che” non rispettano la pcp”.

Manfredonia, libri di bordo elettronici, riduzione tolleranze specie marine: accordo regolamentare pesca ultima modifica: 2009-10-22T14:07:43+00:00 da Agostino del Vecchio



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This