Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CHIUSURA San Nicandro Garganico, RSA a rischio chiusura. Vocale: “Comune dalla parte di pazienti e lavoratori”

"L'azienda ha annunciato non solo l'aumento delle rette mensili ma anche la corresponsione degli arretrati"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
23 Marzo 2024
Gargano // Manfredonia //

SAN NICANDRO GARGANICO (FOGGIA) – “Giorni fa sono stato contattato dai parenti dei pazienti della RSA S. Raffaele di San Nicandro Garganico, in quanto l’azienda ha annunciato non solo l’aumento delle rette mensili ma anche la corresponsione degli arretrati, al fine di coprire la compartecipazione alle rette mensili.

In alternativa, sarà costretta a licenziare circa 10 operatori sanitari e collaboratori.

La questione sarebbe dovuta alla interpretazione della norma regionale sulle quote di compartecipazione.

Attendiamo fiduciosi la sentenza del TAR, che speriamo arrivi presto e sia favorevole alle legittime istanze di pazienti e lavoratori.

𝗡𝗼𝗶 𝘀𝗶𝗮𝗺𝗼 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗹𝗼𝗿𝗼 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗲: i lavoratori non possono e non devono perdere il lavoro per errori di chi sta sopra le loro teste.

E, per quanto possa essere giustificato e ammissibile un aumento delle rette a carico dei pazienti, non possiamo ammettere che si chieda a loro anche la liquidazione degli arretrati di mesi e di anni!

Speriamo di avere al più presto aggiornamenti, anche alla luce del pronunciamento del TAR Puglia, che confidiamo arrivi presto”.

Lo riporta in una nota il Sindaco Matteo Vocale.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.