Foggia

Noe: “500mila T Rifiuti speciali nel Foggiano, provenienti da Campania”


Di:

(ANSA) – FOGGIA, 23 APR – Rifiuti speciali di ogni tipo, anche ospedalieri, provenienti dalla Campania e ‘tombati’ in una mega discarica ad Ordona, nel foggiano, vengono portati alla luce in queste ore dai carabinieri del Noe in una campagna di scavi che proseguirà nei prossimi giorni. Le ruspe stanno dando le prime conferme all’inchiesta della Dda su un traffico illegale di rifiuti tra la Campania e la Puglia. Si stima che a Ordona siano interrate 500.000 tonnellate di rifiuti.

Smaltimento illecito rifiuti Campania-Foggia, 14 arresti (FOTO-VIDEO) – 11 APRILE 2014
Foggia, traffico illecito rifiuti, 14 arresti, Soldo: un ecocidio
Sversamento 13mila T rifiuti tra Foggiano e Campania, L.Di Gioia: quantificare danni
Sversamento rifiuti, Giannatempo: nessun legame con PA foggiane

VIDEO OPERAZIONE BLACK LAND 11 APRILE 2014

Redazione Stato@riproduzioneriservata

FOTOGALLERY STATOQUOTIDIANO – TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Noe: “500mila T Rifiuti speciali nel Foggiano, provenienti da Campania” ultima modifica: 2014-04-23T13:00:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Eugenio Gargiulo

    Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    Commette un reato penale chi abbandona l’automobile in un’area pubblica quando la carcassa può essere considerata un rifiuto pericoloso!

    Incappa nella commissione del reato di “illecito ambientale” (art. 6 della l. n. 210/2008) il proprietario dell’automobile che lascia il proprio mezzo, in pessimo stato, in un’area pubblica come un parcheggio. In tali casi, l’abbandono del rifiuto pericoloso può comportare una multa estremamente salata. La carcassa dell’auto deve essere considerata,infatti, dal giudice un “veicolo fuori uso” e un “rifiuto speciale”.

    Ad affermarlo è una recentissima sentenza della Cassazione . (Cass. sent. n. 20492 del 19.05.14.)

    Per qualificare un veicolo “fuori uso” e quindi “rifiuto speciale”, è necessario che vi sia:
    A)la volontà di abbandono da parte del proprietario il veicolo
    B) l’oggettiva inidoneità del veicolo a svolgere la sua funzione.

    In pratica, a qualificare un veicolo come “fuori uso” potrebbe essere il suo pessimo stato di conservazione o il fatto che il mezzo sia privo dei vari componenti.

    Inoltre è necessario che lo stesso mezzo sia stato abbandonato sia su un’area pubblica che, eventualmente privata: così, per esempio, nei pressi di un campo sportivo, in una campagna, in un parcheggio gratuito o a pagamento, nei pressi di una discarica, in un cortile condominiale, ecc.

    Infatti, si deve considerare fuori uso, sia il veicolo di cui il proprietario si disfi o abbia deciso o abbia l’obbligo di disfarsi, sia quello destinato alla demolizione, ufficialmente privo delle targhe di immatricolazione, anche prima della materiale consegna a un centro di raccolta, sia quello che risulti in evidente stato di abbandono, anche se giacente in area privata .
    Foggia, 20 maggio 2014 Avv. Eugenio Gargiulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This