Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Deposito gpl Energas, le conclusioni della Commissione regionale (DG)

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
23 Giugno 2015
Manfredonia //

Bari/Manfredonia – ‘’L’AGGIORNAMENTO del SIA, datato 2013. non colma alcune lacune degli studi precedentemente proposti: nello specifico non si comprende perchè il proponente evita di valutare l’esposizione da emissione in atmosfera di agenti chimici dichiarando che l’impianto non è soggetto ad autorizzazione alle emissioni perché verranno condotte ‘operazioni di movimentazione svolte interamente a ciclo chiuso’. In realtà lo stesso proponente descrive tra le fasi di processo anche l’imbottigliamento del GPL in contenitori di diversa capacità e fasi di travaso quali la caricazione/discarica dalle navi, autobotti e ferro cisterne; tra l’altro, anche il riempimento di bombole e serbatoi vuoti prevede la riparazione di detti contenitori, lo svuotamento delle bombole troppo piene, lo svuotamento delle bombole prive di tenuta, attività queste che palesano evidenti rischi per l’ambiente e la sicurezza dei lavoratori. Non vengono descritte quali siano le azioni da intraprendere per evitare il rischio *criogenico’ in caso di uscita accidentale di gas ad alta pressione. Non viene prodotto uno studio previsionale dell’impatto acustico, ai sensi della L. 447/95 nonché della vigente legge regionale, che tenga conto di tutte le fasi di processo dalla caricazione/discarica del GPL dalla nave all’imbottigliamento nei contenitori ad alta pressione”.

Così nella parte introduttiva della conclusioni riportate nel parere endoprocedimentale espresso dalla Regione Puglia (‘Area politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e per l’attuazione delle opere pubbliche. Assessorato alla qualità dell’Ambiente – Servizio ecologia – Ufficio programmazione, politiche energetiche, V.I.A. e V.A.S.‘) nell’ambito della procedura di valutazione di impatto ambientale nazionale relativa alla richiesta di installazione di un Deposito costiero Gpl dell’Energas-Q8 in località Spiriticchio a Manfredonia.

Il parere dell’assessorato regionale risale al 25 maggio 2015; in seguito l’istanza (con data 27 maggio 2015) di autorizzazione ai sensi della legge 4 aprile 2012 n.35 recante “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo” articoli 57 e 57 bis (vedi focus in basso,ndr) inviata dall’EnerGas – Q8 di Napoli tra l’altro all’Autorità Portuale e alla Capitaneria di Porto di Manfredonia (oggetto: ‘con annesso gasdotto di collegamento all’esistente molo A5 del Porto industriale di Manfredonia e raccordo ferroviario all’esistente stazione ferroviaria di Frattarolo’); in seguito la delibera della Giunta regionale pugliese del 05.06.2015 (che, nell’ambito del procedimento ministeriale di V.I.A., in conformità a quanto disposto dal Comitato Regionale per la V.I.A. nella seduta del 25.05.2015, ha espresso parere favorevole condizionato di compatibilità ambientale, all’aggiornamento istanza di V.I.A. presentata in data 10.11.1999 da ENERGAS S.p.A. ex ISOSAR S.r.l di Napoli, per il citato progetto).

Gli aspetti tecnico-scientifici dell’intervento sono stati attentamente valutati e non si ritiene, dagli studi a disposizione, che non vi siano tutte le informazioni atte a garantire un’assoluta esclusione degli impatti sulle componenti ambientali. Gli studi ambientali forniti al Comitato per le valutazioni di competenza risultano obsoleti, anche se per alcuni aspetti risultano essere stati aggiornati. Sembrano prevalere infatti, nell’esame che si è tenuti a condurre, gli aspetti giuridici, che hanno posto in risalto come nel passato l’iter procedurale abbia scontato una non completa linearità di valutazione, a detta dei giudizi amministrativi, che a vario titolo e in più occasioni hanno posto ciò in evidenza, come ampiamente riportato nelle pagine precedenti“.

Il Comitato ritiene che un intervento non solo non debba incidere negativamente sulle componenti ambientali interessate, ma possa costituire addirittura un’occasione per garantire, oltre alla compatibilità, il miglioramento delle condizioni ambientali e, in fase di esercizio, addirittura un continuo miglioramento delle stesse. Gli studi sul territorio condotti nella stesura di strumenti di pianificazione e programmazione, mettono in risalto la presenza di valori ambientali comunque pregevoli presenti: non a caso il sito di intervento risulta inserito in Zona di Protezione Speciale, oltre ad essere limitrofo al Parco Nazionale del Gargano”.

“Si ritiene quindi che, nel prendere atto di quanto asserito nelle varie decisioni esaminate, ovvero che “omissis la pronuncia del giudice di primo grado, confermata in sede dí appello, assume efficacia autoesecutiva, immediatamente satisfaffiva della pretesa azionata in giudizio e preclude alle Amministrazioni coinvolte l’emanazione di provvedimenti che trovino fondamento in quelli annullati, nonché di atti contrari alle statuizioni contenute nella sentenza……omissis … Ritiene peraltro il Collegio che … omissis ….. l’Amministrazione sia tenuta ad adeguarsi senza che peraltro ciò comporti l’esercizio di alcun potere di amministrazione attiva discrezionale.”

“E ancora, il Consiglio di Stato nel 2009, con la richiamata sentenza n. 5123/09, aveva evidenziato che il giudicato formatosi su tali sentenze e l’effetto conformativo delle stesse sono rimasti integri, anzi rinforzati dalla richiamata sentenza di revocazione n. 5499/2003. Si legge ancora che ‘Il Collegio ritiene che la sentenza n. 5499/2003, nel respingere il ricorso per revocazione avverso la )( precedente sentenza n. 3975/2002, non ne abbia modificato l’effetto conformativo, ma anzi lo abbia ribadito“.

“Pertanto, nel dover prendere atto della impossibilità di poter discutere nel mento tecnico, si ritiene che il parere favorevole giuridico di cui in questa sede si deve prendere atto con l’espressione del giudizio di compatibilità favorevole non debba escludere comunque la possibilità di espnmere prescrizioni di dettaglio come nel seguito e di chiederne il recepimento”.

Slide – Parere Commissione regionale 25.05.2015

Redazione Stato,dd@riproduzioneriservata

25 commenti su "Deposito gpl Energas, le conclusioni della Commissione regionale (DG)"

  1. ..il Comitato se lo piantasse nel suo retro il bombolone!!!
    I politici manfredoniani .. commenteranno questo scempio che si sta incubando alle porte della citta?
    ma…
    IL BOMBOLONE VIENE ORA

  2. Caro sindaco, visto che hai sempre asserito che non c’era niente di vero ed erano tutte chiacchiere il timore e le preoccupazioni dei cittadini di Manfredonia riguardo il bombolone di gpl che vogliono realizzare alle porte della città…..ora vogliamo sentire la tua voce!!!!!!.
    Non è che aprirai bocca soltanto dopo che tutto è stato realizzato? come d’altronde è successo con i pannelli solari vicino l’Eurospin?
    Al bombolone faremo fare la fine dell’Enichem!!!!!!!!!!!!!

  3. Qui , in silenzio, e meno male che non c’era nulla di quanto riferito dal Consigliere di 5stelle riguardante la progettazione del MAXIBOMBOLONE dell’Energas, e successivamente RINNEGATO e nascosto dal nostro SINDACO , siamo arrivati alle conclusione di pareri Regionali.
    Caro Ing. MARINI, di questa progettazione il primo parere da avere e’ quello dei CITTADINI che devono viverci ogni giorno con questo rischio alle spalle, poi si aggiungono quello del MISE, Regione, Parco Nazionale…..
    Visto che e’ talmente sicuro, lo potete installare benissimamente a casa vostra a Napoli.
    Per quanto riguarda la raccolta di firme, saranno di certo oltre le 5.000 previste per la NON installazione.
    SINDACO, negare alla cittadinanza una tale progettazione diab…..
    e’ una menzogna molto grave nei confronti dei propri cittadini, che hanno il diritto di riguardarsi sulla propria sicurezza personale.

  4. CITTADINI DI MANFREDONIA, SVEGLIAMOCI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!

  5. LA NS. NAZIONE SI E’ IMPOVERITA DI ATTIVITA’ INDUSRTIALI PER DAR SEMPRE RETTA A TUTTE LE LUNGAGGINI E BLOCCHI DA PARTE
    DEI VERDI ,AMBIENTALISTI,SOVRAINTENDENZA,AUTORITA’ PORTUALE ,REGIONE,PROVINCIA,COMUNE,ASL,ISPELS,INAIL,MINISTERO,PARCHI NAZIONALI, E’ PIU’ CHE NE HA NE METTA.
    LA NAZIONE E SENZA LAVORO CAPITELO

    ANDATE AVANTI

  6. Si certo andiamo avanti, Manfredonia la nuova gomorra del Sud! Per fortuna a Manfredonia non ci sono solo ignoranti e asserviti al potere.

  7. L’unica possibilità che hanno gli uomini del gas, ivi compreso i subordinati locali è una sola: fornire lo sponsor alla squadra di calcio locale…finanziarlo fortemente e in pochi giorni 60.000 leoni diventerebbero 60.000 balocchi! E oltre al gas perchè no una bella centrale atomica a Macchia! Dimenticavo qualche concerto con cantante di grido e un bel fuoco di artificio il 31 agosto

  8. MA CHI SONO QUESTI .CHE PARLANO DI SVILUPPO INDUSTRIALE? AL NORD SONO PIU’ AVANTI DI NOI PERCHE’ NON SI SONO IGNORANTI COME QUI..INFATTI QUESTE CENTRALI LE FANNO AL SUD!

  9. Dopo l’arsenico, il cemento e subito dopo il gas, che bello!!

  10. …che hanno prodotto solo scempi, illusioni e tantissima disoccupazione….

  11. LA PAROLA AI CITTADINI! DEV’ESSERE IL POPOLO SIPONTINO ARTEFICE DEL SUO DESTINO! QUANTE PERSONE HANNO DECISO PER NOI, QUALI SONO I LORO NOMI? CHI SONO COSTORO? CON QUALE ARBITRIO DECIDONO LE SORTI NOSTRI E DELLE FUTURE GENERAZIONI?

  12. In questi mesi ognuno di noi ha espresso pareri, ora è il momento di agire! E’ stata creata una pagina su Facebook ieri e siamo già 1500 a dire no! Per chiunque volesse, mettete un mi piace e invitate gli altri sfavorevoli! https://www.facebook.com/pages/Salviamo-Manfredonia-no-al-deposito-Gpl/1585212991746080?ref=ts&fref=ts questo è il link della pagina, mi raccomando! Essa ha come unico scopo quello di riunirci, per decidere come agire in concreto

  13. E del Sindaco che richiede lo spostamento della delimitazione del Parco Nazionale del Gargano NEL 2011 NON SE NE PARLA? Pensate ancora che sia contrario?? Basta perdere tempo, se non agite voi ADDIO

  14. L’industrializzazione con una bomba sotto al sedere ha poco a che vedere. Il comune di Parma non vuole l’inceneritore, i cittadini del nord so oppongono alla cementificazione. L’industrializzazione o modernizzazione sta nel cambiare mentalità, il progresso e l’ambiente devono andare di pari passo. Con il deposito GPL quanti ci lavoreranno??? 7-8 persone che non saranno nemmeno di Manfredonia.

  15. Il popolo ha deciso il 31 maggio, di cosa voleva fare da grande, con la sua espressione di voto ha scelto ENERGAS ogni commento fatto a posteriori dalle elezioni non ha alcun senso.
    Noi del movimento ” Noi con Salvini ” Manfredonia, abbiamo portato a conoscenza i cittadini del grave pericolo che incombe sulla nostra città, le testimonianze del lavoro svolto lo trovate sul mio profilo facebook e alla pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Antonio-Novelli-Noi-con-Salvini-/109674599058179?ref=hl.

  16. che ci azzecca??? . Nessuno vuole il gas a Manfredonia??? Capito? Tranne….gli interessati. Mi scusi ma per le strade gli unici che informavano erano Manfredonia nuova e 5 stelle. Dov’erano i vs. gazebo? e visto che sei con salvini portate il gas nel nordest! Grazie,

  17. Lei rappresenta i 132 elettori che hanno suffragato il suo partito e non certo può rappresentare il mio pensiero e quello di decine di migliaia di sipontine e sipontini di Manfredonia e fuori Manfredonia. Tra l’altro, lei non ha letto il programma della coalizione di maggioranza? Non mi pare si faccia alcun accenno alla centrale del Gpl? Io ho votato Riccardi, embè? Sono convinto che darà battaglia per proteggere noi e i nostri figli e che questa centrale non si farà a dispetto di quello che scrive il sig. Novelli! E comunque il sindaco ha bisogno di sostegno, lottiamo ragazzi contro questo epocale pericolo per la nostra città!

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.