Manfredonia

Manfredonia, ruba gioielli in camera da letto; arrestato 26enne


Di:

Carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia (ST - archivio)

Manfredonia – SI introduce in un’abitazione con le chiavi rinvenute nel vano ascensore, smarrite da un condomino. Da qui l’arrivo in una camera da letto e l’asportazione di gioielli di un valore di circa 7mila euro. Autore un ascensorista incensurato 26enne, F.O..

E’ successo a Manfredonia, con i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, comandante Ten. Antonio Stanizzi, che hanno arrestato ieri l’uomo con l’accusa di furto in abitazione (da nota stampa dei Carabinieri, ndR).


I fatti.
Una donna, giunta in casa con un familiare, si imbatte in un ladro allertando subito i carabinieri attraverso il 112. I militari si portano tempestivamente sul luogo della richiesta, in zona via Barletta. Giunti nell’appartamento oggetto della segnalazione telefonica, i militari vengono informati dalla vittima e da un familiare dell’irruzione di un giovane nella camera da letto intento a frugare in una borsetta; il ladro, vistosi scoperto, ammetteva di aver rubato dei preziosi all’interno della borsetta, riconsegnandoli senza opporre resistenza.

I carabinieri hanno subito individuato il malfattore, palesemente agitato, il quale si trovava ancora all’interno dell’abitazione e, dopo averlo generalizzato e perquisito sul posto, lo hanno accompagnato in caserma per gli accertamenti del caso. Dalla descrizione dei fatti, emersa successivamente in sede di escussione della vittima, i carabinieri sono riusciti a fare luce sulla vicenda: il ladro (ascensorista di professione) si era introdotto nell’abitazione facendo uso delle chiavi rinvenute nel vano ascensore, già smarrite dal figlio della stessa. La donna riferiva inoltre che il valore della refurtiva recuperata ammonta a circa settemila euro.

Il malfattore dopo le formalità di rito è stato tradotto nel proprio domicilio agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.


Redazione Stato@riproduzione riservata

Manfredonia, ruba gioielli in camera da letto; arrestato 26enne ultima modifica: 2012-07-23T09:18:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
38

Commenti


  • Vriogna sipontina

    Un altro disoccupato!!!


  • paolo

    Purtroppo i furti aumenteranno vertiginosamente. Ormai la popolazione è affamata. Molta gente non riesce ad andare avanti per il fabbisogno quotidiano della famiglia.


  • Michele

    andate a rubare nelle case dei ..
    troverete molti tesori


  • DACUMBA

    questa e la dimostrazione che ha manfredonia non lavora nessuno quindi datevi una mossa……….


  • Jack

    @paolo: essere affamati non deve essere un motivo per rubare altre persone (chissa’, affamate anche loro). Sempre questa dannata logica della comprensione e del perdono! Speditelo in carcere…


  • La città dei Porti (INUTILI)

    Ma scusate come fate a dire che a manfredonia le persone non possono mangiare, non possono vivere, sono disoccupate ecc. ecc…!!! Mi spiegate allora come caaaa……..ooo fanno a stare le pizzerie TUTTE PIENE ogni dannato giorno??? come fanno a pagare??? so tott cumbagn??? io che stec senz na lr, la sera mang a ches!! pen e pmmdr!! e ancora… mi spiegate come fanno un popolo di disoccupati a vivere costantemente nelle macchine con la benzina a due euro al litro??? me lo sapete dire?? no perchè il traffico che sta in questa città, non sta nemmeno a roma, milano, mosca, londra… forse avranno tutti la macchina ad aria!!! ma per favore… nei paesi dove davvero esiste la povertà, la gente scende e sta scendendo in piazza a protestare contro il governo ladro, noi invece andiamo al mare…


  • deluso

    per la città dei porti (inutili)-concordo pienamente con lei.


  • Cugino

    il nipote di………e con un lavoro,che vrjiogn..forse la moglie costa!


  • paolo

    il nipote di chi?


  • eric

    che dire su quello che e’ successo che non ci sono parole x descrivere questo gesto ignobile fatto da gente che lavora sta bene nel sociale e che il benessere non li manca e si mette anche a fare questo a questo punto mi dispiace dirlo ma ha perso anche la dignita’ come persona e non vale niente siamo arrivati proprio alla frutta


  • rewards

    Che sia o non sia il nipote di… poco importa. E di buona famiglia direi ottima. Credo che siano dei raptus che possono prendere tutti noi ed in settori diversi come ad esempio finire a letto con la moglie dell’amico, o trovare un portafogli o un telefonino e non consegnarlo, o mentire coscientemente. Certi comportamenti non sono esempio della educazione familiare, ma pulsioni che vengono allo scoperto nelle occasioni propizie. (L’occasione fà l’uomo ladro) Quindi chi è senza peccato scagli la prima pietra. La legge è un’altra cosa e prevede delle condanne per ogni reato. (dura lex sed lex) La signora che ha voluto denunciarlo a tutti i costi non piangeva forse per il figlio quando lo stesso era in carcere, dicendo se tornassi indietro non lo denuncerei? Meditate gente meditate.


  • Salvo

    Concordo pienamente con “rewards”, non capisco però lo spirito sarcastico di “Cugino”. Io eviterei commenti a sproposito su persone terze, estranee alla vicenda.


  • muzio scevola

    certo che siamo arrivati alla frutta… caro rewards sembri più ad un addetto stampa che ad un lettore di stato, comunque ci manca solo che la signora (credo parte offesa) gli chieda scusa al presunto colpevole F.O. e che gli debba rimborsare anche per il fastio recato . poi parlare e descrivere quello che è successo alla signora… solo a Manfredonia succedono queste cose assurde far apparire reati delle cose da niente a seconda di chì le commette. a mio modesto parere la legge è uguale per tutti dico tutti. il reato è reato. è ognuno sè nè assume tutte le responsabilità da uomo.


  • Salvo

    Muzio, forse stai fraintendendo. Rewards dice che F.O. era una persona normalissima, mai coinvolto in cose del genere, incensurato, e sicuramente chi lo conosce di persona può confermare ciò. Sta dicendo che cose del genere hanno come unica giustificazione il raptus (ossia squilibrio momentaneo). Adesso però come dice lui, come diciamo “noi” e soprattutto come dice la legge … questi comportamenti vanno puniti a prescindere della classe sociale o altro. Ma occhio a non gettare solo pietre addosso a F.O. perchè noi tutti potremmo essere prede di un raptus.


  • muzio scevola

    Caro salvo & Co. a quale gruppo o circolo o come lo vogliamo chiamare appartenete? Magari mi iscrivo anch’ io.Visto che fate muro per difendere l’ indifendibile. VI LASCIO AI VOSTRI PROBLEMI O PENSIERI o come li vogliamo definire.


  • muzio scevola

    La metteresti la mano sul fuoco x lui?????????


  • Salvo

    Caro Muzio, nessuno difende l’atto compiuto. La persona ha indubbiamente sbagliato.

    Visto che forse non hai ancora ben compreso quello che vogliamo dire, allora ti dico: spero che non ti capiti mai un raptus (e capitano a tutti, naturalmente in momenti e situazioni particolari ad es. nervosismo) … e se ti capitasse una situazione analoga allora vieni a leggere qui in bacheca i commenti del tipo “forse la moglie costa!” e dimmi come ti sentirai … 😉

    Io sono contro ai commenti da IMBECILLE. Che sia chiaro…


  • Salvo

    @muzio: Ti ripeto, come sono contrario ai commenti da IMBECILLE … lo sono anche per le domande. Ciao


  • muzio scevola

    Scusami nn ho inteso mi stai dando dell’imbecille?


  • Redazione

    Cortesemente, basta; moderazione; Red.


  • muzio scevola

    Come al solito quando si deve assumere le proprie responsabilità la gente tace.risponde qualcun’ altro del club?


  • Salvo

    Per mettere la mano sul fuoco come fece il celebre “Gaio Muzio Scevola” (cmq te lo sei scelto bene il nickname) nel 508 a.C. bisogna essere davvero sicuri delle cose che si pensano e si è visti.

    Io la mano sul fuoco non ce la metto perchè non me ne può fregare nulla (non sono come uno che cerca colluttazioni virtuali come fossimo in FightClub) … ma sto ripetendo che non bisogna sputare e lanciare pietre a persone indistintamente da quelle che si dimostrano essere tutti i giorni.

    Tu stai già condannando un incensurato e non un pluriassassino, che tralaltro si è pentito sul momento (poteva essere anche mio/tuo figlio).

    Non fare come quel “Gaio Muzio Scevola”, non essere troppo sicuro di quello che dici, abbiamo solo 2 mani … e sicuramente dobbiamo usarle per fare cose buone e non cattive. Se te le bruci subito è davvero triste la cosa 😉

    Ciaoooo


  • raptus

    per rewards e salvo ma che ca..o state dicendo il raptus , l’occasione fa l’uomo ladro , ma che so’io immagino uno che si fa venire un raptus come lo chiamate voi in casa mia …..me il raptus poi me lo faccio venire io. Posso capire lo sfogo di cugino nel dire nipote di …….come abbiamo visto in altre occasioni si e’ sbattuto il mostro in prima pagina con tanto di foto e nome per esteso, invece in questa occasione si e’ usato il nome solo iniziali punteggiate forse perche’ il nome e’ uguale a un nostro famoso concittadino….. ecco il commento di cugino nipote di………Anche il fatto di essere parente a un personaggio pubblico ha i suoi privilegi non vi pare?


  • muzio scevola

    certo che negare l’evidenza dei fatti e un qualcosa che nulla a che fare con la dottrina cristiana, credo.
    Quindi una persona sè è un buon cattolico deve prendere atto di ciò che ha fatto, confessarsi difronte al SIGNORE e ammettere le proprie colpe, caso contrario potrebbero fare ammeno di andare in chiesa … magari frequentare giusto i dintorni dei luoghi sacri… meditate gente meditate…


  • Francesko

    Da sort d …….


  • gino

    X la direzione
    Ma siete razzisti?
    Primo state infangando il nome di un amico che ha una ditta di ascensori conosciuta a Manfredonia anche per il cognome molto conosciuto politicamente.
    Quindi vi prego di inserire il nome e foto come avete fatto per le due slave perche’ avete messo le foto e nomi per esteso e di questo ladro no????La legge e’ uguale per tutti o no??
    E poi questo individuo per il lavoro che fa’ deve essere individuato in modo che la gente presti attenzione.


  • Redazione

    Pubblichiamo in base a quanto reso dall’A.g.; ci sono iniziali, anni e riferimenti; grazie; Red.


  • Vriogna sipontina

    In effetti è strano che alcuni appaiano in foto lindi e pindi e questo malandrino resti nell’anonimato. Fosse per me comunque tutti dovrebbero restare anonimi, senza nemmeno le iniziali…


  • gino

    Ok scusami allora ….ce’ chi puo’ e chi non puo’.
    Che schifo!!!!


  • Michele

    Qui state prendendo fischi x fiaschi….questo articolo c’è poco di vero…nn è proprio cosi ke sn andate le cose….state incolpando una persona ke nn centra niente cn tutto questo…ATTENZIONE….meditate gente meditate…Manfredonia è un paese di ciarlatani….Ciao….


  • muzio scevola

    Caro michele x questo caso si sta usando lo stesso metodo della politica. c’e’ un’ arresto in flagranza di reato! La notizia e’ stata data da’ un comunicato stampa dall’ arma dei carabinieri! e’ qui stiamo ancora scrivendo se’ e’ vero o meno . qui il problema ormai non e’ il reato, ma’ negare l’evidenza spustata dei fatti. forse le due rom che si citavano prima non hanno ne’ le iniziali con la “o” e ne’ipotetici parenti influenti… la POLITICA di questa gente e’ negare negare negare. ormai la gente x fortuna e’ matura per capire e valutare questi comportmenti. poche parole a buon intenditor…


  • Michele

    Caro Muzio scevola….qui la Politica non centra proprio niente….non sparare cavolate se non sai la realtà dei fatti…visto che io faccio parte dell’Arma dei Carabinieri…le iniziali non vogliono dire niente.Quindi io ti dico di smetterla di fare commenti senza senso.Ciao


  • gino

    x michele
    Sanno tutti a Manfredonia chi è,e a chi appartiene.E’ normale negare altrimenti si infanga il cognome di famiglia molto conosciuto,e non è giusto che gli zii vanno sotto per le sue stronzate,perche’ sono tutti dei lavoratori e persone rispettate!!!


  • gino

    x michele
    E poi se realmente non è vero niente ,il sign. O.F. puo’ sporgere denuncia per falso,offesa morale e chi puo’ ne metta… sia a voi carabinieri per un comunicato falso,e sia alla stampa che con piccoli segnali porta a capire a quella persona,potevate farne a meno di scrivere che aveva intestato un impresa anonima a Manfredonia.(che poi è l’unica,perche’ le altre sono tutte della provincia)
    A me dispiace perche’ non è una persona che fa queste cose,e non riesco ancora a crederci.


  • Michele

    Signor Gino,come dicevo prima ci sono degli errori,e la persona che lei pensa,sta difendendo i suoi diritti tramite il suo Legale,e non è mai stato in arresto.ATTENZIONE non è neanche titolare di nessuna Ditta,è un tecnico.(forse se informato male,a manfredonia ci sono altre ditte oltre a loro).


  • gino

    X michele
    Ho avuto conferma,sign. Michele lei difende l’indifendibile.Mi dispiaci ma rattrista dirlo.


  • muzio scevola

    egreggio sig. michele intanto io nn sparo cavolate visto che nn sono autorizzato forse a differenza sua. Sè è vero che le fà parte dell ‘arma dei carabinieri( almeno lei lo ha dichiarato su questo sito) dovrebbe stare accanto hai cittadini di sicuro ONESTI e nn hai presunti tali, credo visto che lei fà parte dello STATO . Comunque lei nn può dire di smetterla di fare commenti sensa senso perchè nn ha titolo !!!!!!!!!! per ovvi motivi faccia il suo lavoro che di sicuro nn è in questa sede e comunque tutto è scaturito dal comunicato stampa dei carabinieri , presumo suoi colleghi. Quindi sè la dovrebbe prendere con loro ammesso che c’è nè sia motivo. Per quanto riquarda la sua puntualizzazione sul fatto che è un tecnico ascensorista e nn il titolare di un’azienda , si vada a fare una visura camerale della azienda in questinone per correttezza di informazione e sè lei lo riterrà la faccia pubblicare sù questo giornale. Poi un consiglio sè le può essere utile faccia mettere il nome delle presunte altre ditte come da lei su scritto sè centrano qualcosa in questa vicenda oppure faccia fare un’articolo dalla persona che lei stà difendendo per smentire quanto scritto da questo girnale… è sè è vero che fà parte dell’arma dei carabinieri buon lavoro


  • gino

    sign. Michele
    lei si camuffa in un carabiniere…invece mi sa’ che sei l’opposto… cioè’ sei l’indagato che sta camuffando la situazione.Vergognati e ammetti la verità’, perché’ il tuo gesto è perdonabile,ma aver la faccia di dire che sono chicchere no…che schifo!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This