CapitanataManfredonia

Black Land, Bordo: bonificare siti inquinati


Di:

Roma – “Il Governo, insieme alla regione Puglia, deve adoperarsi e verificare la possibilità di intervenire direttamente e con urgenza per la bonifica dei siti inquinati dallo sversamento illegale di rifiuti in provincia di Foggia, emerso con l’inchiesta Black land”. E’ quanto chiede l’on. Michele Bordo (PD), presidente della Commissione Politiche UE della Camera, nell’interrogazione al ministro dell’Ambiente in cui fa rilevare “l’impossibilità dei Comuni a fronteggiare le spese della bonifica con i fondi ordinari di bilancio e con le proprie strutture tecniche comunali”.

“La conclusione delle indagini tecniche – continua Bordo – se da un lato ha escluso che nei terreni ci fossero sostanze tossiche e radioattive, dall’altro ha fatto emergere la presenza di una quantità di rifiuti, circa 300.000 tonnellate, ben più consistente delle stime iniziali.

Nei mesi scorsi i rappresentanti del governo hanno giustamente affermato il principio che a pagare i costi delle bonifiche debbano essere i responsabili dello scempio, capaci di mettere su un giro d’affari per decine di milioni di euro ai danni del territorio e delle comunità che ci vivono. Ma non si può certo attendere la fine del processo, che si annuncia lungo e complesso, per svuotare queste maxi discariche abusive e cancellare le tracce dell’inquinamento. Occorre, allora, che Governo e Regione Puglia si attivino sinergicamente – conclude Michele Bordo – per essere al fianco ed a sostegno dei Comuni e delle comunità di Apricena, Cerignola e Ordona, vittime inconsapevoli e incolpevoli di un gravissimo delitto”.

Redazione Stato

Black Land, Bordo: bonificare siti inquinati ultima modifica: 2014-07-23T11:29:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This