LavoroStato news

Mennea: “Consorzi di bonifica, verso fine incubo cartelle pazze”


Di:

Barletta – “La sospensione della tassazione sugli immobili urbani, in attesa di un approfondimento maggiore; la riduzione del 40% del pagamento per i terreni; la presa in carico da parte della Regione Puglia degli interventi di manutenzione straordinaria per un importo di 6,3 milioni di euro appena approvati in Commissione bilancio con un emendamento”. Sono le novità che riguardano l’annosa vicenda delle cartelle pazze emesse dai Consorzi di bonifica, annunciate dal consigliere regionale del Pd, Ruggiero Mennea.

“Un risultato soddisfacente – commenta – che alleggerisce di molto il peso fiscale di questo intervento e che dà più tempo ai Consorzi per poter organizzare un Piano di manutenzione straordinaria e ordinaria efficace, che dia risultati visibili e positivi per gli agricoltori. È forte – ricorda il consigliere – la preoccupazione degli agricoltori pugliesi su questo argomento, in particolare nella Bat e a Canosa di Puglia dove oggi se ne discuterà in un Consiglio comunale monotematico. Gli agricoltori di Canosa, giorni fa, hanno infatti manifestato vivacemente chiedendo al sindaco di conoscere quale fosse la posizione della Regione rispetto agli avvisi si bonari inviati in queste settimane. Dopo gli incontri da me sollecitati, con i rappresentanti delle tanti associazioni di categoria, con l’assessore all’Agricoltura e con il direttore d’area, possiamo dire che si sta arrivando alla fine di un incubo, poiché si sta delineando una soluzione che tiene conto delle esigenze degli agricoltori nel rispetto della autosostenibilità dei Consorzi. Entro fine anno – conclude Mennea – questi avvisi, con gli abbattimenti previsti, saranno trasformati in cartelle esattoriali. E da subito si avvieranno gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria”.

Redazione Stato

Mennea: “Consorzi di bonifica, verso fine incubo cartelle pazze” ultima modifica: 2014-07-23T16:32:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This