ManfredoniaRicordi di storia
A cura di Claudio Castriotta

25.08.1994, la “tromba d’aria” che “spaventò” Manfredonia

Tanta gente correva terrorizzata, altri piangevano, ricordo che facemmo in tempo a ripararci nelle cabine e dentro al bar dello stabilimento


Di:

Manfredonia – IL mare spaccò le nuvole, tanto era alto, quando iniziò ad avanzare. Una tromba d’aria autoritaria si muoveva, rompendo vetri e facendo volare sedie dai balconi. Il proprietario di un negozio abbassò la saracinesca con uno scatto, il buio metteva angoscia e paura. Si sperava che non arrivasse il peggio.

Quasi dieci minuti di un fenomeno inconsueto.

Il 25 agosto 1994, alle ore 12.21, si oscurò all’improvviso il cielo su Manfredonia. Ero in acqua a Siponto quando vidi arrivare un ‘demonio nero’ sulla spiaggia, nuotai di tutta lena, arrivai a riva di fretta e corsi via insieme ai familiari. Tanta gente correva terrorizzata, altri piangevano, ricordo che facemmo in tempo a ripararci nelle cabine e dentro al bar dello stabilimento. Poi si fermò il tutto lentamente ma il cielo continuò a restare buio mentre il popolo aspettava il giorno che non arrivava.

Nell’attesa il paese cantava preghiere. Ricordo come quell’anno la processione in onore della Madonna di Siponto del giorno 31 fu molto sentita dai canti della fede e speranza più profonda.

(ph: manfredoniafoto.myblog.it)

(A cura di Claudio Castriotta – Redazione Stato)

Prima pubblicazione 23.08.2014

FOCUS, LA RICOSTRUZIONE DI ALBERTO MANGANO

25.08.1994, la “tromba d’aria” che “spaventò” Manfredonia ultima modifica: 2017-08-23T10:24:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Astor

    La tromba di gas..preoccupiamoci del futuro..il passato è passato.


  • Respighi

    Certo è solo un almanacco Sipontino…


  • Il sangue innocente di una bellissina scogliera stuprata e uccisa dal cemento inutile

    La grande tempesta deve ancora venire, qualcuno dice del bello in arrivo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This