Foggia
I dati in Italia sono infatti a dir poco agghiaccianti – sottolinea il sindaco di Foggia, Franco Landella

Foggia, “La violenza è la ragione di chi ha torto”

Sabato 28 novembre alle ore 18.00 in Piazza Cesare Battisti (di fronte al Teatro comunale “Umberto Giordano”) si terrà una dimostrazione di autodifesa femminile a cura dell'associazione sportiva ASD Wu Tao


Di:

Foggia. “La violenza è la ragione di chi ha torto”. Nasce da qui la campagna di comunicazione e sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e il femminicidio, rivolta agli adulti e ai ragazzi, e promossa dall’assessorato alle Politiche Sociali e dal dipartimento per le Pari Opportunità del Comune di Foggia. «Un fenomeno che reclama a gran voce un drastico cambiamento culturale, che passi, in primis, dal coinvolgimento degli uomini – afferma la Consigliera comunale, Ilaria Mari, responsabile alle Pari Opportunità del Comune di Foggia –. Motivo per cui quest’anno l’Amministrazione comunale ha scelto di promuovere una serie di iniziative rivolte in particolar modo al cosiddetto ‘sesso forte’. Manifestazioni che partiranno proprio il 25 novembre, data scelta nel 1999 dall’Onu come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e si concluderanno il prossimo 30 novembre».

«I dati in Italia sono infatti a dir poco agghiaccianti – sottolinea il sindaco di Foggia, Franco Landella –, in considerazione del fatto che ogni anno quasi duecento donne vengono uccise: per intenderci una ogni tre giorni. Secondo i dati forniti dal Viminale, nel primo semestre del 2015 gli omicidi di donne erano già a quota 74 mentre quelli in ambito familiare affettivo (quindi che comprende anche minori) sono 91. Questi numeri – aggiunge il primo cittadino – dovrebbero spingerci tutti ad una profonda riflessione se si vuole seriamente comprendere il fenomeno, analizzandolo nella società moderna». «Negli ultimi anni sono in aumento anche i casi di matricidio – spiega il vicesindaco di Foggia, Erminia Roberto –, compiuti anche per effetto del perdurare della crisi, ovvero per ragioni di denaro o per un’esasperazione dei rapporti in seguito a convivenze imposte da necessità. Anche per questo motivo abbiamo voluto estendere l’iniziativa alla Confcommercio, che chiederà ai suoi affiliati di esporre una locandina di sensibilizzazione sulle vetrine delle proprie attività commerciali, ma anche al Foggia Calcio, mondo, da sempre, prettamente maschile, con la partecipazione dei beniamini rossoneri alla corsa cittadina che si svolgerà proprio in apertura delle manifestazioni. E’ operativo, inoltre, un Centro Antiviolenza che offre uno spazio in cui è possibile esprimere i propri vissuti e raccontare e leggere le esperienze della violenza subita e ricostruire con stima e fiducia in se stessi, tracciando con operatori esperti del settore una strategia efficace di uscita dalla violenza nel più assoluto rispetto dell’anonimato, in modo del tutto gratuito. Per rivolgersi al servizio si può telefonare al numero verde 800.180903 per ricevere informazioni o fissare un appuntamento».

Questo il Programma delle manifestazioni:

Dal 25 al 30 novembre saranno colorate di rosso (colore simbolo della lotta contro la violenza sulle donne) alcune fontane cittadine: la Fontana di Piazzale Vittorio Veneto; la Fontana del Sele e quella di Piazza XX Settembre.
Mercoledì 25 novembre alle ore 9.30 è in programma al “Teatro del Fuoco” un convegno dal titolo “Contro la violenza per vivere libere e sicure”

Alle ore 18.00 ci sarà la “Corsa Cittadina” non competitiva:
Il percorso si snoderà lungo alcune vie del centro cittadino. Punto di partenza: Piazza Vittorio Veneto – Viale XXIV Maggio, Piazza Cavour, Via Lanza, Piazza Giordano, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Federico II, Via Arpi, Via Fuiani. Punto d’arrivo: Corso Garibaldi, davanti a Palazzo di Città. Qui i partecipanti troveranno alcuni calciatori del Foggia Calcio e l’allenatore della squadra rossonera Roberto De Zerbi che immediatamente dopo, insieme al primo cittadino, Franco Landella, e a tutti i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, srotoleranno lungo le facciate di Palazzo di Città un manifesto di sensibilizzazione a sostegno della lotta contro il femminicidio. Manifesti che rimarranno esposti per tutta la durata delle iniziative cittadine. Chi volesse partecipare alla corsa può presentarsi nei pressi della stazione ferroviaria alle ore 18.00.

Sabato 28 novembre alle ore 18.00 in Piazza Cesare Battisti (di fronte al Teatro comunale “Umberto Giordano”) si terrà una dimostrazione di autodifesa femminile a cura dell’associazione sportiva ASD Wu Tao. Le iniziative si chiuderanno lunedì 30 novembre quando, in occasione della consueta partita di campionato, i giocatori del Foggia Calcio, indosseranno un nastro rosso al braccio per manifestare la loro vicinanza alle vittime di questo terribile reato. Nell’occasione sarà esposto lungo la Tribuna dello stadio “Pino Zaccheria”, il manifesto simbolo della campagna di sensibilizzazione promossa dall’Amministrazione comunale.

Foggia, “La violenza è la ragione di chi ha torto” ultima modifica: 2015-11-23T12:06:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This