Manfredonia
"Dopo le foto ricordo di rito in Cattedrale, la Banda è ritornata alla sede in Corso Manfredi"

Manfredonia, celebrata la tradizionale festa di Santa Cecilia

Dopo il concerto, tutti i bandisti, il presidente, il M° di Banda e il bidello della banda, erano soliti festeggiare la ricorrenza con il consueto banchetto serale “u spundine” o “uascezze”


Di:

Manfredonia. Domenica 22 novembre 2015 è stata celebrata come da antica tradizione, la Festa di Santa Cecilia Patrona della musica, dal Complesso Bandistico Città di Manfredonia diretto dal M° Giovanni Esposto. Eccezionalmente quest’anno hanno partecipato insieme alla Banda cittadina i componenti della ex Banda dei Monelli un tempo diretti dal M° Lorenzo Leporace. Il complesso bandistico cittadino insieme agli ex Monelli tutti in divisa sono partiti dalla sede della Banda in corso Manfredi e si sono esibiti lungo il percorso fino alla Cattedrale dove hanno assistito alla celebrazione della santa messa in onore della Santa Protettrice della musica. A conclusione del rito religioso celebrato da don Nicola Iacovone, prima della benedizione dei fedeli, la Banda diretta dal M° Giovanni Esposto ha suonato in cattedrale la marcia dedicata alla Santa intitolata: “Santa Cecilia”, molto apprezzata dai fedeli in Chiesa.

Dopo le foto ricordo di rito in Cattedrale, la Banda è ritornata alla sede in Corso Manfredi, suonando lungo il percorso altre marcette in onore della Santa Protettrice dei musicanti.
All’ora di pranzo i componenti del Complesso Bandistico cittadino insieme agli ex Monelli hanno festeggiato la ricorrenza di Santa Cecilia come da antica consuetudine in un ristorante cittadino. Al pranzo, che hanno partecipato anche le rispettive mogli dei musicanti, ha avuto luogo presso il rinomato ristorante “Panorama del Golfo”.

***Dal dopo guerra (’45), ma anche prima della seconda guerra mondiale era consuetudine dei componenti della banda cittadina festeggiare Santa Cecilia patrona della nobile arte della musica. I bandisti, il pomeriggio della festa, unitamente al presidente della Banda di turno e al M° concertatore erano soliti recarsi in divisa presso la Chiesa Madre (Cattedrale) per ascoltare la Santa Messa. Dopo la funzione religiosa la banda effettuava il servizio (non remunerato) suonando per le vie cittadine in onore della Santa Protettrice. Nelle ore serali in alcune occasione la Banda cittadina si è esibita con un concerto sul palco il Piazza del Popolo. Dopo il concerto, tutti i bandisti, il presidente, il M° di Banda e il bidello della banda, erano soliti festeggiare la ricorrenza con il consueto banchetto serale “u spundine” o “uascezze”, a proprie spese, in qualche ristorante o trattoria locale. Solitamente si recavano al ristorante da “Pastore” in viale Miramare o alla trattoria di Giovanni Trotta detto “Giuanne a Candine” in via Ospedale Orsini.

FOTOGALLERY

(A cura di Franco Rinaldi, cultore di storia e tradizioni popolari di Manfredonia)

Pubblicità
La pubblicità da mandare con i miei articoli

Manfredonia, celebrata la tradizionale festa di Santa Cecilia ultima modifica: 2015-11-23T23:20:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This