Edizione n° 5340

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

BAT Quattro morti in incidente stradale e maltrattamenti in famiglia, arrestato 43enne

Il soggetto è stato portato in caserma e successivamente tradotto presso il carcere di Foggia

LEGGI ANCHE //  Nel 2022 più incidenti stradali in Puglia, Foggia prima per vittime
AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
23 Novembre 2023
BAT // Foggia //

TRINITAPOLI  (BAT) – Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri della Stazione di Trinitapoli hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 43enne residente a Trinitapoli, ritenuto presunto responsabile di omicidio stradale e maltrattamenti in famiglia commessi nei confronti della compagna convivente e in danno e alla presenza del figli minori.

Le indagini sono scaturite all’esito dell’incidente stradale, avvenuto nel luglio scorso sulla SS 544 – località Tressanti, nel quale l’auto condotta dal 43enne e con a bordo la moglie e quattro dei cinque figli andava ad impattare con un motociclista, causando la morte di quest’ultimo, della moglie e di due figli; prontamente sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Cerignola che hanno proceduto ai rilievi del sinistro stradale.

All’esito di ciò la Stazione Carabinieri di Trinitapoli ha intrapreso un’accurata attività investigativa, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, dalla quale è emerso un quadro familiare fatto di quotidiani maltrattamenti, vessazioni e violenze fisiche e morali, che l’uomo avrebbe posto in essere nei confronti della propria famiglia. In particolare, gli approfondimenti investigativi hanno altresì acclarato come l’uomo avesse in molteplici situazioni palesato atteggiamenti estremamente violenti, minacciando di morte, in più occasioni, l’intera famiglia.

Il soggetto è stato quindi portato in caserma e successivamente tradotto presso il carcere di Foggia.

Si precisa che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all’arresto, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.

Fonti verificate: //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.