Cronaca

Riscaldamento interrotto nel campo profughi di Mezzanone. La Prefettura: caldaia riattivata


Di:

borgo-mezzanone-interno - immagine di Giovanni Loiacono (ilcanocchiale)

borgo-mezzanone-interno - immagine di Giovanni Loiacono (ilcanocchiale)

Foggia – RIATTIVATA una delle due caldaie che consentono il funzionamento del riscaldamento al campo profughi di Borgo Mezzanone. La notizia è stata comunicata dalla Prefettura di Foggia, a Stato, dopo una segnalazione di un responsabile del centro Migrantes di Manfredonia che aveva infatti segnalato come da oltre 11 giorni i profughi, residenti nel campo della borgata foggiana (all’incirca 170), sono rimasti “completamente al freddo”  a causa della mancanza di un servizio di manutenzione sulle strutture relative. Il campo profughi di Borgo Mezzanone è gestito dai volontari della Cri (già nel giugno 2009 era insorto un problema nella gestione a causa di una nuova gara d’appalto, conclusasi con l’affidamento del servizio al un nuovo gestore Connecting People, che avrebbe reso instabile il posto di una cinquantina di precari, in attesa di stabilizzazione ) e dalla stessa Prefettura di Foggia. Ogni stanza del campo sarebbe dotata di un climatizzatore per consentire il riscaldamento del relativo ambiente. Già da alcuni giorni la Prefettura aveva comunicato che si sarebbe attivata per la regolarità del servizio. Le rimostranze principali dai responsabili del centro di Manfredonia arrivano infatti dalla “mancata celerità degli operatori di Foggia nell’intervenire per consentire di tenere caldi gli ambienti nel campo profughi”. Dalla Prefettura confermano a Stato che gli operatori della Cri si sarebbero già attivati per mantenere caldi gli ambienti e gli stessi extracomunitari. Presente anche un bambino di soli 4 mesi. “I volontari della Cri – dicono dalla Prefettura – consentono costantemente i rifornimenti di coperte e acqua calda”. In attesa del ripristino della seconda caldaia (guasta per una otturazione da detriti), si cercherà dunque di preservare la buona salute di tutti gli ospiti del campo, specie in questo periodo invernale nel quale il freddo (vedasi a Borgo Arpinova) non ha mancato di causare addiritura un decesso.

Riscaldamento interrotto nel campo profughi di Mezzanone. La Prefettura: caldaia riattivata ultima modifica: 2009-12-23T22:51:30+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This