Edizione n° 5263
/ Edizione n° 5263

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Mercato, utenza divisa. TAR: martedì fino a 2.2. Baresi: “abusivismo problema Comune” (VIDEO)

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
24 Gennaio 2012
Manfredonia //

Mercato, visuale durante inaugurazione (ST)
Manfredonia – VARIAZIONI Mercato: utenza divisa. Posizione Ente e operatori: distanza analoga. Ma si lavora – da ambo le parti – per una risoluzione. Questo anche in considerazione dell’attrattività del mercato di Manfredonia.

Oggi seconda giornata di mercato in zona Scaloria. In considerazione delle modifiche, il Comune sta cercando di accelerare la fase di adeguamento alle variazioni: nuova sede dalla zona Monticchio in area Scaloria e cambio del giorno di svolgimento (dal mercoledì al martedì di ogni settimana). Cosa ha spinto il Comune alle modifiche: 1) “liberazione” di un rione oggettivamente invaso – da oltre 40 anni – dalle attività mercatali; a) maggiori servizi e suddivisioni regolari dei posteggi; 2) presenza di altri mercati (Cerignola, Lucera, San Marco in Lamis) il mercoledì di ogni settimana, al fine di dare spazio a Manfredonia ad operatori del Foggiano. Le modifiche hanno avuto ripercussioni in primis sugli operatori costituenti la fetta maggiore (75%) del mercato di Manfredonia: gli ambulanti di Bari e della Bat (Andria, Bisceglie, Barletta, oltre a San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli, etc). Da qui una polemica che va avanti da mesi, dopo lo spostamento del giorno di mercato, approvato con delibera di consiglio comunale, nella seduta del 22.11.2011.

FOCUS, SEGUI SU STATO LO SPECIALE MERCATO SETTIMANALE DI MANFREDONIA (Video: prima giornata martedì 17.01 Video: Posizione operatori Bari/BatVideo : Savino Montaruli UNIMPRESA BATVideo: intervista sindaco Angelo RiccardiIn precedenza: graduatorie, posteggi, interviste, variazioni, delibera di consiglio)

Qui Mercato. Posizione utenza alle ore 11/12 e 10 di martedì 24 gennaio 2012 Come emerso dalle interviste, dopo le modifiche del Comune, l’utenza si è chiaramente divisa. “L’area è troppo scoperta. Troppo vento”. Ma anche: “qui si sta meglio, ci sarà più spazio. Attendiamo l’adeguamento al cambiamento”. Sulla presenza degli operatori baresi: “effettivamente si comprava meglio dagli ambulanti extra-urbani. Non comprendiamo questo spostamento”. “No, non è vero, anche a Manfredonia ci sono prezzi competitivi”. In definitiva: si attende l’adeguamento alle modifiche, ma tutti gli attori interessanti alla vicenda continuano a nutrire dubbi sulla valenza del mercato di Manfredonia in mancanza degli ambulanti baresi.


ABUSIVISMO. LA POLEMICA A DISTANZA.”200 ABUSIVI? GLI STESSI AI QUALI IL COMUNE HA INVIATO L’AVVISO PER LA SCELTA DEL POSTEGGIO”.
Ma il vero motivo delle variazioni, al di là di quanto comunicato, sembrerebbe essere nato dal problema abusivismo: “nella precedente sede – dice una fonte – ne abbiamo contati 150 di abusivi con un rapido controllo. Per tutte le sanzioni ci voleva un esercito”. Dagli stessi uffici comunali si parla di “circa 200 abusivi” segnalati in precedenza oltre a “problematiche insorte con il pagamento dei canoni annuali di concessione per i posteggi”. “Posso solo dire che il Comune ha inviato l’avviso per la concessione del posteggio nella nuova sede a tutti gli operatori della Bari/Bat – dice Savino Montaruli di UNIMPRESA BAT – se fosse reale il numero di abusivi segnalato l’Ente avrebbe commesso un errore allora nell’invio della documentazione, mandandola ad operatori abusivi. Un controsenso. E poi: per anni hanno tollerato questa situazione in silenzio? Un altro controsenso ed un segnale di malfunzionamento nel Comune oltre che un sintomo di un mercato malamente controllato. Perchè non hanno messo in atto le procedure di riscossione, anche coatta? Dovevamo farlo noi per loro? Non credo. La procedura per la riscossione segue un determinato iter. Ripeto: tutti, tutti (324 in base a quanto emerso, ndR) gli operatori sono stati chiamati per la scelta del posteggi, il problema decade automaticamente. A questo punto preferisco non commentare alcune offese gravissime del Comune. Attendiamo il Tar Puglia”. Sul rigetto della sospensione anticipata: “si è voluto solo rimandare di esprimere un giudizio in merito rimandando la decisione finale al 2 febbraio 2012”.

Per l’assessore Angelillis: “240 operatori hanno accettato il trasferimento della sede e la nuova giornata, altri 120 no. Inoltre in caso di diniego alle modifiche ci sono almeno 150 operatori pronti al subentro“. “L’ufficio Tributi di Manfredonia è impegnato nella verifica dei pagamenti dei canoni per la concessione sui posteggi. L’autorizzazione sarà revocata a chi non paga e non ha pagato. 30 i giorni di tempo per regolarizzare la propria posizione. Per il futuro: non ci saranno problemi, le variazioni faranno solo del bene al mercato”.

Qui Comune Manfredonia. Secondo ricorso respinto dei commercianti baresi al TAR di Puglia. Il primo ricorso era stato presentato tre giorni avanti e si chiedeva al TAR di sospendere la delibera del Consiglio comunale del Comune di Manfredonia con la quale si decideva di spostare il mercato settimanale da Monticchio all’area mercatale di Scaloria.

Il ricorso presentato, inaudita altera parte, è stato rigettato dal presidente delle seconda sezione del TAR di Bari, Sabato Guadagno, “non ricorrendo i presupposti”. Gli stessi commercianti del primo ricorso (su consiglio del legale), ne hanno presentato un secondo (con altre motivazioni aggiuntive). Ricordando che “questo Tribunale si è già pronunciato con decreto presidenziale n. 56 in data 19 gennaio 2012, rigettando la precedente richiesta di misure cautelari monocratiche”, e vista la nuova istanza di misura cautelari monocratiche, nonché la memoria difensiva del’intimato Comune di Manfredonia, “considerata l’irritualità della nuova istanza, che non fa alcuna menzione del precedente decreto presidenziale 56/20212, considerato che, a prescindere dalla suddetta irritualità, non ricorrono comunque i presupposti per l’accoglimento di tale seconda istanza e che va quindi confermato il diniego dell’invocata tutela cautelare anticipata, non ravvisandosi né circostanze nuove né l’estrema gravità ed urgenza di provvedervi nelle more della decisione Collegiale” fissata, come noto, per il 2 febbraio prossimo.

“Sono soddisfatto – rileva l’assessore all’annona Antonio Angelillis dopo un sopralluogo a Scaloria – di come vanno le cose nella nuova sede del mercato. Rispetto a martedì scorso registriamo un aumento tanto dei commercianti (60, ndR) quanto della gente (ore 11/12: 700/1000, ndR). Entrambi hanno espresso la loro soddisfazione: gli espositori si sono sistemati negli stalli loro riservati che consentono un più funzionale movimento; la gente per l’ordine, gli spazi più ampi nei quali si possono muovere, per i parcheggi disponibili, per il deflusso ordinato. Martedì prossimo andrà ancora meglio”.

Qui operatori baresi: “Mercato settimanale un altro flop. Domani a Manfredonia. Abusivi e concessioni: i controlli spettano al Comune. Tar: la pronuncia il 2 febbraio, ora non conta”. “Oggi un altro grande Flop – dicono in una nota stampa gli operatori del Coordinamento stato di agitazione Mercato di Manfredonia indetto da tutte le Associazioni di categoria del commercio ambulante delle province di Bari e della Bat – Gli ambulanti delle Province di Bari e Bat disertano il mercato. I pochissimi (complessivamente alle ore 11/12 circa una sessantina di operatori ma anche considerando ambulanti di Trinitapoli, Cerignola ed extracomunitari, ndR) ambulanti locali che hanno aperto e i consumatori sono molto contrariati dalle decisioni dell’Amministrazione Comunale”.”I Cittadini solidarizzano con la battaglia sindacale, legale e di civiltà degli Ambulanti in Stato di Agitazione”.”Durante l’Assemblea Generale di ieri 23 gennaio ad Andria, gli oltre duecentocinquanta Ambulanti presenti hanno deciso di recarsi a Manfredonia domani mercoledì 25 gennaio 2012 per andare con le attrezzature di vendita sui nuovi posteggi nel nuovo mercato e verificare la reale possibilità di poter esercitare l’attività su quell’area, sempre il mercoledì”.

“Una decisione di responsabilità saggia e condivisibile a sostegno di una battaglia giusta e combattuta con gli strumenti della legalità e della correttezza istituzionale. Senza l’ausilio né l’aiuto di alcun politico né di alcuna forza politica, senza dare a nessuno la possibilità di strumentalizzare, gli Ambulanti e i loro sindacalisti stanno dimostrando una grandissima forza d’animo e compattezza. Questo è un elemento impareggiabile in un momento storico di gravissima crisi economica e delle Imprese e dei lavoratori”.”Ci dispiace dover leggere affermazioni totalmente disgiunte dalla realtà e fortemente lesive della dignità dei manifestanti e degli imprenditori”.”Gli ambulanti del mercato di Manfredonia, ancora oggi, sono in possesso di regolari autorizzazioni amministrative per il commercio su aree pubbliche, rilasciate dal Comune di Manfredonia, che li autorizza ad occupare il posteggio nel mercato del mercoledì, in attesa delle variazioni da apportare sul titolo da parte del competente ufficio comunale”. “Ringraziamo tutti gli Organi di Informazione, on-line. della carta stampa e televisivi che si stanno ancora occupando di questa gravissima situazione che potrebbe sfociare in ulteriori conflitti sociali mentre non biasimiamo coloro che hanno scelto di non occuparsi, o di non farlo nei giusti termini, del singolare ‘caso Manfredonia’. Evidentemente obbediscono ad altre logiche che non comprendiamo ma che non osiamo mettere in discussione. Per fortuna esistono gli specchi e gli occhi. Grazie”. “Domani – dice Savino Montaruli, UNIMPRESA BAT – cercheremo di essere presenti nuovamente a Manfredonia per una simulazione di mercato ma nella nuova sede in zona Scaloria. In attesa delle decisioni del Tar di Bari il 2 febbraio 2012″.

VIDEO (I^PARTE)


VIDEO (II^PARTE)


g.defilippo@statoquotidiano.it

35 commenti su "Mercato, utenza divisa. TAR: martedì fino a 2.2. Baresi: “abusivismo problema Comune” (VIDEO)"

  1. Grandi i commercianti baresi. State dando una lezione di civiltà alle autorità politiche di Manfredonia che ora devono fare i conti con i loro cittadini ed elettori molto scontenti di come sta andando avanti la situazione. In politica queste cose contano, eccome se contano e chi sbaglia deve andare via e dimettersi. Questo è il Patto di ferro tra eletti ed elettori, altrimenti la politica diventa solo affarismo e consociativismo. Riflettete, politici manfredoniani, riflettete…

  2. Attendo il giudizio imparziale della redazione sul mercato di oggi magari con qualche video per farmi una mia idea, se possibile, grazie.

  3. FORZA BARESI IO SONO CON VOI! Io ritorno quanto ci sarete.. LOTTATE X NOI! Ki nn è kontento si gestisse la sua attivita! S u fesk nn prmett statt a kastt!

  4. Presto il video on line dell’odierna giornata di mercato, con interviste a operatori e utenza. Grazie a voi. Numeri riportati nel testo. Grazie, RED.

  5. il video lo stiamo aspettando con ansia cosi il sindaco vede che flop a fatto questa seconda giornata di mercato Sindaco dimettiti

  6. Attenzione, attenzione….Guardate tutti questa sera il servizio del Tg dove parla l’assessore e tutti sembrano felici di questa scelta. Cosa ne pensate? Come mai il tg non ha dato alcuna notizia di quanto accaduto sino ad ora al mercato di Manfredonia, compreso il primo grandissimo flop della scorsa settimana mentre oggi fa interviste a destra e a manca senza evidenziare che solo pochissimi erano i posteggianti titolari di posteggio mentre gli altri erano tutti spuntisti? Cosa ne pensate di questo feeling alla vogliasmoci tanto bene tanto i baresi non li facciamo parlare? Grande Stato Quotidiano. Da quando ti ho scoperto non ti lascio più. Dateci le notizie vere e imparziali. Sapete farlo, molto meglio di altri che … evidentemente …. Grazie Stato. Viva la libertà, viva la giustizia, viva la verità e non la faziosità che offende i giornalisti nella giornata della loro festa.

  7. Grazie a Lei, presto on-line il video con le interviste effettuate durante il mercato. Nel testo le dichiarazioni di Ente e operatori. Saluti, RED.

  8. ke bello il flop del mercato……… come sono contento….. Riccardi dove vai a comprare le ……. adesso……. hahahahaha

  9. Quante storie! ai Manfredoniani non sta bene mai niente un pò di fiducia per chi ha deciso di spostare il giorno.

  10. DOPO LA SPLENDIDA ESPERIENZA CON LO SCIMPID IN VIALE CRISPI, LA NOSTRA SOLIDARIETA’ AGLI OLTRE DUECENTO AMBULANTI ANDRIESI CHE STANNO DIFENDENDO IL LORO POSTO DI LAVORO NEL MERCATO DI MANFREDONIA.

    DURANTE LA LORO ASSEMBLEA DI IERI ALL’HOTEL OTTAGONO GLI ANIMI ERANO ESASPERATI E SI LAMENTAVA ANCHE L’ASSENZA DEL SOSTEGNO DEI LORO COSIDDETTI RAPPRESENTANTI POLITICI.

    E’ terminata la bellissima e stimolante esperienza con il Sindacato Scimpid e gli altri amici del Coordinamento in viale Crispi dove ho avuto la possibilità di incontrare tantissima gente la quale ha esternato tutto il disagio che si prova a vivere in questa realtà cittadina. La mia memoria conserva le tante attestazioni di solidarietà e di stima rivolta nei confronti del sottoscritto e della L.A.C., anche da parte di autorevoli rappresentanti del mondo associazionistico locale e nazionale, come quella manifestata dalla Segretaria nazionale del Movimento Consumatori. La stessa mia memoria, però, conserva anche tante testimonianze di solitudine, di abbandono, di precarietà, di preoccupazioni, di disagio, di assenza di fiducia e di prospettiva, che mi hanno mortificato. Eppure già io stesso vivo in precarietà e, al confronto, mi sento un opulento ghiottone. Una richiesta di aiuto che a volte può essere placata anche solo con poche parole di conforto e con la sensazione di non essere soli. Questo conforto io, nel mio piccolo ho cercato di darlo, sinceramente e senza nessun altro fine se non quello di colmare il gradissimo vuoto che quella stessa gente ha detto di vivere. Un vuoto che viene alimentato anche dalla totale assenza di riferimenti politici ed istituzionali che vengono visti lontanissimi dalla realtà e segregati nelle loro stanze dorate, invisibili al Popolo e alle problematiche sociali ed economiche di questa nostra grande e bella città.

    Proprio a tal proposito quello che sta succedendo in questi ultimi giorni e mentre scrivo, è solo l’inizio di ciò che proprio io ho annunciato lo scorso 21 luglio durante la straordinaria manifestazione civica e civile contro i provvedimenti adottati da questa Amministrazione Comunale con lo spropositato aumento della Tassa Rifiuti che, come anche da tutti previsto, non è servito neanche, a tutt’oggi, a risolvere il problema degli accumuli dell’immondizia per le strade cittadine, vera indecenza in una Società cosiddetta Civile, come se a nulla servono i tanti buoni esempi che provengono da altre città italiane, come quella di Torino, dove si recupera tutto e si da lavoro, facendo pagare meno la tassa ai cittadini e dove i lavoratori si assumono per concorso, senza privilegi e senza la insostituibile stambata politica e familiare che ti fa andare avanti, anche se non te lo meriti.

    Quando i nostri giovani e baldi amministratori cominceranno a prendere esempio?

    Anche durante un’altra splendida iniziativa che ho avuto la fortuna di vedere, ho ascoltato voci di ambulanti andriesi alzarsi con toni forti e decisi esternando la loro profonda indignazione e delusione per l’assenza di interventi congruenti a sostegno della Categoria e degli oltre duecento ambulanti andriesi che stanno protestando e scioperando da settimane astenendosi dal frequentare il mercato di Manfredonia che rischiano di perdere a causa di provvedimenti insensati e discriminatori.
    Quelle persone invocavano aiuto e lamentavano l’assenza dei “loro” politici e di quelli ai quali era stato detto loro di votare.

    Dove sono finiti questi San Sebastiano? devo ammettere la grande correttezza dei sindacalisti che dirigevano l’Assemblea che non hanno strumentalizzato su questo argomento, pur essendo loro stessi anche profondamente delusi per questa carenza istituzionale a difesa del diritto al Lavoro dei concittadini di Andria, Barletta, Bisceglie, Trani, Corato e tanti altri comuni delle Province di Bari e Bat.

    Tornando all’esperienza in viale Crispi denominata “Tutela e Solidarietà” ho anche vissuto un momento che auguro a tutte le persone a me care di vivere: solidarizzare con una persona in difficoltà economiche che con molta dignità vive la sua precaria esistenza con minimi sostegni che gli danno solo la possibilità di sopravvivere con un panino e un’arancia a pranzo e, grazie a Casa Accoglienza S. M. Goretti di Andria e alla Caritas, la sera può accedere alla cena e usufruire di un caldo giaciglio per trascorre la notte.

    Amministratori, riflettete e non siate sfuggenti. Noi vi abbiamo visto sempre e solo passare, a testa bassa, facendo finta di parlare al telefonino, nel primo pomeriggio. Avete fatto male, molto male a non venire al Gazebo. seppur pubblicamente invitati. Vi avevamo anche preparato delle dolci sorprese. Quel coraggio che manca bisogna trovarlo perché solo così si diventa superiori alle proprie paure e si cresce.

    Andria, 24 gennaio 2012

    Il Presidente:
    Vincenzo Santovito
    “imbavagliati si sta zitti ma non in silenzio” (V.S.)

  11. ANDRIA: AUMENTO ESPONENZIALE DELL’USO DI POLISTIROLO. ABOLIAMOLO, COME FANNO NEI PAESI CIVILI.

    Il problema denunciato per l’ennesima volta lo scorso 30 dicembre dal sottoscritto sembra diventare sempre più preoccupante, nell’indifferenza generale.
    L’impiego di contenitori e manufatti di polistirolo, nei vari settori economici, produttivi ma anche per uso domestico, continua ad aumentare e i dati rilevabili dalle fatture d’acquisto di tali prodotti e dal loro conferimento improprio dovrebbero far allarmare i responsabili della salute pubblica cittadina.

    Come se nulla fosse, nessun riscontro né una presa di posizione a riguardo. Un modo di fare da terzo mondo dove neanche le proposizioni hanno alcun valore né smuovono le coscienze.

    Per quanto sopra invitiamo le compenti Autorità, Sindaco di Andria in primis, ad adottare immediati, opportuni ed urgenti provvedimenti al fine di abolire l’uso di tale prodotto i cui danni e le cui difficoltà di smaltimento sono ben evidenziate nell’allegato video dove si può imparare qualcosa rispetto al grandissimo divario culturale che ci separa da altre realtà civili dove hanno imparato l’arte dell’ascolto e soprattutto dove prevalgono competenza e sensibilità rispetto a sciatteria e trascuratezza.

    La presente anche nella qualità di componente effettivo eletto della 4^ Consulta Comunale della Tutela Ambientale del Comune di Andria.

    Andria, 24 gennaio 2012
    Il Consigliere
    F.to Nicola Giuseppe LOSITO

    Il video:
    http://youtu.be/Wwytqzeoj_o

  12. I mercanti domani verranno a Manfredonia con i propri mezzi pesanti,sostenuti dai camionisti che a noi sono molto “vicini” e piazzeremo i nostri mezzi sulla nuova postazione di via Scaloria senza pero’ aprire i nostri stand.Cosi’ giusto per aiutare l’amministrazione a meglio capire i problemi che ci saranno il giorno che apriranno tutte le bancarelle.CHIEDIAMO ALLA POPOLAZIONE DI MANFREDONIA DI VENIRE DOMATTINA IN MASSA NELLA NUOVA AREA MERCATALE DI VIA SCALORIA PER SCAMBIARE QUATTRO CHIACCHIERE CON NOI “STRANIERI” E MAGARI ARRIVARE A QUALCHE CONCLUSIONE INSIEME.A DOMANI.

    Vi invito a iscrivervi a questo gruppo http://www.facebook.com/groups/258991500825235/

  13. Aspetto con ansia il 2 febbraio quando avremo la decisione del tar sperando una risposta positiva per noi della provincia bat e bari non agli opprusi si alla giustizia.GRAZIE

  14. COME AL SOLITO PIU’ CHE AL BENE DELLA COMUNITA’,QUINDI IN QUESTO CASO ANCHE DEI CONSUMATORI, SI PENSA AGLI INTERESSI DEI SOLITI E ARROGANTI POLITICI CHE ACCONTETANO I LORO CLIENTI COMMERCIANTI PER OVVI MOTIVI,TANTO I COMMERCIANTI FORESTIERI NON PORTANO VOTI.UN CONSIGLIO AI COMMERCIANTI MANFREDONIANI DIVENTATE COMPETITIVI E CONCORRENZIALI COME I VOSTRI COLLEGHI BARESI.ERA GIUSTO CAMBIARE IL LUOGO,OCCORREVA FARLO GIA’ TANTI ANNI FA, MA PER QUANTO RIGUARDA LA GIORNATA E’GIUSTO RISPETTARE L’ABITUDINE E LA CONSUETUDINE DI QUARANT’ANNI DI MERCATO SETTIMANALE DEL MERCOLEDI’.

  15. Purtroppo ragazzi domani si andra’ si a Manfredonia,ma non con i mezzi pesanti per causa non dovuta al blocco dei nostri amici lavoratori camionisti ma dalla carenza di gasolio che abbiamo,come tutti in Italia del resto,nelle nostre citta’.Dato che ora per andare e venire da Manfredonia alcuni mezzi pesanti hanno consumi alquanto elevati e sarebbero costretti al rientro ad Andria a stare fermi in garage fino a che le pompe non saranno rifornite.Allora per essere uniti e solidali fino in fondo domani tutti nella splendida Manfredonia a portare le nostre ragioni,la nostra solarita’ e anche,perche’ no,a lasciare un po’ di soldini.

  16. purtroppo e dico purtroppo siamo a manfredonia dove insisto a dire purtroppo l’opposizione non esiste…
    cosi come non esiste dibattito in consiglio comunale che sembra sempre piu piatto…
    altrimenti dopo tutto quello che è successo e dopo una mediatica insurrezione popolare, nonostante la “guida contromano” di una rappresentante di una associazione di consumatori, avrebbero dovuto chiedere le dimissioni in massa del sindaco e della giunta,
    e che se avessero avuto un po di dignità lo avrebbero fatto da soli.
    ma come disse qualcuno canticchiando la vecchia canzone….
    … E QUI COMENDO IO… E QUESTA E CASA MIA… (Angelo R.)

  17. Abusivismo e sporcizia sono indice di vivibilità zero è questo che si deve combattere x una civiltà degna di questo paese.I cambiamenti devono partire dal nostro modo di fare e di pensare x dimostrare una maturità critica.

  18. secondo me dopo questa figuraccia e dopo il mal contento popolare il sindaco o l’assessore angelillis si dovrebbero dimettere.

    non è possibile che in peina crisi economica si blocchi la concorrenza

  19. assessore angelillis,ma ke numeri dai?ma stai skerzando e pensi ke abbiamo i paraokki?io sono andato x due volte al mercato e quei numeri non li ho visti…nemmeno un quarto!!!spero ke i baresi facciano un passo indietro e vengano il martedi’,altrimenti quei 3 milioni d euro x il mercato,saranno buttati al vento…ANDARE AL MERCATO X 25-30 BANCARELLE CON PREZZI ALLE STELLE,E’ UNA VERGOGNA KE PREFERISCO FARNE A MENO…

  20. CMQ ASSESSORE ANGELILLIS,GRAZIE X AVER DATO QUEI NUMERI,NON RIESCO ANCORA A FERMARMI DAL RIDERE…AUN CONSIGLIO:LASCI L ASSESSORATO E VADA A ZELIG…ahahahahah

  21. ancora una volta una grandissima figuraccia.
    ancora una volta SINDACO e ASSESSORI che in poompa magna avete brindato all’inaugurazione del grande mercato dell’era Riccardi, avete dimostrato una incapacità politica ed economica, sbagliando le vostre scelte, che tra l’altro nessuno di noi manfredoniani ha mai capito, e che vanno contro le reali esigenze dei cittadini.
    e a te Sindaco Riccardi,
    è vero che volevi la POLITICA DEL FARE….
    ma questa è la POLITICA DEL FARE MALE.
    e meno male che state facendo poco…
    e dicci, con 25 bancarelle quando mai lo ammortizzi il costo (esagerato) del nuovo mercato?
    sembra quasi che hai modificato il giorno, giusto per far dire ai posteri che nella tua legislatura hai modificato una tradizione di oltre 50 anni, giusto per far lasciare un segno?
    caro Angelo ti stai bruciando politicamete, da qundo ti sei insediato stai facendo errori uno dietro l’altro.
    ti sei circondato di gente che evidentemente sembra non essere capace se questi sono i risultati, e che soprattutto non hanno il coraggio di imporre le proprie idee.
    io penso ed è quallo che in città ormai pensano tutti che è l’amministrazione piu scadente dal punto di vista politico ovvio, che mai abbia avuto manfredonia.
    un consiglio comunale assolutamente piatto, non propositivo, totalmente schierato e avvolte quasi rassegnato.
    Sindaco svegliati e scendi dalle stanze di quel comune ed incontra la gente e vedrai che i commenti su tutti voi sono tutti, tutti NEGATIVI.
    SOLUZIONI???
    1) allora o con un gesto dignità rassegni le dimissioni
    2) oppure con un atto di determinazione azzeri tutta la tua giunta (ovviamente Paolo e Michele permettendo) e ricominci da capo.

  22. Complimenti al Signor. Sindaco x la nuova sede del mercato!!! Adesso però perchè non vi date una mossa x il mercatino in via delle Antiche Mura prima che arriva l’estate ????

  23. Quando ho fatto la campagna elettorale ad Angelo ho convinto tantissima gente e lui lo sa.Ed ora cosa dico alle mie amiche e ai miei amici che mi chiedono del perche’ logico di questa decisione di Angelillis?L’ho incontrato 20giorni fa e alla mia richiesta rispondeva: “E’ cosi’,punto”.Prima di essere eletti sembravate umili e manfredoniani,ora siete diventati inarrivabili.Angelo ti immagini uno come Angelillis alla guida degli U.S.A.?O e’ come dice lui o e’ attacco nucleare?La vostra vicenda tra un po’ arrivera’a livello nazionale.E che impatto avra’ sulla politica di SX?Fassino ripudiera’ il suo pupillo?Ripensaci Angelo e fatti rispettare,tu non sei cosi’.

  24. mi fa’ piacere che ha manfredonia tutti i commercianti comprano tutto fatturato e qulli della bat sono evasori, complimenti come si fa’ ha rilasciare una intervista di falsita’.si parla di abusivismo da parte di baresi ma i senegalesi li avete visti nel mercato?nn e’ razzismo ma quei ragazzi nn hanno la licenza e li tolleriamo i baresi no avendo una regolare licenza di mercoledi.qualcuno nn ha capito che il comune di manfredonia vuole che quelli della bat lasciano il mercato definitivamente x far spazio hai loro compagni

  25. abbiamo trovato il nome al mercato nuovo di manfredonia LA MAMMA DEL VENTO e vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiii. i commercianti di manfredonia pur sapendo che il mercato nuovo sara un fallimento l accettano basti che creano problemi hai baresi

  26. IL PROBLEMA DEL VENTO
    è il grosso problema di quel mercato
    che è costato ricordiamolo 3.000.000 di euro
    ma io dico si puo spendere 3.000.000 di euro per del catrame e mezza struttura?
    e tra l’altro non hanno nemmeno previsto la possibilita’ di mettere degli alberi laterali a copertura proprio dei venti e per rendere piu eco compatibile il posto.
    che schifo….

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.