Edizione n° 5312
/ Edizione n° 5312

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia, ‘quale cultura per una città senza biblioteca e musei?’

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
24 Marzo 2015
Cultura //

Foggia – Discutere insieme e lanciare proposte per non “uccidere” la cultura. Perché una città senzabiblioteca né musei è una città senza anima. L’associazione Capitanata Futura scende in campo per scongiurare la chiusura de “La Magna Capitana” e dei musei, promuovendo un incontro in programma giovedì 26 marzo alle ore 17.30 nella Sala Giunta di Palazzo Dogana.

Il convegno, intitolato “Quale cultura in una città senza biblioteca e musei?”, sarà aperto da Tiziana Zappatore, presidente di Capitanata Futura, e ad intervenire nel dibattito saranno: Francesco Miglio, presidente della Provincia di Foggia; Saverio Russo, presidente della Fondazione Banca del Monte; Giovanna Caserta, dirigente scolastico dell’istituto “San Pio X” di Foggia; Isabella Tammone, responsabile Area Biblioteche Università di Foggia; Anna Paola Giuliani, assessore alla Cultura del Comune di Foggia. Il convegno sarà moderato dalla giornalista Antonella Caruso. Interessante sarà anche il contributo che verrà offerto dagli studenti, con gli interventi programmati delle associazioni studentesche, Area Nuova e Link Foggia, oltre alla Consulta provinciale degli studenti.

“La biblioteca come i musei rappresentano uno spazio non solo culturale, ma anche sociale, luoghi di incontro, scambio di idee e di partecipazione e nella partecipazione, che è condivisione, nasce la possibilità di elaborare forme di intelligenza collettiva e costruire nuove conoscenze – spiega la presidente dell’associazione Capitanata Futura, Tiziana Zappatore -. Ed è per questo che Capitanata Futura non può non scendere in campo in difesa di un patrimonio che non è solo custode del passato e “servizio” per il presente, ma base per la costruzione di un futuro”.

Redazione Stato

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.