Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

INCENDIO “A che punto è il progetto per la chiusura del ghetto di Borgo Mezzanone?”

Fai e Cisl Foggia e Anolf Puglia dopo l’ennesimo incendio

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
24 Aprile 2024
Cronaca // Gargano //

Foggia. “Chiediamo un incontro urgente al Prefetto di Foggia Maurizio Valiante per sapere a che punto sia il progetto per la chiusura del ghetto di Borgo Mezzanone, quello che intende utilizzare gli oltre 54milioni di Euro stanziati attraverso le risorse del PNRR”.

Il segretario genarle della FAI Cisl di Foggia Donato Di Lella, il segretario generale della Cisl di Foggia Carla Costantino e Mohammed Elmajdi, presidente dell’Anoll Puglia, intervengono dopo l’ennesima incendio che, nelle scorse ore, ha distrutto oltre una decina di baracche di fortuna nell’ex pista aerea dell’insediamento abusivo di Borgo Mezzanone.

Ancora una volta si è rischiata una tragedia e ricordiamo i tanti migranti che hanno perso la vita nel ghetto dell’ex pista a causa degli incendi. La ‘non vita’ di questo luogo al limite della convivenza civile, dove migliaia di lavoratori stranieri, molti regolari, sono costretti a vivere è una vergogna da cancellare – evidenziano FAI, Cisl e Anolf – Si acceleri con il progetto garantito dal PNRR, venga convocata una governance che ne garantisca iter, percorso ed attuazione, anche tenendo conto della proposta che come Cisl da molti mesi abbiamo presentato ai tavoli istituzionali”.

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.