Edizione n° 5372

BALLON D'ESSAI

RELAZIONE DIA  // Gargano, DIA: “Il cuore della mafia nella provincia di Foggia”
19 Giugno 2024 - ore  20:35

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

DENUNCIA Decaro con imprenditore in aula a processo contro estorsioni

"Come ho sempre fatto nella mia vita da sindaco, quando accompagno qualcuno a fare una denuncia lo accompagno sempre fino alla fine"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
24 Aprile 2024
Bari // Cronaca //

“Come ho sempre fatto nella mia vita da sindaco, quando accompagno qualcuno a fare una denuncia lo accompagno sempre fino alla fine. Ci tenevo ad essere con loro oggi qui come ho fatto per altri imprenditori e cittadini che hanno avuto il coraggio di denunciare e di togliersi il cappio asfissiante della criminalità organizzata che fa le estorsioni”.

Lo ha detto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, uscendo dal Tribunale dove oggi ha accompagnato un imprenditore che ha denunciato i suoi estortori e che ora sono a processo.

Lo riporta l’Ansa.

“Nel processo sono imputati per estorsione aggravata dal metodo mafioso Tommaso Parisi (detto il cinese) e Paolo Bruni vicini al noto clan Parisi, che sono accusati di avere imposto all’imprenditore, titolare di una grossa azienda ittica, l’assunzione di un dipendente e prezzi di favore per esponenti del clan che facevano acquisti di pesce.

“L’azienda possiede anche alcune pescherie al dettaglio. L’imprenditore e la sua famiglia hanno denunciato i loro presunti estortori dopo avere subito per anni le richieste del clan (tra il 2014 e il 2019)”.

“Io non sarò più sindaco tra pochi giorni – ha detto Decaro – e in questi anni abbiamo accompagnato tanti pezzi di comunità a stare insieme ad avere il coraggio di reagire perchè alla criminalità organizzata si può reagire e bisogna avere il coraggio di farlo”. Con il sindaco c’era anche il referente della locale associazione antiracket, Renato De Scicolo. Nell’udienza di oggi sono stati ascoltate le testimonianze della parte civile. L’imprenditore e la sua famiglia sono parte civile nel processo, assistiti dall’avvocato Piervito Castiglione Minischetti dello studio Fps. Il processo proseguirà a settembre.

Lo riporta l’Ansa.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.