Edizione n° 5347

BALLON D'ESSAI

RISPETTO // Torremaggiore. “Sgarbi aspramente e volgarmente attaccato da esponenti del locale M5S”
25 Maggio 2024 - ore  13:37

CALEMBOUR

PATOLOGIA // Morto Paolo Spada, il medico delle “Pillole di ottimismo” durante il Covid
25 Maggio 2024 - ore  17:59

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

NEUROCHIRURGIA Di Venere: utilizzate nella chirurgia della colonna mascherine vertebrali fatte con stampante 3D

Tecnica innovativa utilizzata dall'équipe di Neurochirurgia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
24 Aprile 2024
Cronaca // Manfredonia //
Bari, 24 aprile 2024 – Mascherine vertebrali fatte su misura sono state utilizzate in un delicato intervento di chirurgia vertebrale per il trattamento di frattura complessa.
La tecnica innovativa, basata sull’ausilio di speciali mascherine vertebrali prodotte con stampante 3D in Svizzera, è stata impiegata con successo dall’équipe di Neurochirurgia dell’Ospedale “Di Venere” per trattare la frattura di una vertebra dorsale alla base del collo causata dalla caduta accidentale da una scala.
La Neurochirurgia dell’Ospedale Di Venere, una volta pianificato l’intervento chirurgico, ha inviato le immagini TAC del paziente in Svizzera, dove una ditta specializzata ha prodotto in pochi giorni le protesi “custom-made”, necessarie per ottenere una precisione prossima al cento per cento: le mascherine, infatti, durante l’intervento vengono adagiate sulle vertebre del paziente e, grazie a delle guide, permettono l’inserzione delle viti con una traiettoria perfetta. Una precisione – secondo il dott. Luigi Pansini – superiore a qualsiasi altra tecnica descritta in letteratura, fondamentale per posizionare con successo le viti nelle vertebre e permettere una stabilizzazione della frattura e una correzione pressoché totale della deformità post-traumatica.
La procedura è stata effettuata dall’équipe di Neurochirurgia, in collaborazione con il personale del Blocco operatorio e il team di Anestesia e Rianimazione diretto dal dott. Claudio Petrillo.
Per la Neurochirurgia del Di Venere – diretta dal dott. Bruno Romanelli – tale tecnica rappresenta un’importante evoluzione, con il passaggio da ausili standardizzati a prodotti “personalizzati”, che permette di ottenere una precisione assoluta nel trattamento delle fratture complesse, garantendo nello stesso tempo una sicurezza maggiore ed una più rapida ripresa per il paziente.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” Sir Winston Leonard Spencer Churchill

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.