LavoroStato news

“Opportunità di lavoro nei settore agricoltura e agroalimentare”


Di:

Premesso che la Regione Puglia, in ottemperanza ai principi contenuti nelLa Legge Regionale n. 32/2009 ” norme per l’accoglienza, la convivenza civile e l’integrazione degli immigrati in Puglia”, ha adottato la deliberazione della Giunta Regionale n. 574 del 2/4/2014 “CAPO FREE – GHETTO OFF” – Piano di azione sperimentale per un’accoglienza dignitosa e il lavoro regolare dei migranti in agricoltura esteso anche ai nostri lavoratori impegnati nei lavori stagionali.

Attraverso l’adozione del predetto provvedimento la Giunta Regionale ha espresso la volontà di mettere in campo azioni strategiche ed integrate tali da poter agire sulla catena di connessioni: accoglienza abitativa distribuita, tutela legale, sociale e sanitaria; lotta al caporalato e al lavoro nero; sostegno alle imprese etiche.

Il suddetto piano sperimentale è indirizzato in particolare alla provincia di Foggia fortemente caratterizzata dal diffuso utilizzo stagionale di lavoratori migranti ed italiani nelle attività economiche connesse all’agricoltura e alle produzioni agroalimentari.

Il piano si prefigge di :

– attivare adeguate azioni di tutela sociale, legale, sanitaria per i lavoratori agricoli stagionali immigrati ed italiani;
– implementare e potenziare il piano concordato e condiviso con gli attori sociali della Provincia di Foggia, per la lotta al caporalato e l’emersione del lavoro nero in agricoltura;
– promuovere l’adesione delle imprese, operanti nel settore della produzione dei prodotti agricoli, delle organizzazioni dei produttori edelle loro associazioni, delle aziende trasformatrici dei prodotto ortofrutticoli locali, delle associazioni dei consumatori, nonché degli operatori e delle associazioni di settore della distribuzione commerciale, alle iniziative da assumere al fine di garantire e diffondere sul territorio della Provincia di Foggia il rispetto dei diritti umani e sindacali fondamentali, delle norme nazional ed internazionali in materia di lavoro e di tutela dell’ambiente.

Tutto ciò premesso

SI RENDE NOTO CHE

La Regione Puglia, d’intesa con le autorità territoriali competenti, ha attivato i centri per l’impiego Comunale al fine di ricevere le iscrizioni dei disoccupati che intendono lavorare nel settore agricolo – agroalimentare, da cui le aziende interessate attingeranno per chiamata nominativa.

Alle predette aziende è assicurato un contributo Regionale in forma di credito d’imposta pari ad € 15,00 al giorno per un minimo di 20 giornate lavorative mensili, previa presentazione di apposita domanda alla Regione Puglia. Le aziende che assumeranno i lavoratori con le modalità summenzionate, oltre che beneficiare del credito d’imposta sopra citato, potranno, altresì, fregiare la loro produzione della “Certificazione etica regionale”, per la quale la stessa Regione ha chiuso accordi commerciali con la GDO ed imprese di trasformazione, come riscontrabile presso il sito istituzionale della Regione Puglia.

E’ RIVOLTO PERTANTO INVITO A TUTTI I LAVORATORI DISOCCUPATI ED ALLE AZIENDE INTERESSATE DI FAR RICORSO ALLE SOLUZIONI OCCUPAZIONALI SOPRA CITATE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI GRANDI RACCOLTI E LAVORAZIONI.

Lo rende noto L’Assessore alle Attività Produttive (Rag. Angelo Miano) e
il sindaco di Lucera (Geom. Antonio Tutolo).

“Opportunità di lavoro nei settore agricoltura e agroalimentare” ultima modifica: 2014-07-24T13:37:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Carmen

    Dove sono i disoccupati di Manfredonia? Nessuno che gioisce alla notizia?
    Eeeeeh…


  • Antonio Siponto

    Gioire di cosa???Vogliamo i fatti no le parole.
    A me serve lavoro come faccio ad aderire a questa iniziativa??


  • bracciante

    carmen tieni presene che i padroni dei terreni preferiscono assumere personale straniero a 4 euro l’ora e stanno fino alla sera secondo te tutto questo e legale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This