EventiManfredonia
"L’organizzazione è avviata, ma ciò non significa che sono risolti i problemi di natura economica"

Carnevale Manfredonia 2019: “Strada difficile, ma è il nostro patrimonio”

"Sarà necessario l'aiuto dei cittadini e delle sponsorizzazioni, ma il Carnevale necessita della sua continuità perché è il nostro patrimonio.


Di:

Manfredonia, 25 gennaio 2019. «Possiamo tirare un sospiro di sollievo: il Carnevale di Manfredonia si farà»: così esordisce Saverio Mazzone (Amministratore unico dell’Agenzia del Turismo) durante la conferenza stampa per il tradizionale evento. Dopo l’incertezza iniziale e la mobilitazione sui social, anche per il 2019 una nuova edizione del Carnevale vedrà la luce, soprattutto grazie all’intervento del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e  del consigliere regionale Paolo Campo.

Accanto a Mazzone il sindaco Angelo Riccardi: «Mi rendo conto della difficile situazione che sta affrontando Manfredonia. Bisogna essere oggettivi: innanzitutto è sbagliata la convinzione per cui il Carnevale sarà possibile grazie ai 50.000 stanziati dalla Regione, sono insufficienti a coprire tutte le spese. L’organizzazione è avviata, ma ciò non significa che abbiamo risolto i problemi di natura economica».

 La macchina organizzativa è dunque in moto, ma c’è ancora molto da fare. In un quadro economico in cui il contributo comunale è pari allo 0%, l’Agenzia del Turismo farà leva sulle sponsorizzazioni e sul mecenatismo  culturale che da sempre caratterizza l’evento del Carnevale. Verrà richiesto anche un aiuto ai cittadini, grazie all’attivazione di un conto PayPal (per maggiore informazioni, basterà recarsi sulla pagina Facebook dell’evento) e, infine, verrà adottata anche per quest’anno la tassa di soggiorno. Queste per ora le misure adottate per finanziare il grande progetto del Carnevale sipontino, le cui risorse verranno destinate prima di tutto agli operatori e, in seguito, agli ospiti, importante attrattiva per i turisti (i nomi sono tuttavia ancora sconosciuti). Priorità assoluta per gli istituti scolastici: la Sfilata delle Meraviglie rappresenta un unicum nella tradizione carnevalesca di tutta Italia e, in quanto tale, “va garantito a tutti i bambini di poter partecipare senza chiedere sacrifici economici ai genitori”, spiega Mazzone. Uno sforzo richiesto invece ai gruppi mascherati delle associazioni culturali, per i quali parrebbe essere in fase di risoluzione il problema della disponibilità di locali: «Abbiamo condotto già nei mesi scorsi un’analisi di locali da destinare ai gruppi in maschera come laboratori. Questo comporta assumersi l’onere di un canone di locazione. Siamo partiti con un’operazione che punta al ripristino dei locali dell’ex Nautico in tempi brevissimi e abbiamo inoltrato anche una richiesta all’autorità portuaria perché ci possa concedere i locali del mercato ittico».

Un discorso a parte va fatto per i carri, che affrontano due criticità: non solo quella economica, ma anche quella dei tempi ristretti di realizzazione:«Faremo tutto il possibile, ma nel caso la cosa fallisse, vorremmo destinare le risorse a corsi di formazione per nuovi maestri cartapestai e promuovere la realizzazione dei carri durante tutto l’arco dell’anno».

Confermate anche le date delle parate: domenica 3 marzo, martedì 5 marzo per la Golden Night e sabato 9 marzo per la Notte Colorata. Il tutto sotto un unico slogan, “Roba da matti”: «Il Carnevale di Manfredonia doveva avere la sua continuità. Fa parte del nostro patrimonio e in quei giorni il nostro paese si riempie di magia».

A cura di Carmen Palma,

Manfredonia 25 gennaio 2019

Carnevale Manfredonia 2019: “Strada difficile, ma è il nostro patrimonio” ultima modifica: 2019-01-25T17:19:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Damiano

    Da persona navigata del Carnevale, che mi ha visto sempre partecipe nel bene o nel male di tante manifestazioni,sia come dirigente della banda della Ciambotta Fresch, e dopo come fotografo dilettante,resto basito da quanto e’ stato detto in conferenza stampa,alla fine si fa’ leva sempre sulla buona volonta’ e sulle scarse risorse economiche della popolazione,senza minimamente pensare di fare un percorso di sfilata chiuso ,con varchi d’accesso, dove anche i forestieri inizino ad entrare nell’ordine di idee che il nostro spettacolo merita un prezzo,anche se pur minimo, ma lo merita.Ovunque si vada in giro per L’italia, si paga dappertutto, qui invece e’ sempre tutto gratis,(Bus navetta,parcheggi,macchine in sosta selvaggia,sfilata dei gruppi e dei carri)senza nessun ritorno economico per la citta;Dopo c’e la questione sponsor ed anche qui avrei qualcosa da dire:Premesso che Manfredonia conta, nella Provincia di Foggia di ben tre Presidenti di autorevoli associazioni di categorie, ossia Rotice Gianni -Confindustria,Gelsomino Damiano-Confesercenti,Riccardi Angelo -Consorzio ASi di Capitanata,e’ mai possibile che all’ultimo minuto ci si debba affidare sempre alle piccole sponsorizzazioni locali,quando le stesse con un opportuna programmazione potrebbero essere fatte da tutte le attivita’ sparse sul territorio provinciale, che credo la farebbero ben volentieri considerando la visibilita’ nazionale e locale che le nostre manifestazioni hanno.Concludo riordando, che non voglio bacchettare nessuno,perche’ io amo il mio paese, e sogno di vederlo ai massimi splendori,pero’ alla fine si pecca sempre sugli stessi errori,la mancata programmazione,la mancata condivisione da un anno all’altro con gli operatori, di progetti e idee,e la concertazione di altre manifestazioni collaterali, il Carnevale,cosi’ come la festa padronale,e magari anche una sessione estiva dello stesso Carnevale,hanno bisogno di un lavoro continuo e costante,annuale, e non di 15/20 gioni con l’acqua alla gola. In bocca al lupo a tutti,e se mai si riuscisse a fare veramente qulcosa di concreto, sono a vostra disposizione.
    Damiano Sciannandrone


  • Cittadino

    Anche il mercato ittico è un nostro patrimonio ma lo hai chiuso ed hai tolto pure il lavoro a chi lavorava la dentro.Se parliamo di patrimonio capiamo bene che il mercato è uno di quei patrimoni inestimabili che ha il volto e l” anima della gente sipontina.


  • Anonima

    Essere seri è importante.


  • Duosiciliano Patriottico

    E certo, perché, “giustamente”, per i “patrimoni” di “Zambredonia” i soldi devono uscire sempre e comunque, chiedendo persino donazioni ai cittadini, mentre per le cose più importanti, come il lavoro, la situazione disastrosa della differenziata porta a porta e tante altre schifezze, no.
    Complimenti vivissimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This