Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

FOTO Bari, spunta una foto di Decaro una delle sorelle del boss Capriati: “Smentisce il sindaco”

Ma oggi Il Giornale e La Verità pubblicano uno scatto che lo ritrae proprio con la sorella di Capriati

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Marzo 2024
Bari // Cronaca //

BARI – Nei giorni scorsi il ministro degli Interni Matteo Piantedosi ha nominato una commissione per valutare il commissariamento del comune di Bari.

Il sindaco Antonio Decaro ha contestato la decisione del Viminale.

E ha rivendicato il suo impegno Antimafia. Durante la manifestazione di solidarietà del Partito Democratico pugliese il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha raccontato l’aneddoto di una visita a una sorella del boss Antonio Capriati all’epoca in cui Decaro era assessore.

Decaro aveva ricevuto minacce per la decisione di chiudere al traffico Bari Vecchia.

E così, ha raccontato il governatore, lui e l’attuale primo cittadino di Bari sono andati a fare visita a una sorella del boss Capriati per «affidare» l’assessore, cioè per proteggere la sua sicurezza. Una circostanza smentita da Decaro.

EMILIANO - DE CARO - PH ANSA PUGLIA
EMILIANO – DE CARO – PH ANSA PUGLIA

Ma oggi Il Giornale e La Verità pubblicano uno scatto che lo ritrae proprio con la sorella di Capriati.

Lo scatto, preso da Facebook, non risale però all’epoca dei fatti raccontati da Emiliano e smentiti da Decaro. È invece di un anno fa. La donna che si vede a sinistra, scrive il quotidiano di Maurizio Belpietro, si chiama Elizabeth.

E ieri al Tg1 un’altra sorella di Capriati, Lina, ha smentito l’incontro descritto da Emiliano.

Intervistata tra i vicoli di Bari Vecchia da Leonardo Zellino che le chiede se sia vero che l’attuale sindaco sia andato a casa sua con Emiliano, la signora ribadisce: «Mai, mai è successo, mai visto Decaro con Emiliano, quando mai è venuto Decaro qui».

Dalla casa esce un’altra donna della famiglia e dice: «Noi se andiamo da Decaro manco ci accetta. Come fa a dire che questa persona ci conosce?».

Quindi da una parte c’è la smentita da parte di una sorella del boss. Dall’altra la foto che però non è stata pubblicata all’epoca dei fatti raccontati da Emiliano.

La mimica del video

Ieri il centrodestra ha chiesto a più riprese la convocazione di Emiliano e Decaro in Commissione Antimafia. Segnalando che durante il racconto dell’aneddoto da parte di Emiliano, come si vede dal video, Decaro sorrideva senza problemi.

Questo darebbe prova della falsità della sua smentita. «Su queste cose bisogna essere assolutamente precisi.

Innanzitutto è bene ricordare il contesto. C’era un magistrato antimafia appena eletto sindaco in un quartiere, come quello di Bari Vecchia, abituato da sempre al parcheggio selvaggio nella totale illegalità.

Immaginatevi quali potessero essere le reazioni davanti a un giovane assessore che si permetteva di entrare nel quartiere per rivoluzionare completamente le consuetudini, a partire dalla mobilità, pedonalizzando buona parte delle strade e installando le telecamere sui varchi di accesso», ha ricordato ieri Decaro.

Fonti verificate: OPEN //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.