Edizione n° 5263
/ Edizione n° 5263

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Frangiflutti, “ma come sono stati realizzati?” (storia – Ftgallery)

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Maggio 2013
Manfredonia //

Manfredonia – GRUPPO Facebook Manfredonia+Civile: “Un cittadino, autore della segnalazione fotografica, si chiede quanto siano utili i frangiflutti a Manfredonia.Ovviamente la segnalazione critica il modo in cui son stati costruiti. Infatti nelle foto è evidente che l’azione del moto ondoso non è ridotta e il cemento si sta erodendo lo stesso. In più si sta accumulando vegetazione”.


STORIA FRANGIFLUTTI.
In particolare si fa riferimento al progetto cofinanziato dall’Unione Europea “Opere di difesa costiera nel tratto litorale compreso tra il centro di riabilitazione ‘A.Cesarano’ e L’Hotel del Golfo”, P.O.R. Puglia 2000/2006 – Asse 1 Risorse naturali, Misura 1.3 “Interventi per la difesa del suolo”, P.I.S. 15 “Turismo-cultura-ambiente del Gargano”.

Dalla “Richiesta pronuncia compatibilità ambientale”, “La zona si presenta vulnerabile alle manifestazioni meteo-marine e all’erosione della costa per cui nasce l’esigenza di predisporre il progetto – Opere di difesa costiera nel tratto di litorale compreso tra il Centro di riabilitazione A. Cesarano e l’Hotel del Golfo, che prevedono le seguenti sezioni principali:
barriere longitudinali in massi naturali con quota sominitale a 20 cm. sotto il livello medio del mare;
– le barriere, a circa 150 mt. dalla riva, saranno realizzate in maniera discontinua, con varchi di mt.3 30 di larghezza, per favorire il ricircolo delle acque interne e il naturale ricambio idrico;
– segnalazione per la navigazione su “isolotti”, emergenti +1,50 mt. sul l.m.m. in massi naturali posti alle testate delle difese; Le opere ricadono nell’allegato A.1.d) di cui alla L.R. n. 11/2001 “Norme sulla valutazione di impatto ambientale”.

Data, lì 1 febbraio 2007, Proponente:”il Dirigente Settore OO.PP., Ing. Giovanni Spagnuolo“.


All’Atp (Capogruppo) Studio Microlab srl di Manfredonia (Provvedimento dirigenziale 8^settore N.311 31.12.2007) l’incarico (nell’ambito dei collaboratori/professionisti esterni al 31.12.2008) per 82.657,66 euro.


IL BANDO.
Da raccolta dati, il bando del Comune di Manfredonia per l’affidamento dei lavori relativi alle opere di difesa costiera del tratto litorale tra il Centro Cesarano e l’hotel del Golfo è stato pubblicato il 25.02.2008. Nel disciplinare di gara si evince che l’importo complessivo dei lavori è pari ad: € 1.291.858,76, e per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso: € 37.626,95. Detti lavori sono finanziati per € 1.800.000,00 dalla Regione Puglia – P.I.S. 15 Gargano – Misura POR 1.3 – e per € 36.735,00 dal Comune di Manfredonia, mediante fondi del bilancio comunale. L’esito della gara viene comunicato in data 12.05.2008 e l’appalto dei lavori relativi viene aggiudicato all’A.T.I. MED srl Angelo De Cesaris srl, con sede in Vasto (CH) la cui Direzione dei Lavori è affidata all’Ing. Andrea Francesco Trotta di Manfredonia. In seguito le autorizzazioni e i lavori.

FOTOGALLERY



(Fonte, tutti i diritti riservati: Manfredonia+Civile – Gruppo Facebook).

24 commenti su "Frangiflutti, “ma come sono stati realizzati?” (storia – Ftgallery)"

  1. c’è la responsabilità civile per chi fa errori-orrori del genere? Oppure occorre sempre coprire gli amici —…ci vediamo al voto

  2. Tutte le barriere frangiflutti dell’Adriatico hanno queste caratteristiche:

    tutte sono state costruire con l’ausilio di naviglio;

    sono poste di fronte la costa in linea dritta;

    non hanno causato l’ecatombe di alghe;

    difendono i tratti costieri specialmente la linea adriatica ferroviaria.

    sono emerse mentre quelle di Manfredonia tranne quando c’è la bassa marea sono
    immerse e rappresentano anche un serio rischio per la navigazione, insomma un porticciolo sommerso.

  3. Ci sono tutti i presupposti di chiamare Fabio e Mingo o esperti di Report e quant’altri, magari a noi comuni mortali nessuno fornisce spiegazioni adeguate, sarebbe bello udire spiegazioni date a gente esperta.

  4. C’è anche una signora straniera quasi sempre brilla che urina in pieno giorno davanti ai passanti e qualcuno (non solo sbandati stranieri) ma anche italiani di tutte le età alle prese con problemi mentali o prostratici, che di giorno, incuranti del passaggio dei ragazzi e delle signore, sfilano il paparuol innaffiano la pavimentazione e con la massima calma ritirano il paparuol dopo averlo scotilato bene, bene!!! Preferisco non scrivere altro perché mi vergogno.

  5. Don Matteo sveglia!!!!!!!!
    Dopo sperare solo nella provvidenza divina che faccia diluviare per vedere migliorata la situazione?
    Intervieni energicamente tramite il vescovo!!

  6. siete un po distratti.
    se notate bene non vi è una mareggiata in corso ma sono gli effetti dell’innalzamento del livello del mare.
    i cambiamenti climatici sono in corso, ogni giorno si sente parlare dello scioglimento delle calotte polari e questi sono i primi ettetti.

    ciò non mette in dubbio che le barriere sono sbagliate lo stesso.

    rassegnatevi il mare cancellerà gli orriri commessi dall’uomo compreso il nuovo porto che inesorabilmente—— nei prossimi decenni con l’innalzamento del mare

  7. Che Schifo! Quel posto non si può più guardare, un’ opera così non si è mai vista da nessuna parte del mondo. Quei maledetti frangiflutti hanno creato una vasca che non permette più al mare di circolare; è diventato il cestino porta rifiuti del golfo dentro ci trovi di tutto: alghe, melma, erbacce, topi, zanzare, immodizia… Penso che anche un bambino non avrebbe fatto tutto quel danno. Prima, tranne qualche piccolo problema, era veramente bello quel posto, brillava di luce propria, anche senza il lungomare nuovo, c’era luce (quella naturale) dappertutto: il sole, la luna, le stelle si congiungevano col mare e lo spettacolo era veramente impagabile.
    La sera ci passavo spesso e mi incantavo di fronte allo spettacolo delle luci del lungomare che si riflettevano nel mare, soprattutto sotto l’hotel Panorama del Golfo ora non si vede più niente la sera c’è solo buio = TENEBRE.
    Secondo me c’è stata troppa superficialità nel fare quell’opera, con un porto di quella portata non si dovevano proprio fare, o fare in quel modo.
    Mi meraviglio, visto che il posto è al centro della nostra Città e con a ridosso un porto turistico di quella portata come mai non si provvede a rimuovere qualche braccio e si permette al mare di nuovo di circolare.
    Ai turisti che verranno accogliamogli presentando loro un paesaggio bello, pulito, gradevole e soprattutto “CURATO”. Facciamo in modo che possano ringraziarci e tornare nella nostra meravigliosa CITTA’.
    Al nostro caro Sindaco un invito a recarsi PERSONALMENTE sul quel tratto del lungomare del Sole per rendersi conto che la realta’ in questo caso supera le PAROLE O LA FANTASIA…!!!

  8. noi che abitiamo lì di fronte, nn possiao più vivere, da quella puzza orrenda che emanano quelle alghe……a quando la pulizia

  9. Ragazzi se lo gli iceberg si staccano dalla calotta polare, dalla palude, dalla nostra palude creata dall’homo sapiens sipontino si stanno staccando dalla riva della palude grossi quantitativi di nutrimento marittimo, agglomerato e putrefatte, che io do loro ufficialmente un nome scientifico
    ALGHEBERG O POSIDONEBERG, cari concittadini lascio a voi la scelta di scegliere in nome da inserire in tutte le enciclopedie mondiali.

  10. Rispondo al titolo dell’articolo:

    i frangiflutti sono stati realizzati con i camion che non avendo le ali sono stati costretti a costruire il porto mentre con le navi dotate di gru il problema non sussiste, i massi possono essere dislocati a proprio piacimento.

    Perché sono stati usati i camion e non le barche e perché si è preferito costruire un piccolo porto immerso e non le classiche barriere frangiflutti che si possono scorgere in tutta l’Italia chiedetelo agli addetti ai lavori.

  11. E se non si erra, si convennero valenti studiosi universitari, esperti di maree ecc… per avere questo risultato. Forse era meglio chiedere consiglio a qualche vecchio marinaio, forse averbbe dato migliori consigli…. gratuitamente.

  12. Quel posto lì è una fogna a cielo aperto!Topi,zanzare…tutta la notte si sente il gracidare delle rane …io non so come l’albergo abbia ancora qualche cliente!Gli appartamenti ex hotel Riviera sono rimasti invenduti e chi se li vuole comprare con una simile vista e con quella puzza! e non mi venissero a dire che è una riserva naturale!

  13. E non è ancora finita, una grande palude è sorta di fronte il cesarano ci sono canne alte 2,60 una vegetazione intensa con albero della c.d. a maron in vernacolo sipontini, l’humus del sottobosco creatasi sulla scogliera è di tipo palustre/equatoriale. E’ vi siete mai affacciati dal ponte vicino il porto turistico ci sono decine di tonnellate di alghe marroni con i due germani che faticano a sopravvivere, uno spettacolo lugubre e indegno per un città che una volta era il vanto del mondo intero ora è uno schifo indicibile!!

  14. Ma non è lo stesso scienziato che ha fatto le piste ciclabili e che da qualche anno è anche un esperto consulente esterno che lavora presso il comune pagato con i soldi pubblici?

  15. Vero… non è lo stesso che ha fatto la meravigliosa pista ciclabile?? In ogni caso… So che qualcuno si sta prodigando per una raccolta firme al fine di far aprire quella vasca di m…a ed elimiare il problema. Quindi spero che chi abita da quelle parti si metta in moto, anche perchè le loro case ormai non valgono niente dato che si trovano davanti ad una fogna a cielo aperto!!

  16. manderemo tutto alle iene o a striscia la notizia perche deve pagare chi ha sbagliato
    E CONTINUANO A SBAGLIARE E QUELLO IL BELLO SPARANDO SOLO C….. E

  17. Vi sta bene sudditi balocchi, dovete soffrire e stare zitti, perchè siete voi gli artefici del vostro destino!!

  18. Cioè lo stesso illustre professionista autore di piste ciclabili,barriere a mare e altre opere pubbliche fa oggi l’esperto esterno — pagato al comune?e cosa è un premio per gli errori e orrori commessi?e poi mi domando ha di certo uno studio quindi la mattina al comune e il pomeriggio allo studio ad occuparsi delle stesse cose?sbaglio o vi (potrebbe essere,ndr) un conflitto di interessi —-.———–

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.