Edizione n° 5340

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia, altri sette arresti per devastazioni e violenze nel carcere

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Maggio 2023
Foggia // Stato prima //

FOGGIA – Il Nucleo Investigativo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia ha arrestato altre sette persone nel corso di operazioni effettuate il 16 e il 22 maggio 2023. Questi arresti fanno seguito all’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Sezione del Riesame del Tribunale Penale di Bari, a seguito del ricorso della Procura della Repubblica di Foggia.

I soggetti arrestati, già detenuti per motivi diversi, sono accusati di aver partecipato a devastazioni e saccheggi dopo la fuga di massa dal carcere di Foggia avvenuta il 9 marzo 2020. Durante la fuga, furono commessi atti di violenza contro la Polizia Penitenziaria, danneggiamenti e turbamenti dell’ordine pubblico.

 

esterno carcere Foggia (facebook)
esterno carcere Foggia (facebook) la fuga

 

Questi arresti si aggiungono a quelli precedenti, sempre per i medesimi fatti, e avvenuti a seguito di giudizio abbreviato. Il reato di devastazione e saccheggio, sebbene raro, costituisce una grave violazione della legge prevista dal nostro ordinamento, sottolineando la gravità delle azioni commesse. L’emissione di queste ulteriori ordinanze restrittive è stata possibile grazie all’acquisizione e all’elaborazione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza e alle numerose annotazioni di servizio redatte dal personale della Polizia Penitenziaria di Foggia.

EVASIONE CARCERE FOGGIA (09.03.2020)
EVASIONE CARCERE FOGGIA (09.03.2020)

 

È importante sottolineare che il procedimento è ancora nella fase delle indagini preliminari e che le posizioni delle persone arrestate sono al vaglio dell’Autorità Giudiziaria. Nessuno dei detenuti può essere considerato colpevole fino alla pronuncia di una sentenza di condanna definitiva.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.