Manfredonia
Stamani la presentazione dell'analisi di Goletta Verde

Depuratore Manfredonia, dati Arpa 2013, anche valori fuori norma


Di:

Manfredonia – “SUPERAMENTO rispetto ai limiti tabellari per almeno un parametro monitorato”: così Goletta Verde in riferimento al monitoraggio effettuato nel 2013 dall’Arpa Puglia (2.404 controlli) relativamente alla conformità dei reflui in uscita di 39 depuratori. Tra questi in Provincia di Foggia: Trinitapoli, Cerignola, Foggia, Manfredonia e San Severo. “A fronte di queste criticità – scrivono i referenti di Goletta Verde nell’istantanea regionale sulle acque costiere presentata stamani a Bari – sono state avviate le procedure di potenziamento in base agli abitanti equivalenti su ben 47 depuratori”.

Nella stessa analisi 2014 di Goletta Verde si fa riferimento a “33 impianti sottoposti a procedimento penale”. In Provincia di Foggia: “S. Giovanni Rotondo, S. Paolo Civitate, Trinitapoli, Cerignola, Peschici, Pietra Montecorvino, Stornarella, S. Marco in Lamis, Cerignola, Ortanova, S. Severo, Manfredonia, Foggia, Alberona, Margherita di Savoia, Zapponeta, Rodi Garganico, Mattinata, Vieste”. Da raccolta dati, l’impianto di Manfredonia non è attualmente sotto sequestro, “dato il libero accesso – per i tecnici dell’ARPA – di effettuare i prelievi per i campionamenti”.

Per i valori in eccesso (fonte Arpa, dati 2013, con tabella allegata in fondo al testo): “depuratore di Manfredonia: Zinco (limite 0.5) valore in eccesso registrato il 17.09.2013: 0.841; Escherichia Coli (limite 5000 UFC/100 ml): in data 26.03.2013 un valore di 6.500 UFC(unità formanti colonia)/100 ml; in data 17.09.2013 valore 9.500 UFC/100 ml”. Da registrare i valori ancora più in eccesso, per l’Escherichia Coli, di altri Comuni foggiani: “Mattinata in data 05.02.2013 oltre 100.000 UFC/100 ml (limite come detto 5000 UFC/100 ml); 20.11.2013 2 microrganismi presenti; Monte Sant’Angelo 72.000 UFC/100 ml; Lucera: 62.000 UFC/100 ml il 15.10.2013; Foggia: oltre 100.000 UFC/100 ml il 09.01.2013”.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Manfredonia ha effettuato gli ultimi controlli sul depuratore di Manfredonia all’incirca 2 mesi fa, con prossime verifiche che saranno stabilite dall’Arpa Puglia.

Su www.legambiente.it/golettaverde sezione Analisi è possibile visualizzare la mappa interattiva del monitoraggio, con i punti di campionamento e i risultati delle analisi e le foto dei prelievi.

DATI 2013 GOLETTA VERDE. Nel 2013, come riportato nell’analisi di Goletta Verde, “oltre la metà dei campionamenti eseguiti in Puglia era risultata fuorilegge. In ben 17 casi (corrispondenti per lo più alle foci di fiumi e ai canali), rispetto ai 30 punti monitorati lungo gli 865 chilometri di costa, era stata evidenziata una carica batterica al di sopra dei valori consentiti dalla legge e per quattordici di questi punti il giudizio è “fortemente inquinato”.

Nel 2013 tre i campionamenti effettuati in provincia di Foggia dai biologi di Goletta Verde: “L’unico punto nel quale è stata riscontrata la presenza di una carica batteriologica superiore a quella consentita, e giudicato ‘fortemente inquinato’, è stato quello eseguito nei pressi della Foce del torrente Candelaro nel comune di Manfredonia. Entro i limiti, invece, le analisi effettuate nei pressi della foce del torrente Carapelle in località Lido Rivoli/Foggiamare del comune di Zapponeta e alla foce del Canale Schiapparo, in località Lago di Lesina tra il comune di Lesina e Torre Mileto”.

NOTA. Su www.legambiente.it/golettaverde sezione Analisi è possibile scaricare la mappa interattiva del monitoraggio, con i punti di campionamento e i risultati delle analisi che è possibile incorporare in siti web e blog.

FOCUS
DEPURATORE FOGGIA, INTERROGAZIONE PARLAMENTARE 5 STELLE

5 STELLE: E’ IL DEPURATORE DI FOGGIA AD INQUINARE IL CANDELARO

TABELLA DATI DEPURATORI PROVINCIA DI FOGGIA 2013, ARPA PUGLIA
DATI DEPURATORI PROVINCIA DI FOGGIA, ARPA 2013

(A cura di Raffaele Salvemini – r.salvemini@statoquotidiano.it)
Ha collaborato Giuseppe de Filippo – g.defilippo@statoquotidiano.it)

Depuratore Manfredonia, dati Arpa 2013, anche valori fuori norma ultima modifica: 2014-07-25T19:24:03+00:00 da Raffaele Salvemini



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • dino

    Il depuratore di Manfredonia necessita di un intervento strutturale, adeguando la capacità del normale processo di depurazione alla quantità delle acque reflue che riceve. L’adeguamento garantisce il naturale processo di depurazione, grazie ai “batteri buoni” che trasformano i liquami in fanghi. Il mancato adeguamento permette o giustifica il gestore dell’impianto di “bay-passare” le acque reflue provenienti dalle fogne, versandole direttamente nel fiume Candelaro, saltando la linea dei fanghi che produce un costo maggiore di smaltimento.
    L’ AQP Spa, tramite PURA s.r.l., gestisce 182 depuratori nel territorio pugliese. Non a caso viene, in più occasioni, condannata a pagare contravvenzioni per irregolarità nella gestione dei depuratori. Contravvenzioni che, purtroppo, si riducono a poche migliaia di euro e quindi non impensierisce più di tanto il gestore. Tutte le autorità conoscono bene il problema, ma nessuno si è mai preso la briga di analizzare l’acqua che esce da quei scarichi. Sarà perche il posto è inaccessibile e pericoloso?
    Il sindaco è il responsabile della condizione di salute della popolazione del suo territorio. Per tali responsabilità dovrebbe sollecitare l’Asl e l’ARPA Puglia a intensificare i controlli durante il periodo estivo e, qualora si dovessero riscontrare nelle aree di balneazione, presenze di agenti patogeni nocivi per la salute pubblica, intervenire tempestivamente vietando la balneazione, onde evitare il propagarsi d’infezioni di vario genere, specie nei bambini.
    La difesa della salute dei cittadini non è barattabile con altri interessi.
    goletta verde dovrebbe essere il garante dei cittadini.invece di prendere dati dell’arpa puglia,deve fare i campionamenti nello scarico a valle e non come fa l’Arpa a valle.


  • Antonio schifato dalla politica

    Porca-miseria….. non ci posso credere che dopo 25 anni l’inquinamento dell’Enichem persiste e continua (secondo l’opinione non confermata con dati oggettivi del lettore,ndr) a far danni alla salute ..
    Il Sindaco di Manfredonia si prodiga nel mondo della politica per la bonifica dell’Enichem, ma (dovrebbe intereressarsi maggiormente, secondo il lettore,ndr) del suo depuratore (..) di un porto che altro non è un immondezzaio e fra cent’anni diamo sempre la colpa al vicino, noi siamo puliti ed onesti.
    ..


  • Mufulus

    questa è la notizia che avrei preferito rimandare a settembre


  • dino

    X mufus
    Anche Goletta Verde dovrebbe arrivare a settembre,quando la popolazione diminuisce.
    Nel Candelaro le analisi le facciamo fare a settembre quando i livelli si abbassano.


  • Antonio schifato dalla politica

    Red, perché altri lettori non sono state moderati quando in altri articoli che si parlava sull’ inquinamento del mare o terra, con l’indice puntavano a un passato di 25 anni fa la causa di alcune eventi di salute sui bagnanti.
    E non farmi credere che detta moderazione è solo per non allarmare….. in un periodo turistico come lo “Squalo”.


  • Redazione

    Buon pomeriggio Antonio, accogliamo la sua riflessione, cerchiamo di far rispettare le regole della moderazione (principi di verità, pertinenza, continenza) per tutti i lettori; grazie, a disposizione; Redazione Statoquotidiano.it


  • Francesco

    Carissimi di Stato Quotidiano,ma è mai possibile che solo in questo paese ci vuole uno che controlli chi dovrebbe controllare ?
    Come si può poi pretendere dal comun mortal cittadino di comportarsi a norma di legge e quindi in modo civile e onesto ??? Per cortesia, voi di Stato Quotidiano mi sapreste dare una risposta.Grazie


  • Redazione

    Buonasera sig. Francesco; grazie innanzitutto per l’intervento; semplicemente il cittadino non deve violare la legge, o assumere atteggiamenti incivili, solo perchè altri lo hanno fatto; lo stesso dicasi se i protagonisti in negativo della società sono coloro verso i quali si ripongono le proprie fiducie, perchè ritenuti presenti “baluardi di legalità”; bisogna avere atteggiamenti correlabili a democrazia, civiltà, buon senso comune, comunque e sempre; a presto; non mancheranno le occasioni per ritornare sull’importante tematica; a presto; a disposizione; Redazione Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • Chi contrlla chi?

    Non capisco perché goletta verde non ha monitorato la nostra zona.
    Il 28 ci dovrebbe essere un incontro a centro velico ,speriamo che c’è lo spiegano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This