Edizione n° 5310
/ Edizione n° 5310

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Incendi, il geologo Fiore: ‘I danni all’ecosistema e al paesaggio sono irreparabili’

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Luglio 2023
Ambiente // Cronaca //

ROMAAntonello Fiore, presidente nazionale della Società Italiana di Geologia Ambientale, è intervenuto in merito agli incendi che stanno imperversando nel Paese: “Bisogna dare la possibilità ai cittadini di essere sentinelle del territorio.

La conoscenza favorirà la prevenzione. Favorire il trekking, le escursioni per far comprendere a famiglie e giovani l’importanza del territorio, dei versanti. Ogni territorio bruciato è un attacco alla vita di tutti e compromette il futuro. La distruzione alla quale assistiamo non riguarda solo le specie vegetali, ma l’intero ecosistema che caratterizza le aree percorse dal fuoco”.

“Sappiamo che con gli anni la vegetazione colpita dal fuoco si riprenderà – ha continuato Fiore –  mentre i danni diretti all’ecosistema al paesaggio sono irreparabili, come pure i danni indiretti sulla perdita di fertilità dei suoli e stabilità dei versanti con possibile innesco a breve e a lungo termini di colate di fango, frane e il verificarsi di eventi alluvionali. Oggi gli incendi, favoriti da una scarsa manutenzione dei boschi e delle aree boscate e da lunghi periodi di siccità, e i mesociclioni dalle caratteristiche simili a quelli tropicali si alternano nella stessa stagione con effetti devastanti prima e dopo, conseguenza questa indiretta della crisi climatica. Dobbiamo essere molto severi nei confronti di chi appicca il fuoco e dobbiamo integrare le forme di prevenzione con politiche che garantiscono una maggiore fruizione degli spazi verdi, sostenendo anche economicamente occasioni di svago e sport nei boschi. Così facendo ognuno di noi diventerà vedetta e custode del bosco, prezioso bene comune”.

“Dobbiamo far comprendere a tutti che i territori vanno tutelati e non incendiati. Gli incendi sono un attacco alla vita di tutti noi. Inoltre dobbiamo dare la possibilità ai cittadini del posto di vivere il luogo nel quale vivono, di amarlo. Il cittadino deve diventare sentinella del territorio.”

“Ad esempio penso alla possibilità di conoscere i versanti di montagna e in questo modo, soprattutto le nuove generazioni capiranno che un territorio bruciato non solo attenta alla vita di tutti ma non dona più i prodotti con i quali apparecchiamo le nostre tavole. Gli incendi degli ultimi anni, soprattutto nelle regioni meridionali, confermano che necessita un cambio di strategie nel governo di questi fenomeni e nel governo del territorio. Fare prevenzione con la conoscenza ma anche con sistemi particolari, alcune regioni italiane stiamo iniziando ad utilizzare i droni per il controllo dall’alto dei parchi, dei versanti di montagna, dei territori”.(Fonte ANSA)

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.