Edizione n° 5340

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Separate alla nascita, 3 sorelle del Foggiano si ritrovano grazie ai social

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
25 Settembre 2023
Foggia // San Severo //

FOGGIA – Si chiamano Giovanna, Vincenza e Anna Maria le tre sorelle separate e adottate alla nascita che si sono ritrovate dopo oltre cinquant’anni grazie ai social. La storia delle signore, originarie di San Severo, in provincia di Foggia, e rimaste lontane per 53 anni, è stata raccontata dal Corriere del Mezzogiorno. L’incontro è avvenuto alcuni giorni fa a Ruvo di Puglia, nel Barese, dove vive Annamaria.

L’incontro delle tre sorelle

Le tre bambine erano state affidate a un orfanotrofio e date in adozione separatamente. A rendere possibile l’incontro è stata Giovanna, che vive in Sicilia. “Mi sono messa alla ricerca di mia sorella Annamaria, avevo il grande desiderio di ritrovarla, di sapere come stesse. E nonostante avesse un cognome diverso dal mio sono riuscita a risalire a lei già diversi anni fa. È negli ultimi mesi però che sono riuscita finalmente a sentirla e a organizzare l’incontro tra noi tre sorelle”, ha raccontato.

Il contatto tra le due è avvenuto tramite Facebook: “Ci siamo tenute in contatto per circa cinque mesi, fino a quando non sono riuscita ad organizzare il mio viaggio a Ruvo di Puglia per poterla finalmente abbracciare insieme a mia sorella Vincenza che oggi vive a Sannicandro di Bari“.

Lo riporta Fanpage.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.