Politica
L’ipotesi su cui agire sarebbe la “lesione del diritto di elettorato passivo”

Elezioni, M5S: candidati esclusi avviano Comitato “#annullatetutto”


Di:

Una raccomandata contenente una “richiesta di trasparenza e precisazione sul metodo sottostante l’esclusione dalle Parlamentarie on-line del gennaio 2018”. L’hanno inviata gli autocandidati esclusi dalle parlamentarie M5s in Puglia, che si sono costituiti nel Comitato “Parlamentarie2018#annullatetutto”, a Beppe Grillo, Luigi Di Maio e alla responsabile locale del M5s. Nella lettera contestano l’esclusione dalle liste del Movimento in quanto non ritengono di rientrare nelle “categorie” previste per l’esclusione: condanne, carichi pendenti, “urlatori seriali” sui social. “Abbiamo fatto formale richiesta di chiarimenti sulle ragioni delle esclusioni” racconta l’avvocato Italo Porcari che rappresenta gli esclusi e che per il momento non ha agito legalmente. “Vedremo se rispondono e cosa rispondono. Poi potremmo chiedere l’annullamento delle parlamentarie per violazione delle regole interne del M5s e del codice civile. Se non ci verra’ data risposta entro la fine di gennaio gli esclusi decideranno se agire: c’e’ gia’ un gruppo di avvocati che sta lavorando a livello nazionale”.

L’ipotesi su cui agire sarebbe la “lesione del diritto di elettorato passivo”. “Avvieremo tutte le azioni possibili, e’ innanzitutto un atto di civilta’. Senza contare che le regole del Movimento parlano di “parere vincolante” del Capo politico sulle candidature, ma il parere non c’e’ stato, nessuno lo ha ricevuto” sostiene l’avvocato. (ANSA)

Elezioni, M5S: candidati esclusi avviano Comitato “#annullatetutto” ultima modifica: 2018-01-26T11:42:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This