Cultura
La ’Rosa Parks della Palestina’

Foggia, un set fotografico per Ahed Tamimi

La giovane rischia una condanna a 10 anni di carcere per essersi opposta ai soldati israeliani


Di:

Foggia. L’associazione culturale Creo, insieme all’Ambasciata di Pace ad Amnesty Foggia, al Foto Cine Club Foggia, al Circolo La Merlettaia e all’associazione Verdi e ambiente e Sinistra Italiana Capitanata s’incontrano per un evento d’arte sociale, per esprimere, solidarietà a favore di Ahed Tamimi, mettendoci la faccia e allestendo un set fotografico. Ahed Tamimi è diventata in pochi giorni la ’Rosa Parks della Palestina’. Ha solo sedici anni, ma è già impegnata attivamente insieme alla sua famiglia, contro l’occupazione israeliana. Proprio a causa di questo suo impegno politico oggi rischia una condanna a 10 anni di carcere.

Le accuse si basano su un video, con migliaia di visualizzazioni, in cui Ahed protesta contro i soldati israeliani. La ragazza e la sua famiglia stavano protestando contro la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele. In un orribile susseguirsi di eventi, il cugino di Ahed, il quattordicenne Mohammed, è stato colpito alla testa da un proiettile di gomma sparato da un soldato israeliano. Mohamed ha subito un intervento chirurgico intensivo per asportare il proiettile e una parte del suo cranio è stata rimossa. Nello stesso giorno anche Ahed si è trovata ad affrontare faccia a faccia i soldati israeliani perché erano entrati nel cortile di casa sua. Nel video postato dalla madre su facebook, si vede Ahed disarmata che schiaffeggia, spinge e prende a calci due soldati israeliani armati di tutto punto e che indossano indumenti protettivi. “È evidente che non rappresentava una seria minaccia per loro – ricordano gli organizzayoti Aiutaci a far pressione sul primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu per chiedere di annullare questa punizione palesemente sproporzionata.

Per info: fineart.creo@gmail.com

Foggia, un set fotografico per Ahed Tamimi ultima modifica: 2018-01-26T17:35:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Pin It on Pinterest

Share This