Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TRIBUNALE Arresti a Bari, Sandro Cataldo resta ai domiciliari

Rigettata dal Riesame la richiesta del marito dell'ex assessora

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
26 Aprile 2024
Bari // Cronaca //

Il tribunale del Riesame di Bari ha rigettato la richiesta di annullamento della misura degli arresti domiciliari per Sandro Cataldo, marito dell’ex assessora ai Trasporti della Regione Puglia, Anita Maurodinoia, accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale.

Le motivazioni saranno rese note entro 45 giorni. I difensori di Cataldo, Mario Malcangi e Gianlucio Smaldone, avevano chiesto l’annullamento della misura evidenziando che il quadro indiziario contestato dalla Procura fosse “insussistente perché” perché secondo loro mancava “sia l’associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale sia la corruzione elettorale stessa, che se c’è è attribuibile ad altri soggetti”.

Ai giudici del Riesame la difesa aveva quindi depositato una memoria di 44 pagine con numerosi allegati dalla sarebbe emersa – sostenevano i legali – “la capillare attività politica svolta dall’indagato che non lo ha mai portato a compiere reati”.

Il fondatore del movimento politico ‘Sud al Centro‘ è ai domiciliari dallo scorso 4 aprile con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale.

Per la Procura di Bari, Cataldo sarebbe stato il promotore di questa organizzazione che avrebbe inquinato le elezioni amministrative di Bari (2019), Grumo Appula (2020) e Triggiano (2020), oltre che le Regionali del 2020.

Lo riporta l’ANSA

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.