Edizione n° 5375

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Trullo come nascondiglio, arrestato il presunto boss Cosimo Lamendola

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
26 Settembre 2023
Cronaca //

BRINDISI – Il 51enne Cosimo Lamendola, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare dal 18 luglio scorso, è stato individuato e arrestato nelle scorse ore dai carabinieri dopo due mesi di latitanza in un trullo tra le campagne di Ostuni e Cisternino, in provincia di Brindisi.

L’ordinanza del gip di Lecce su richiesta della Dda trae origine da un’indagine dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni. Per gli inquirenti Cosimo Lamendola ed il figlio Gianluca di 34 anni, ancora irreperibile, erano al vertice del presunto sodalizio criminale, smantellato in seguito all’operazione Wolf, e per il quale risultano indagate 39 persone. Le accuse a vario titolo per tutti sono associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, tentato omicidio, detenzione e porto illegale di armi da fuoco e da guerra, violenza privata, lesioni personali, estorsione.

Nel luglio scorso, invece, furono 19 le ordinanze di custodia cautelare eseguite.

Ieri, intanto, insieme al latitante è stata arrestata una donna che aveva funzioni di vivandiera, ed al momento dell’irruzione stava preparando il pranzo al 51enne. La donna, trasferita in carcere, è accusata di favoreggiamento personale. All’interno del nascondiglio sono state rinvenute diverse parrucche da uomo.

Solo pochi giorni fa per la stessa inchiesta era stato arrestato in Germania il cognato di Cosimo Lamendola, Rosario Cantanna, anche lui destinatario dell’ordinanza di misura cautelare del luglio scorso. Lo riporta l’agenzia Ansa.

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.