Manfredonia

Otto per mille e ‘Manovra’: “buon Natale” Cei


Di:

Immagine da media.panorama.it

Immagine da media.panorama.it

Manfredonia – “RECUPERO ambientale[1] degli immobili della Curia”: questa la causale di un atto  governativo con il quale sono stati stanziati 400mila euro per l’anno 2009, 50mila per il 2010, e 50mila anche per il 2011, in favore del recupero di siti monumentali della Capitanata. ‘Manutenzione straordinaria di immobili ed arredi della parrocchia Madonna del Carmine di Manfredonia’: questa l’oggetto di un’altra causale governativa per lo stanziamento di 50mila euro per l’anno 2009, di 25mila ber il 2010, e di altri 50mila per il 2011, a favore del recupero monumentale citato. ‘Buon natale’ alla Curia arcivescovile[2] ‘arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo’, una delle sedi della Chiesa Cattolica suffraganea dell’arcidiocesi di Foggia-Bovino, appartenente alla regione ecclesiastica Puglia. Un Natale sereno grazie soprattutto agli importi stanziati dal resoconto della V Commissione permanente ‘Bilancio, tesoro e programmazione’ della Camera dei Deputati, come indicato alla pagina 13, elenco I, dello stesso documento. A parlarne ‘Il Fatto quotidiano’, che ha evidenziato le cifre della ‘manovra’ per l’assegnazione dei contributi di cui all’articolo 13, comma 3-quater, del decreto-legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008. Ad illustrare il contenuto della risoluzione il ministro della giustizia Gioacchino Alfano (PdL), che ha analizzato il  provvedimento per l’istituzione di un Fondo per tutela dell’ambiente e la promozione dello sviluppo del territorio, presso il Ministero delle economia e delle finanze.  La dotazione del fondo era pari inizialmente  a 60 milioni di euro per il 2009, a 30 milioni per il 2010 e 30 milioni anche per il 2011. In seguito la dotazione è stata incrementata a 105.050.000 milioni di euro per il 2009, dopo la conversione, con modificazioni, della legge n. 33 del 2009 e dell’articolo 3, comma 6, della legge 23 luglio 2009, n. 99. A valere sulle risorse del fondo – recita il testo – “sono concessi contributi statali per interventi realizzati dagli enti destinatari nei rispettivi territori per il risanamento e il recupero dell’ambiente e lo sviluppo economico” degli stessi territori. Determinante per l’assegnazione dei fondi la voce recupero ambientale (vedasi nota 1): lo stesso ministro Alfano aveva infatti specificato come “la risoluzione può contenere soltanto degli interventi volti al risanamento e al recupero ambientale, ovvero suscettibili di incidere sullo sviluppo economico”.  Nella manovra relativa alla Finanziaria 2010, approvata dal Senato lo scorso 22 dicembre, senza ricorso al voto di fiducia e senza modifiche al testo licenziato dalla Camera nella settimana precedente (con 158 voti a favore, 117 contrari e 4 astenuti) il punto di partenza era stato rappresentato dalla legge Finanziaria, che aveva stabilito infatti una cifra totale di 165 milioni di euro nel 2008,in seguito ‘frammentata’ in numerosi interventi. L’elenco definitivo dei finanziamenti dello Stato è presente sul sito della Camera dei Deputati, nella sezione relativa all’allegato ai lavori della commissione Bilancio, tesoro e programmazione, della seduta del 22 dicembre 2009 (quella relativa all’approvazione del testo definitivo della manovra statale). I fondi a favore  della Chiesa: nell’elenco della V Commissione Bilancio sono indicate cifre ed enti beneficianti del provvedimento. Chiese ed ‘altro’: 100mila euro di fondi sono stati erogati, ad esempio, per il “recupero ambientale e ristrutturazione della chiesa di San Francesco finalizzata a sviluppo turistico” a favore del comune di Aversa (in provincia di Caserta); 50mila euro per l’Arcidiocesi di Perugia per la manutenzione e ripristino ambientale della Chiesa di Montepetriolo; 100mila euro per l’Arcidiocesi di Sorrento-Castellamare di Stabia per la realizzazione di un centro di formazione giovanile del Comune di Sant’Antonio Abate; 80mila euro per la Caritas diocesana Firenze via de’ Pucci 2 per il recupero ambientale e sistemazione capannone per ampliamento servizio raccolta indumenti usati per progetti ‘ri-vestiti’; 75mila euro, nel triennio 2009/2011, a favore della Chiesa di Sant’Eligio Maggiore, per la realizzazione di un laboratorio educativo per minori a rischio dei quartieri mercato; a Roccapalumba (Pa) 160mila euro per messa in sicurezza della chiesa Maria Ss della Luce; al Santuario della Divina Maternità e casa preghiera dei frati Carmelitani scalzi, Consesa di Trezzo sull’Adda (Milano) 190mila euro per la manutenzione straordinaria del convento; infine: 160mila euro per la Parrocchia Santa Maria del’Arco-Messina, per il recupero degli edifici parrocchiali, 690mila euro per la Parrocchia di San Michele Arcangelo di San Angelo Roccalvecce per la risistemazione della Parrocchia e chiesa nel rispetto ambientale con installazione per il riscaldamento ecologico e pannelli solari. Comuni e Asl: da ricordare il milione e mezzo di euro a favore dell’azienda ospedaliera Santobono Pausilipon di Napoli per la realizzazione Centro risveglio pediatrico dal Coma; i 500mila euro a favore del  comune di Goriano Sicoli (Aq) per gli interventi per lo sviluppo della ricettività e delle attività produttive locali. Al Comune di Gubbio 250mila euro invece per il recupero ambientale e riqualificazione su area immobile, in località Cipoletto, per la creazione di un polo integrato per la tutela e valorizzazione della cultura contadina. A Roma capitale, “forse per la vicinanza ai centri decisionali”, 450.000 euro per un “programma di azioni finalizzate allo sviluppo economico del tessuto produttivo della capitale” e ben 210.000 per sostenere la rete dei “farmers’s market” del comune, vale a dire i coltivatori che vendono direttamente al pubblico saltando la mediazione dei negozi. In Puglia: 220mila euro a favore del Comune di  Margherita di Savoia (neo Bat) per la bonifica dell’area portuale; a Pulsano (Taranto) 150mila euro per la realizzazione di un’isola ecologica per raccolta di differenti frazioni merceologiche, in agro locale e a servizio della zona rivierasca; Tra gli altri interventi per la provincia di Foggia: 100mila euro  (50 + 25 + 25) per l’adeguamento strutturale a fini ambientali della rete fognaria della zona di Scalo dei Saraceni; 50 mila euro per il 2009, 25mila per 2010, 25mila per il 2011, per il ‘contrasto inquinamento acque marina con attrezzamento motopescherecci con impianti igienico tecnologici’; 100mila euro per l’attrezzamento per la salvaguardia ambientale e pulizia arenili ad alta fruzione turistica; 100 mila euro nel 2009 per lo sviluppo economico e turistico del Gargano e messa in sicurezza delle relative strade provinciali; In totale ? 66 milioni e 196500 euro nel 2009, 18 milioni e 898998 euro nel 2910, 18 milioni e 888998 euro nel 2011.

Otto per mille e ‘Manovra’: “buon Natale” Cei ultima modifica: 2009-12-26T01:44:33+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This