Edizione n° 5310
/ Edizione n° 5310

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

STABILIZZAZIONE Appello ex dipendenti ASE all’AD Leone: “Aveva detto: ‘siamo una famiglia’, ora abbandonati”

"Aveva detto che eravamo una grande famiglia, aveva promesso una stabilizzazione"

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
27 Gennaio 2024
Cronaca // Manfredonia //

Manfredonia. Appello ex dipendenti ASE all’AD Leone: “Aveva detto che eravamo una grande famiglia, aveva promesso una stabilizzazione, invece siamo stati abbandonati. Saranno chiamate persone da formare ex novo, noi invece con esperienza siamo stati esclusi.

Vogliamo delle risposte, siamo i più danneggiati tra Ase Spa e Comune di Manfredonia”.

di Giuseppe de Filippo
www.statoquotidiano.it
Manfredonia, 26 gennaio 2024

VIDEO

FOTOGALLERY

 

5 commenti su "Appello ex dipendenti ASE all’AD Leone: “Aveva detto: ‘siamo una famiglia’, ora abbandonati”"

  1. Quando un datore di lavoro dice “Siamo una grande famiglia”, scappatevinn’ sob’t’ d’allà

  2. La cosa più brutta è stata quando ci ha detto in faccia, senza giri di parole: “Ho il comune mi rinnovo per 8 anni il patto di servizio, così da poter assumere le unità previste dal piano industriale o non assumo nessuno” poi ha precisato: “se mi rinnovano il patto da 1 a 4 anni cmq non assumo nessuno, se 5 anni forse 6 unità 3 (1B) e 3 (J)

  3. Forza Francesco, mi auguro che presto per te e tutti i dipendenti precari ASE ci possa essere presto una svolta positiva. In bocca al lupo!

  4. De Filippo dimentica il recente passato riguardo i lavoratori che per otto mesi hanno lavorato gratis in quella azienda, lo stesso avevano detto di noi che eravamo in 18 unità, sfruttati e poi miseramente abbandonati…. eravamo una grande famiglia…. miserabili.

  5. Buongiorno a lei, restiamo a disposizione.
    Come detto durante l’intervista, anche in passato si sono verificate situazioni come quelle esposte dagli ex dipendenti.
    A disposizione, grazie
    .

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.