Edizione n° 5253

BALLON D'ESSAI

TRUFFA // Ferragni, casi Oreo e Dolci Preziosi: acquisiti nuovi documenti
21 Febbraio 2024 - ore  19:29

CALEMBOUR

CLANDESTINI // Salento, ha una relazione clandestina con la zia ma lei lo denuncia dopo essere stata lasciata: “Mi ha costretta”
21 Febbraio 2024 - ore  10:01
/ Edizione n° 5253

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

STRUTTURA Nuovo Centro Prelievi Robotizzato del Di Venere: 10 minuti per le analisi e il referto in giornata

La struttura è un concentrato di tecnologia e automazione

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
27 Gennaio 2024
Bari // Economia //

Bari, 27 gennaio 2024 – Il nuovo Centro Prelievi Robotizzato dell’Ospedale Di Venere è un concentrato di tecnologia e automazione: dieci minuti dall’ingresso all’uscita, compresa l’esecuzione del prelievo di sangue, 6 ore per ottenere l’esito scaricabile da casa attraverso il portale dedicato, evitando così anche la fila per il ritiro. La nuova organizzazione del servizio azzera tempi e file per gli utenti e mette in sicurezza l’intera procedura, grazie ad un sistema di tracciabilità (tramite codice a barre).

L’utente all’ingresso si serve di un totem intelligente – in cui è necessario inserire il codice della prenotazione – in grado di inviare i dati all’accettazione e stabilire il percorso ottimale, modificando le schermate in base agli orari e per ogni tipologia di prestazione (prelievo ematico, urinocoltura, tampone ecc.), nel contempo stabilendo corsie preferenziali per le categorie fragili: donne in gravidanza, persone con disabilità e bambini al di sotto degli 8 anni. «Ciascun utente – spiega il dott. Edmondo Adorisio, direttore della Patologia Clinica del “Di Venere” e del Dipartimento di Medicina di Laboratorio e Trasfusionale ASL – ha il suo percorso, ma per tutti l’iter è snello e veloce e privo di attese».

L’utente attende in una sala spaziosa, che può accogliere comodamente circa 70 persone, e in cinque minuti arriva la chiamata (con una voce automatica e un avviso visibile su monitor) per presentarsi allo sportello dell’accettazione e successivamente recarsi in sala prelievo oppure ritirare (o consegnare) le provette destinate alle prestazioni domiciliari. In entrambi i casi un sistema robotizzato, considerando le prestazioni inserite in ricetta, seleziona le provette necessarie e le confeziona in un contenitore chiuso ermeticamente e dotato di codice a barre che identifica univocamente scatola delle provette, tessera sanitaria e paziente.

Una filiera sicura sotto il controllo delle infermiere che presidiano le cinque postazioni di prelievo, due per curva da carico (per l’esecuzione di diversi prelievi del sangue a scadenze prestabilite) e tre per i prelievi tradizionali, e seguono il percorso informatizzato di ogni singolo utente su tablet, secondo la tempistica scandita dal totem intelligente. Inoltre, un vademecum a disposizione dell’utente illustra ogni passaggio, compresa la possibilità di poter accedere agli esiti con credenziali personali già dopo le ore 14, quando i risultati vengono caricati sul portale ASL Bari dedicato che consente di consultare e stampare l’esame direttamente da casa e senza necessità di tornare in ospedale.

«Con questa nuova organizzazione ad elevato contenuto tecnologico – sottolinea Adorisio – semplifichiamo le procedure e facilitiamo la vita delle persone. Abbiamo aumentato il numero dei prelievi in modo esponenziale, riducendo i tempi di attesa per qualunque tipo di esame e rilasciando l’esito nell’arco delle 6 ore, mentre in precedenza servivano non meno di tre giorni». Con un potenziale ancora da esplorare: «Oggi eseguiamo 180 prelievi al giorno – rimarca Adorisio – a cui si aggiungono i prelievi provenienti dalle case di riposo, cliniche private e quelli eseguiti a domicilio. Quindi complessivamente 250 al giorno per 300 giorni l’anno e un totale di circa 75mila prestazioni. In futuro potremo arrivare anche a 300 esami al giorno, ma i benefici per i cittadini già ora sono tangibili. Il percorso completo del prelievo – prima del nuovo centro – durava minimo mezz’ora, oggi avviene tutto in dieci minuti».

 

Link immagini di copertura https://bit.ly/3HAiUJ5

Lascia un commento

“Quando hai lasciato il sistema e hai preso il premio, i combattimenti sono finiti e i cacciatori si sono sciolti. Sai com’è. Sono mercenari. Non sono fanatici.” Carl Weathers (Greef Karga)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.