FoggiaSport
Al “Cino e Lillo Del Duca” di Ascoli Piceno, i rossoneri impattano per 2-2

“Kragl boom!”: pari del Foggia ad Ascoli

Il secondo tempo, per larghi tratti, è caratterizzato da gioco duro e grande tensione, a discapito delle emozioni


Di:

La “bomba” di Kragl permette al Foggia di agguantare all’ultimo respiro un pari fondamentale. Al “Cino e Lillo Del Duca” di Ascoli Piceno, i rossoneri impattano per 2-2 con l’Ascoli, proprio grazie ad una rete del tedesco, arrivata ad un soffio dal triplice fischio.

Tante novità nell’undici iniziale scelto da mister Pasquale Padalino, che schiera i suoi con un 4-3-3: tra i pali c’è Leali, a comporre il pacchetto difensivo sono Ngawa, Billong, Martinelli e Ranieri; in mediana, accanto a Greco, dal 1’ ci sono Busellato e Deli, con un tridente offensivo inedito, che vede Matarese e Cicerelli a sostegno di Mazzeo. Il Foggia parte bene e va subito vicino al vantaggio, quando sono trascorsi 3’, con Mazzeo che, imbeccato da Martinelli, può calciare da ottima posizione, trovando Milinkovic sulla sua strada. Al quarto d’ora, al primo vero affondo, passa l’Ascoli: Beretta serve al centro Rosseti che, tallonato da Leali, si gira e calcia, trovando, anche grazie ad una deviazione, il varco giusto. I rossoneri non perdono la calma, trovando il pari al 29’, allorquando Matarese prova a mettere al centro, con Milinkovic che respinge corto, proprio nel punto in cui un lestissimo Deli riesce a calciare, mandando la sfera in rete. Nel finale di frazione, grandissimo intervento di Leali, che salva tutto su conclusione ravvicinata di Beretta. Al 44’ padroni di casa ancora avanti, Ninkovic calcia una gran punizione dal limite, siglando il 2-1 con cui si va a riposo.

Il secondo tempo, per larghi tratti, è caratterizzato da gioco duro e grande tensione, a discapito delle emozioni. Mister Padalino le prova tutte per permettere ai suoi di rientrare, utilizzando tutte le carte a disposizione dalla panchina. Nel corso della ripresa, infatti, entrano Iemmello, Kragl e Chiaretti, che vanno a sostituire rispettivamente Deli, Matarese e Cicerelli. Nello scorrere del tempo verso il triplice fischio, accade poco, fino al 95’: Kragl riceve palla da Mazzeo, si sbarazza di un avversario e, dai trenta metri, lascia partire un autentico bolide, con Milinkovic che può solo guardare la sfera insaccarsi in rete. È esplosione del tifo rossonero, i circa mille tifosi giunti in terra marchigiana che possono esultare per un pari, il quinto consecutivo, conquistato ad un passo dal traguardo, e che proietta il Foggia verso la sfida al Cosenza, che potrà dire tanto nella lunga corsa alla salvezza.

Area Comunicazione Foggia Calcio

“Kragl boom!”: pari del Foggia ad Ascoli ultima modifica: 2019-02-27T10:43:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This